• News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Tecnologia
    • Gossip e Celebrità
    • Spazio Solidale
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • People
    • Tutto
    • Gossip e Celebrità
    • Social e Influencer
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Arredamento
    • Ricette
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Hobby
    • Come fare
  • Video
    • Tutto
    • Arredamento
    • Come fare
    • Costume e società
    • Divertenti
    • Green
    • Hobby
    • Moda
    • Ricette
    • Sport
    • Tecnologia
    • Top Video
    • Viaggi
    • Risorgimento Digitale
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 20 gennaio 2022 - Aggiornato alle 18:45
News
  • 16:11 | Australian Open, Jannik Sinner vola al terzo turno
  • 15:59 | Covid, Cartabellotta: l'epidemia rallenta, ma aumentano i morti
  • 15:54 | Zara Rutherford e il giro del mondo in ultraleggero
  • 14:20 | Perché Boris Johnson è a rischio dimissioni
  • 10:44 | Osimhen pronto al ritorno da titolare
  • 10:33 | Il Milan riscatta Pellegri e lo presta al Torino
  • 09:58 | Il Sassuolo qualificato ai quarti di finale
  • 09:46 | Le richieste delle regioni su colori e quarantene
  • 09:34 | Il discorso di Macron al Parlamento europeo
  • 09:13 | Chi è Alexander Blessin, il nuovo tecnico del Genoa
  • 09:04 | Roma si candida per la gara inaugurale dell’Europeo di volley
  • 08:41 | L’Inter non molla Dybala e punta Scamacca e Frattesi
  • 08:30 | Inzaghi si gode la rimonta e prova a trattenere Sensi
  • 07:00 | La corsa al Quirinale, le bollette, il virus e le altre notizie in prima pagina
  • 00:03 | L'Inter vince ai supplementari con l'Empoli ed è quarti di Coppa
  • 19:40 | In Gran Bretagna stop a green pass, smartworking e mascherine
  • 19:19 | Chi è Marley Aké, il 2001 della Juventus B
  • 18:35 | Chi sono i nuovi miliardari italiani della pandemia
  • 18:21 | Tanganga il nome nuovo per la difesa del Milan
  • 18:17 | I decessi di oggi sono collegati ai contagi di Natale
Quali sono i social network che danno maggiore dipendenza? Gruppo di ragazzi che guardano video sul cellulare - Credit: iStock
SOCIAL E INFLUENCER 8 dicembre 2021

Quali sono i social network che danno maggiore dipendenza?

di Francesca Ceriani

In cima alla classifica dei social network che creano maggiore dipendenza c’è Instagram

La dipendenza da social network

Ormai è appurato, anche da studi scientifici, che i social network possono creare una vera e propria forma di dipendenza, legata a un uso smodato delle piattaforme.

Si tratta di uno stato di dipendenza psicologica in cui gli utenti sono eccessivamente preoccupati per le attività svolte online e usano in modo incontrollato le piattaforme.

 

A soffrire di dipendenza dai social sono soprattutto gli adolescenti: l’uso delle piattaforme online sempre più spesso interferisce con le azioni della loro vita quotidiana. Non si tratta più solo di semplici passatempi, dunque: guardare i social è diventata ormai un’azione che scandisce le nostre giornate, che riempie i momenti liberi. 

I social network che danno maggiore dipendenza

Ci sono social network che danno maggiore dipendenza di altri. In cima alla classifica delle piattaforme che tengono gli utenti incollati allo schermo c’è, manco a dirlo, Instagram. La ‘dipendenza’ per questo social riguarda soprattutto la fascia tra i 14 e i 24 anni.

 

TikTok potrebbe però scalzare Instagram: il colosso cinese, che ha fatto la sua fortuna grazie alla pubblicazione di brevi video, è ormai il più usato tra gli adolescenti, ma stenta ancora a decollare tra i giovani adulti e questo lo fa restare, almeno per ora, ancorato al suo secondo posto. A seguire ci sono Snapchat, Facebook, Twitter e YouTube.

 

Tra i social presi in considerazione manca What’sapp, la più utilizzata piattaforma di messaggistica istantanea: la forma di dipendenza è diversa dagli altri social, perché nell’utente non c’è l’ansia di ricevere like, ma molti, quando inviano i messaggi, non fanno altro che controllare di aver ricevuto o meno una risposta.

Leggi tutto su People