• News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Tecnologia
    • Gossip e Celebrità
    • Spazio Solidale
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • People
    • Tutto
    • Gossip e Celebrità
    • Social e Influencer
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Arredamento
    • Ricette
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Hobby
    • Come fare
  • Video
    • Tutto
    • Arredamento
    • Come fare
    • Costume e società
    • Divertenti
    • Green
    • Hobby
    • Moda
    • Ricette
    • Sport
    • Tecnologia
    • Top Video
    • Viaggi
    • Risorgimento Digitale
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 23 gennaio 2022 - Aggiornato alle 22:00
News
  • 21:17 | Il problema della conservazione delle opere d’arte
  • 21:15 | Juventus, Chiesa operato al crociato: stagione conclusa
  • 20:35 | Come vedere in tv tutte le partite della Serie A TIM, della Champions e molto altro
  • 20:29 | Paura per Sofia Goggia, c’è la distorsione al ginocchio
  • 20:13 | Il Napoli celebra Insigne, che eguaglia i gol di Maradona
  • 20:11 | Roma a valanga ad Empoli, 4-2 con doppietta di Abraham
  • 19:36 | Le dimissioni del presidente armeno Sarkissian
  • 19:31 | Cosa ha detto l'Oms sulla fine della pandemia
  • 19:18 | Il poker del Napoli alla Salernitana (4-1)
  • 18:00 | Un Picasso surrealista da record in asta
  • 17:50 | Covid, i dati del 23 gennaio: tasso di positività al 14,9%
  • 17:17 | Napoli poker alla Salernitana, ora è secondo
  • 14:55 | Cagliari-Fiorentina 1-1, gol ed emozioni
  • 14:46 | Quirinale: le regole del governo per far votare i positivi
  • 14:15 | Un’opera di Nicolas Poussin entra nella collezione del Met
  • 14:07 | Barone: 'Vlahovic deve dirci cosa vuole fare'
  • 12:55 | SBK, Chaz Davies allenerà i piloti Ducati nel 2022
  • 12:23 | L’Atalanta decimata strappa un pari alla Lazio
  • 10:42 | Quattro regioni in zona arancione dal 24 gennaio
  • 10:41 | L’Inter vince ancora e vola a +5
Quali sono i social network preferiti dalla Generazione Z? Illustrazione grafica di social networks - Credit: iStock
SOCIAL E INFLUENCER 22 luglio 2021

Quali sono i social network preferiti dalla Generazione Z?

di Francesca Ceriani

La gen z è la prima generazione cresciuta con i social: scopriamo quali amano di più!

La gen z e i social network

La generazione Z è la prima cresciuta con Internet.

Fin dalla loro adolescenza, i membri della gen Z hanno avuto a disposizione alcuni die più importanti e famosi social network e oggi sono parte integrante della loro vita. La gen Z, che oggi ha tra i 25 e gli 11 anni, non ha mai conosciuto un mondo senza la navigazione online: collegarsi con gli altri, per loro, è semplice e intuitivo. Ma quasi sono i social network che usano maggiormente? Quali preferiscono?

I social network preferiti dalla gen Z

Se TikTok è il social network del momento e quello che registra una crescita maggiore, non è quello più amato dalla gen Z. Gli ultimi studi indicano che circa la metà dei più giovani della Gen Z utilizza Facebook (un dato in netto calo, visto che fino a sei anni fa erano più del 70%), ma questa percentuale aumenta di parecchio se si prendono in considerazione gli altri grandi network: l’85% usa YouTube, il 72% ha un account Instagram e il 69% utilizza Snapchat.

 

Questi numeri danno un’idea ben precisa delle preferenze della Generazione Z: il contenuto visivo batte quello testuale. Secondo le ultime ricerche, inoltre, un quinto dei giovani tra i 18 e i 24 anni ha disattivato i propri account sui social network, mentre un terzo sta limitando l’utilizzo dello smartphone durante la giornata. Ma nonostante le preoccupazioni sugli effetti negativi che i social hanno sulla vita di tutti i giorni e sulla salute psico fisica di chi li usa, dallo studio si evince che, comunque, i GenZers sono fiduciosi che la tecnologia in futuro produrrà più effetti positivi che negativi.

Leggi tutto su People