Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Arredamento
    • Ricette
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Libri
    • Hobby
    • Come fare
    • Motori
  • Video
    • Tutto
    • Per Conoscere
    • Risorgimento Digitale
    • Divertenti
    • Sport
    • Top Video
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 18 aprile 2021 - Aggiornato alle 01:43
Live
  • 08:35 | Economia italiana, la scommessa di Draghi sulla crescita
  • 01:43 | Martina è l'eliminata della quinta puntata del Serale
  • 00:40 | Di cosa parla la nuova serie di Courteney Cox
  • 00:07 | Un live action dedicato alle sorellastre cattive di Cenerentola
  • 23:35 | Hugh Jackman e Laura Dern protagonisti di “The Son”
  • 23:17 | “A very english scandal”, una miniserie con Hugh Grant su TIMVISION
  • 23:01 | Basket, Serie A: Shields guida l’Olimpia Milano, Virtus ko 94-84
  • 21:30 | I funerali del principe Filippo: le lacrime della regina Elisabetta
  • 18:30 | Covid, in Italia altri 310 morti
  • 17:43 | MotoGP 2021, Portogallo: Quartararo in pole a Portimao, Bagnaia beffato
  • 16:24 | David Bowie, esce un cofanetto con brani inediti e rarità
  • 16:14 | Lewis Hamilton scrive un altro record in Formula 1
  • 16:10 | Il nuovo singolo di Moby con Mark Lanegan è su TIMMUSIC
  • 16:00 | Che cos’è il Pnrr e perché così importante
  • 15:50 | I colori delle regioni dal 19 aprile
  • 15:45 | La riapertura di cinema, teatri e musei
  • 15:00 | Amarene sciroppate fai da te!
  • 14:47 | Chi è la grande amica del principe Filippo
  • 14:27 | Buon compleanno Victoria Beckham
  • 13:58 | Sarah Ferguson è stata esclusa dai funerali
Eurolega: l’Olimpia Milano soffre ma batte anche l’Olympiacos 90-79 Kevin Punter - Credit: LM/DPPI/Javier Borrego / IPA / Fotogramma
BASKET EUROLEGA 2020-2021 27 gennaio 2021

Eurolega: l’Olimpia Milano soffre ma batte anche l’Olympiacos 90-79

di Federico Bandirali

L’Ax centra il quinto successo europeo consecutivo e sale al terzo posto trascinata dai 27 di Punter

Nella partita valevole per la ventiduesima giornata dell’Eurolega 2020/2021 l’Olimpia Milano soffre oltre il dovuto ma piega tra le mura amiche l’Olympiacos Pireo 90-79 issandosi al terzo posto in classifica (14 vinte e 7 perse, ad un solo successo dal duo di testa CSKA-Barcellona) dopo aver centrato la quinta vittoria europea consecutiva.

Armani che, ancora imbattuta nel 2021, ha approcciato l’incontro nel migliore dei modi grazie alla difesa volando sul +18 trascinata da Punter, Delaney e Rodriguez, prima di subire il rientro dei greci guidato da Sloukas e Vezenkov per poi sfangarla nel finale sempre grazie ai due statunitensi (career high per Punter con 27 punti).

 

Degne di menzione anche le prestazioni di Rodriguez e dei soliti Hines e Datome, con Moraschini prezioso nella metà campo difensiva e qualche timido ma importante segnale di vita da Tarczewski nella serata dei rientri amari di Micov e Roll, recuperati rispettivamente da Covid e infortunio muscolare.

 

Per coach Bartzokas da salvare le prove offensive di Vezenkov e Sloukas oltre alla difesa dell’ex Jenkins e alla solita prova solida di Printezis insieme alla voglia di reagire dei suoi, tramortiti sul -18. Ritorno al Pireo amaro dunque, e la delusione di vedere un fenomeno come Spanoulis trascinarsi per il campo per 4’ abbondanti di nulla, anche se il 38enne play greco è stato capace di incidere in altre sfide durante la stagione.

 

Olimpia Milano – Olympiacos Pireo 90-79

L’Olimpia parte bene e con i punti di Datome, Delaney e Tarczewski sale immediatamente sul +4. Sloukas e Printezis, da veterani di lungo corso e tanti successi suonano la carica e Ellis firma il sorpasso dei greci. Punter si accende, Datome insiste e Milano torna sul +5. Vezenkov non molla, Rodriguez fatica e l’Oly è di nuovo a -2, prima che il "Chacho" apra il fuoco regalando il 24-19 all’Armani alla prima sirena.

 

Rodriguez insiste, Micov firma i primi due in Eurolega dopo la lunga assenza causa Covid e Milano, con Hines sempre protagonista, tocca il +10 (31-21). I biancorossi del Pireo incassano il colpo, Punter insiste e segna per il +14 con l’Olimpia che arriva addirittura sul +18 prima di una fiammata ospite autografata dal duo  McKissick-Sloukas che vale il 44-34 alla pausa lunga.

 

Al rientro sul parquet l’Olympiakos torna a -7 ma viene respinto dalle invenzioni di Delaney e Punter, poi l’ex Jenkins sale in cattedra in difesa come marchio della casa mettendone anche cinque che seguiti da un bel canestro di Printezis riportano il Pireo sul -5 (53-48). Milano accusa il colpo, trova qualcosa da Datome ma non riesce a reagire.

 

Entrambe le squadre sono un po’ a corto di energie, Sloukas ne approfitta per ergersi protagonista e riportare a un possesso pieno di distanza i greci, che impattano a quota 60 dopo un gioco da tre punti convertito da Martin a chiudere un 12-2 esterno. Tutto da rifare per Milano che si sblocca grazie a Rodriguez, fatica in difesa ma chiude sul 65-62 alla penultima sirena grazie ad una tripla frontale letteralmente inventata dal play iberico.

 

L’Olimpia continua a soffrire a rimbalzo, Vezenkov è caldo dalla lunga con Harrison a segnare per il -1 ospite con 7’45” sul cronometro (68-67).

Punter e Moraschini firmano un 4-0 dalla lunetta per il nuovo +5 Armani, l’Olympiacos non vede mai il canestro e LaDy alimenta il parziale con una schiacciata perentoria, prima di una tripla di Punter da 7 metri per il nuovo +10 interno a metà quarto (77-67): timeout Bartzokas.

 

Jean-Charles trova subito un gioco da tre punti ma Punter è caldissimo e sale a quota 21 punti. Hines trova il fondo della retina con un tap-in dai 5 metri senza senso, i greci non mollano e due triple in rapida successione di Sloukas e Vezenkov dalla stessa mattonella riportano l’Oly a -2 (81-79) a due minuti scarsi dal termine.

 

Delaney segna dall’arco dopo una palla quasi persa da Datome convertita in assist, Hines oscura Jean-Charles e dopo una persa dell’ex Barcellona la difesa di Milano produce una palla recuperata e cinque di Punter valgono il +10 Armani (89-79): partono i titoli di coda con 12” sul cronometro.

 

 

Bartzokas si becca un tecnico senza pensare alla differenza canestri (solo pareggiata), Punter dalla lunetta sale a quota 27 e chiude i conti. L’Olimpia piega 90-79 l’Olympiacos, centra il quinto successo consecutivo in Eurolega e sale al terzo posto prima del big match di giovedì 28 gennaio contro lo Zenit San Pietroburgo, appena sorpassato in classifica, confermandosi imbattuta sia in Italia che in Europa nel 2021.

 

AX Armani Exchange Milano – Olympiacos Pireo 90-79: il tabellino

(24-19, 20-15, 21-28, 25-17)

 

Milano: Delaney 16, Punter 27, Datome 12, Cinciarini ne, LeDay 6, Tarczewski 5, Micov 2, Moraschini 2, Roll, Rodriguez 14, Hines 6, Moretti ne. All.: Ettore Messina.

 

Olympiacos: Sloukas 17, Jenkins 8, Charalampopoulos ne, Vezenkov 18, Printezis 7, Ellis 2, Larentzakis ne, Harrison 8, Spanoulis, Martin 7, Jean-Charles 7, McKissic 5. All.: Georgios Bartzokas.

I più visti

Leggi tutto su Sport