Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • People
    • Tutto
    • Gossip e Celebrità
    • Social e Influencer
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Arredamento
    • Ricette
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Hobby
    • Come fare
  • Video
    • Tutto
    • Arredamento
    • Come fare
    • Costume e società
    • Divertenti
    • Green
    • Hobby
    • Ricette
    • Sport
    • Tecnologia
    • Top Video
    • Viaggi
    • Risorgimento Digitale
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 31 luglio 2021 - Aggiornato alle 14:23
Live
  • 15:13 | I possibili tamponi a prezzo calmierato
  • 13:08 | Basket, Olimpiadi: l’Italia piega la Nigeria 80-71 e centra i quarti
  • 10:09 | L’argento di Mauro Nespoli nel tiro con l’arco
  • 10:00 | Economia, così cresce la fiducia del paese
  • 09:29 | Ufficiale Matteo Lovato all’Atalanta
  • 09:15 | Covid, Brusaferro: ecco perché dobbiamo muoverci ancora con prudenza
  • 09:03 | I bronzi di Simona Quadarella e Irma Testa
  • 20:26 | Per Rea il futuro è in SBK, ma “mai dire mai alla MotoGP”
  • 19:00 | Covid, monitoraggio Iss: l'Rt è salito a 1,57
  • 18:03 | L’Italvolley maschile vola ai quarti del torneo olimpico
  • 17:00 | Covid, i dati del 30 luglio: il tasso di positività è al 2,67%
  • 16:39 | La variante Delta si diffonde come la varicella
  • 16:09 | Covid, perché la Cina ha accusato gli Usa di terrorismo
  • 16:08 | L'aumento dei contagi a Tokyo: stato d'emergenza fino al 31 agosto
  • 15:32 | Endemia: cosa significa e perché se ne parla
  • 15:30 | Usa, i nuovi provvedimenti di Biden sui vaccini
  • 14:00 | Dal calcio al cinema: 10 motivi per guardare la tv con TIMVISION
  • 12:43 | Djokovic eliminato! Zverev infrange il sogno del Golden Slam
  • 10:43 | Il possibile scambio tra Perisic e Florenzi
  • 10:32 | Chiellini: “Lunedì sarò a Torino per ricominciare”
YouTube: rimossi diversi canali dei suprematisti bianchi statunitensi - Credit: iStock
SOCIAL E POLITICA 30 giugno 2020

YouTube: rimossi diversi canali dei suprematisti bianchi statunitensi

di Federico Bandirali

A causa di reiterate violazioni delle regole su discriminazioni e incitamento all’odio

YouTube ha deciso di bloccare numerosi canali di svariati suprematisti bianchi statunitensi a causa di ripetute violazioni delle regole della piattaforma rispetto all’incitamento all’odio.

I canali in questione, secondo quanto riferito da un portavoce della piattaforma ai media statunitensi, si sono resi “protagonisti” di reiterate violazioni della policy che, dopo diverse penalizzazioni, hanno portato al ban definitivo.

 

La società ha infatti affermato di avere un regolamento “rigido” che vieta qualsiasi tipo di contenuto che incita all’odio, rimuovendo di conseguenza tutti i canali che non le rispettano.

 

YouTube ha reso anche noto come, “dopo aver aggiornato le linee guida per identificare i contenuti dei suprematisti”, la piattaforma abbia rimosso una quantità abnorme di video e chiuso più di 25.000 canali per violazione della policy relativa all’incitamento all’odio.

 

I creators interessati dal ban non si sono certo persi d’animo e hanno immediatamente “aperto” una surreale discussione nel merito su Twitter.

 

Alcuni hanno preannunciato l’intenzione di fare “appello” contro la sospensione dei canali, ritenuta parte di un più ampio “sforzo sistemico e coordinato” per fermare i suprematisti; altri sono arrivati addirittura a sostenere che, con la raffica di blocchi, YouTube ha volutamente “sospeso la più grande conversazione filosofica che il mondo abbia mai conosciuto”.

I più visti

Leggi tutto su News