Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Arredamento
    • Ricette
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Libri
    • Hobby
    • Come fare
    • Motori
  • Video
    • Tutto
    • Per Conoscere
    • Risorgimento Digitale
    • Divertenti
    • Sport
    • Top Video
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 15 maggio 2021 - Aggiornato alle 04:00
Live
  • 23:10 | Per la Giornata delle Api su TIMGAMES i clienti TIM giocano gratis a Bee Simulator
  • 00:49 | Il regista di "Parasite" dirigerà un lungometraggio animato
  • 00:02 | Basket, playoff Serie A: la Virtus soffre ma batte Treviso 88-83 in gara 2
  • 00:01 | Basket, playoff Serie A: Brindisi demolisce Trieste 86-54 in gara 2
  • 21:55 | Basket, playoff Serie A: l’Olimpia Milano piega Trento 93-79 in gara 2
  • 20:34 | Basket, playoff Serie A: Venezia ribalta Sassari e vince 83-78 gara 2
  • 18:40 | Giro d’Italia, Caleb Ewan fa il bis: sua la settima tappa
  • 18:23 | Italia: stop alla quarantena per chi arriva dall’Ue
  • 18:20 | Israele continua il bombardamento di Gaza
  • 18:16 | Le canzoni del disco di debutto di Sangiovanni (e una sorpresa)
  • 18:00 | Covid, in Italia altri 182 morti
  • 18:00 | Cindy Crawford: 55 anni di pura bellezza
  • 16:56 | MotoGP 2021, Francia: Zarco svetta nelle libere del venerdì a Le Mans
  • 16:55 | I protagonisti di "Supermercati che Passione", i video che spopolano su YouTube
  • 16:30 | Crollo delle nascite in Italia: 'Non ci sono i presupposti per fare figli'
  • 16:15 | Si è dimesso il segretario che accusò Meghan Markle di bullismo
  • 16:15 | Cena per famiglie: idee e menu per una serata insieme
  • 16:11 | "Electric", la nuova canzone di Katy Perry è un omaggio ai Pokémon
  • 15:36 | Dardust, ecco le date del tour "Storm and Drugs Live"
  • 15:35 | Vaccini anti-Covid: il nuovo record della Germania
Eurolega: Milano soffre poi ribalta il Bayern 79-78 in gara 1 Zach LeDay - Credit: Dmitry Lebedev / IPA / Fotogramma
BASKET QUARTI FINALE EUROLEGA 2020-2021 21 aprile 2021

Eurolega: Milano soffre poi ribalta il Bayern 79-78 in gara 1

di Federico Bandirali

Monaco domina il secondo quarto e vola sul +19, ma l’Ax fa l’impresa e vince con LeDay a fil di sirena

L’Olimpia Milano bagna il ritorno ai quarti di finale di Eurolega nel 2020/2021 dopo 7 anni con una vittoria al cardiopalma 79-78 sul Bayern Monaco in gara 1 della serie.

Vittoria dal sapore dell’impresa degli uomini di coach Ettore Messina, sprofondati a -19 e sostanzialmente “assenti” nel secondo quarto ma capaci di restare mentalmente in partita e rimontare grazie alle giocate di Rodriguez, con LeDay – MVP del match – a realizzare con meno di 1” sul cronometro il canestro decisivo dopo una gran rimessa di Delaney figlia di un’esecuzione che ha rasentato la perfezione.

 

Milano, in vantaggio solo dopo i primi possessi, è tornata avanti nel finale prima della magia finale, giocando un secondo quarto pessimo in generale e scentrato al tiro che è valso un maxi-parziale esterno di 11-26, con l'Ax dominata dalla maggiore energia dei tedeschi.

 

Ma, mattoncino su mattoncino, la formazione lombarda ha prima trovato in Punter e Micov gli uomini giusti per tenerla a galla, e poi è letteralmente “esplosa” nel quarto conclusivo grazie alle magie del Chacho Rodriguez (13) e di LeDay (17 e 7 rimbalzi), a cui si è sommato il “lavoro oscuro” ma fondamentale di un Delaney impreciso al tiro ma essenziale nel finale e del solito duo Shields-Hines.

 

Determinante anche l'egregio contributo difensivo di un redivivo Kaleb Tarczewski, fondamentale per tenere a 14 punti segnati gli ospiti nei 10’ conclusivi e coronare l’incredibile rimonta più di quanto non dicano le spesso fuorvianti statistiche a tabellino.

 

Il Bayern, perfetto con Seeley dalla lunga e forte di un Johnson capace di spadroneggiare nella prima metà di gara condendo il tutto con un'ottima difesa, si è sciolto alla distanza dopo aver perso per infortunio Weiler-Babb in una serata storta per Baldwin e Lucic e opaca di Reynolds, con Gist a lavorare bene d’esperienza per contenere la rimonta Olimpia ma non sufficiente ai bavaresi per spuntarla.

 

Giovedì 22 aprile alle 20.45 (diretta TV su Eurosport ed Eurosport Player) si replica per gara 2, ma la sensazione è che persa l’inerzia ed eroso un comodo vantaggio i tedeschi possano accusare il colpo psicologicamente, sebbene la tenacia non difetti alla truppa di Trinchieri che proverà a girare la serie in un secondo atto che si preannuncia “ruvido”, “intenso” ed emozionante.

 

Olimpia Milano – Bayern Monaco 79-78

Milano parte subito bene con una buona difesa e Delaney a guadagnarsi e convertire tre gite in lunetta, allunga subito la pressione a tutto campo ma il Bayern lavora egregiamente nella propria metà campo e piazza uno 0-6 chiuso da Baldwin per il +3 dopo 2’20” di gioco. Punter si iscrive a referto, ma dopo una persa di Hines lo stesso Baldwin in contropiede ristabilisce le distanze prima della tripla dall’angolo di Micov per l’8 pari con 6’ sul cronometro del quarto.

 

Le difese sono a dir poco intense per entrambe le compagini, l’Olimpia perde una marea di palloni (4) e tira male dalla lunga (1/5) senza pagare dazio, poi Gist rompe il digiuno bavarese ma Evans replica subito e Shields autografa il +2 Olimpia, prima di una tripla di Zipser a 2’ dalla prima sirena per il +1 esterno.

L’equilibrio non si spezza, Micov non trema dalla lunetta per il 16-15 Armani con i tedeschi che non arretrano di un centimetro e dopo una stoppata clamorosa di Reynolds su Rodriguez trovano due punti di Johnson che mandano in archivio i primi 10’ sul 16-18.

 

La truppa di coach Trinchieri insiste con Reynolds ad inchiodare il +4, Milano continua a sparare a salve da 3 e Seeley dalla lunga chiude uno 0-7 che vale il 16-23: timeout Messina. I bavaresi non si fermano, l’Armani fatica nel costruire tiri aperti e Seeley dilata il break fino allo 0-10 per il 16-26 ospite dopo 2’ del secondo periodo.

 

Punter rompe il digiuno milanese, Reynolds e Johnson spadroneggiano nel verniciato con l’Olimpia che non vede letteralmente il canestro e sprofonda sul -14 (18-32) incassando un eloquente 2-12 in 5’ dai tedeschi. Punter trova e converte un gioco da 3 punti utile a tamponare l’emorragia, Weiler-Babb sbaglia un runner e ricadendo si fa male la caviglia sinistra (tendine) abbandonando la contesa, ma Sisko attacca il ferro con profitto poi Baldwin dalla lunetta firma il 21-36 ospite.

 

L’Armani continua a faticare oltremodo in attacco, Johnson ne mette quattro filati per il +19 Bayern (21-40) con due liberi di Shields a ridare un po’ di ossigeno ai padroni di casa a 2’ dalla pausa lunga. Rodriguez sbaglia ancora dai 6,75 (1/10 di squadra), l’ex Trento in transizione appoggia al tabellone il -15 Milano, ma un gioco da 4 punti di Seeley (12 nel quarto) rimette 19 punti tra le due squadre prima di due di Hines per il meritatissimo 27-44 bavarese alla pausa lunga.

 

Al ritorno sul parquet apre Punter dalla media, Milano difende bene per tre volte e LeDay dalla lunetta chiude un mini 4-0 per il 31-44 in 1’35”. Seeley lucra due liberi ma trema dalla linea della carità, mentre Delaney si accende e converte un gioco da 3 punti per il -11 Armani. Johnson chiude il parziale interno, ma Micov dall’angolo trova la tripla del -10 Milano (37-47) a 6’30” dalla penultima sirena.

 

LeDay con un alto-basso libera Hines per il comodo -8, Sisko in uscita da un timeout di Trinchieri punisce dalla lunga riportando il Bayern sul +13 al passaggio di metà quarto. Delaney dall’arco firma il 42-50 ma tre liberi di Lucic permettono ai tedeschi di tornare sul +11 con 4’07” sul cronometro del quarto.

 

Punter si inventa letteralmente due punti mettendosi in proprio, Seeley è una sentenza dall’arco, Gist lavora bene nel verniciato e lo stesso Seeley rimette le cose a posto per il +15 bavarese (45-60). LeDay lucra due liberi, l’esterno del Bayern sale a quota 20 ma Tarczewski lavora bene a rimbalzo offensivo e appoggia per il 49-62.

Milano è più reattiva rispetto al primo tempo ma fatica a ricucire, Rodriguez trova i primi due della sua partita con LeDay a firmare dalla linea della carità il -11 Olimpia, che tale resta a 10’ dal termine (53-64).

 

Rodriguez trova anche la prima tripla fornate del suo match, Tarczewski cancella Baldwin ma Lucic replica al play iberico per il nuovo +11 ospite. Il Chacho è realizza con un runner, poi si alza da tre e riapre il match trovando il fondo della retina per il -6 Milano (61-67) a 7’20” dalla fine. Lo spagnolo lavora bene anche a rimbalzo, Datome trova tre liberi da una quasi persa e ne manda a bersaglio due per il -4 Armani.

 

Il Bayern accusa il colpo, Tarczewski erge un muro a difesa del suo canestro e LeDay affonda il -2, ma dopo una serie di errori Gist trova e converte un gioco da 3 punti per il 65-70 con 4”27 da giocare. Shields dalla media risponde subito, Seeley però dall’arco non sbaglia un colpo e i bavaresi tornano sul +6.

L’attacco Olimpia si “blocca”, ma LeDay non ci sta e attacca il ferro per l’ennesimo gioco da 3 punti che riapre il discorso (70-73) e rende i 3’ restanti incandescenti.

 

Baldwin si guadagna due gite in lunetta attaccando Delaney ma fa 1/2, Hines si svita sul perno e realizza per il -2 Milano, poi LeDay impatta a quota 74 con 1’10” da giocare. Gist trema dalla lunetta, Rodriguez invece no e dal parcheggio del Forum trova la tripla del +3 coronando un secondo tempo da fuoriclasse, con Milano che torna a condurre (77-74) dopo il “lampo” iniziale a 36” dal termine.

 

Zipser spara a salve dalla lunga ma il rimbalzo è di Baldwin che poi riporta i tedeschi a -1 dalla lunetta, Trinchieri sceglie di difendere senza commettere fallo e viene premiato con Gist che subisce fallo da Punter e non sbaglia dalla lunetta per il 77-78 ospite a 1” e 2 decimi dalla conclusione.

 

Milano ha l’ultimo tiro e dopo il timeout di Messina per spostare la rimessa nella metà campo offensiva trova un’esecuzione perfetta con LeDay ad appoggiare liberato dalla rimessa di Delaney per il 79-78 Olimpia sul Bayern in gara 1 dei quarti di finale.

 

Vittoria sofferta conquistata al termine di una partita emozionante che ha visto i lombardi compiere una vera e propria impresa rimontando dal -19, con possibili ripercussioni psicologiche per i bavaresi, a dir poco scottati nel primo atto di in una serie che, come da premesse, offrirà spettacolo ed emozioni.

 

A|X Armani Exchange Milano – FC Bayern Monaco 79-78: i tabellini

(16-18, 11-26, 26-20, 26-14)

 

Olimpia Milano: Punter 11, Leday 17, Micov 8, Roll, Rodriguez 13, Tarczewski 2, Delaney 10, Shields 8, Brooks, Evans 2, Hines 6, Datome 2. All.: Ettore Messina.

 

Bayern Monaco: Weiler-Babb 3, Baldwin IV, Seeley 23, Reynolds 7, Lucic 6, Flaccadori, Amaize, Zipser 5, Gist 7, Johnson 10, Sisko 7, Radosevic. All.: Andrea Trinchieri.

I più visti

Leggi tutto su Sport