Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Arredamento
    • Ricette
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Libri
    • Hobby
    • Come fare
    • Motori
  • Video
    • Tutto
    • Per Conoscere
    • Risorgimento Digitale
    • Divertenti
    • Sport
    • Top Video
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 18 aprile 2021 - Aggiornato alle 01:43
Live
  • 08:35 | Economia italiana, la scommessa di Draghi sulla crescita
  • 01:43 | Martina è l'eliminata della quinta puntata del Serale
  • 00:40 | Di cosa parla la nuova serie di Courteney Cox
  • 00:07 | Un live action dedicato alle sorellastre cattive di Cenerentola
  • 23:35 | Hugh Jackman e Laura Dern protagonisti di “The Son”
  • 23:17 | “A very english scandal”, una miniserie con Hugh Grant su TIMVISION
  • 23:01 | Basket, Serie A: Shields guida l’Olimpia Milano, Virtus ko 94-84
  • 21:30 | I funerali del principe Filippo: le lacrime della regina Elisabetta
  • 18:30 | Covid, in Italia altri 310 morti
  • 17:43 | MotoGP 2021, Portogallo: Quartararo in pole a Portimao, Bagnaia beffato
  • 16:24 | David Bowie, esce un cofanetto con brani inediti e rarità
  • 16:14 | Lewis Hamilton scrive un altro record in Formula 1
  • 16:10 | Il nuovo singolo di Moby con Mark Lanegan è su TIMMUSIC
  • 16:00 | Che cos’è il Pnrr e perché così importante
  • 15:50 | I colori delle regioni dal 19 aprile
  • 15:45 | La riapertura di cinema, teatri e musei
  • 15:00 | Amarene sciroppate fai da te!
  • 14:47 | Chi è la grande amica del principe Filippo
  • 14:27 | Buon compleanno Victoria Beckham
  • 13:58 | Sarah Ferguson è stata esclusa dai funerali
Eurolega: Olimpia Milano corsara a Kaunas, Zalgiris piegato 64-69 Shavon Shields - Credit: Anatoliy Medved / SIPA / IPA / Fotogramma
BASKET EUROLEGA 2020-2021 5 marzo 2021

Eurolega: Olimpia Milano corsara a Kaunas, Zalgiris piegato 64-69

di Federico Bandirali

L’Armani passa in Lituania grazie alla difesa e a un sontuoso Shields, torna al 3° posto e "vede" i playoff

Nella sfida valida per la 28esima giornata dell’Eurolega 2020/2021 e cruciale in chiave qualificazione ai playoff l’Olimpia Milano passa sul campo dello Zalgiris Kaunas 64-69 dopo aver condotto per 40’ e fa suo il doppio confronto contro i lituani restando al terzo posto in classifica (18 vinte e 10 perse).

Decisiva per l’Armani - priva degli infortunati LeDay e Delaney . la sontuosa prestazione di uno Shavon Shields da 23 punti con 3 triple,4 rimbalzi, 2 assist e 7 falli subiti, con il prezioso contributo del solito Kyle Hines (10+7) nei momenti topici della partita.

 

Bene anche Punter /14), protagonista assoluto dei primi 10’ e poi ricomparso nel momento del bisogno, al pari di Datome (10+5) solido ma essenziale, con la ritrovata difesa a fare la differenza per la truppa di coach Ettore Messina.

 

Allo Zalgiris, sempre dietro e senza Milaknis, non bastano i 17 di Grigonis e i 14 conditi da 9 rimbalzi di Lauvergne, con coach Schiller a trovare un buon contributo da Lekavicius solo nel finale in una serata a dir poco opaca per il trio Walkup-Jokubaitis-Jankunas.

 

I lituani, ora noni in classifica con 3 sconfitte in più dei lombardi, a questo punto hanno davvero poche speranze di centrare l’accesso alla post season, mentre Milano nonostante un calendario abbastanza complesso grazie al colpo esterno è letteralmente ad un passo dal tornare a giocarsi le Final Four a 7 anni di distanza dall’ultima volta (2014, eliminata 3-1 dal Maccabi)
 

Zalgiris Kaunas  –  Olimpia Milano 64-69

L‘Olimpia – con Evans lanciato in quintetto alla terza uscita in biancorosso – parte forte e piazza subito uno 0-4 guidata da Punter e Hines. Lo Zalgiris mette i primi 2 a referto dopo 120”, Shields replica subito con la difesa milanese decisamente di altro livello rispetto a quella – troppo tenera – messa in campo nella sconfitta interna contro il Fenerbahçe, Lauvergne è l’unico terminale offensivo dei padroni di casa e converte un gioco da 3 punti per il 7-8 a 6’ dalla prima sirena.

 

Punter insiste per il +3 di una Milano che non sbaglia mai dal campo, Grigonis realizza dall’arco ma la guardia statunitense è on fire e firma dalla media il 10-12. L’ex Virtus continua il suo show con una tripla, Kaunas fatica in attacco e Shields chiude un break di 0-7 per il primo allungo ospite (10-17).

Grigonis tampona l’emorragia, la difesa tiene a galla l’Armani nonostante le secche offensive, con Rodriguez a interrompere quasi 3’ di digiuno restituendo 6 lunghezze di vantaggio ai suoi per il 13-19 che manda in archivio i primi 10’.

 

Tarczewski apre il secondo quarto su assist del play spagnolo, che poi si mette in proprio e chiude uno 0-6 per il +10 ospite (13-23). Lukosiunas dall’arco ferma il break, Datome recupera palla e in contropiede lucra un libero supplementare ristabilendo le distanze con Milano che tira 11/12 da due punti. Reazione Zalgiris con Rubit a firmare il -6, Hines lavora bene nel verniciato ma il lungo dei lituani replica per il 22-28 a 5’ dalla pausa lunga.

 

Tripla frontale di Punter per il +9 esterno, Lauvergne ricomincia a fatturare ma Shields dall’arco realizza e restituisce 10 punti di vantaggio all’Olimpia (24-34). L’Ax perde due palloni banali, dopo 18’ di difesa a tratti enciclopedica lascia i lituani affondare come un coltello nel burro e un 6-0 interno chiuso da due liberi del solito Grigonis li riporta in scia (30-34) con 90” sul cronometro.

 

Lauvergne alimenta il parziale, Rodriguez non trova la tripla a fil di sirena e al rientro negli spogliatoi Milano conserva solo 2 punti di vantaggio (32-34) sullo Zalgiris complice un evidente calo fisico prima dell'intervallo lungo.

  

Shields al rientro sul parquet colpisce dal mezzo angolo, Evans firma i primi due in maglia Olimpia dopo aver lavorato bene a rimbalzo offensivo poi Hayes fissa il punteggio sul 34-38. Roll manda a bersaglio la prima tripla personale per il +7 esterno, lo Zalgiris fatica tremendamente in attacco e l’ex Trento ne approfitta attaccando il ferro per alimentare il 2-9 ospite in 6’ (34-43): timeout Schiller.

 

La difesa dell’Armani è nuovamente di livello, Hayes un po’ fortunosamente ridà ossigeno ai suoi e, dopo un fallo in attacco di Evans, imbuca la tripla del -4 a metà quarto (39-43). Shields restituisce il favore mandando al bar Grigonis, Datome lo imita ma lo Zalgiris non affonda grazie alla difesa e torna sul -8 a 1’30” dalla penultima sirena.

Milano non vede più il canestro, incassa un altro gioco da 3 punti firmato Lekavicius ed entra nei 10’ conclusivi con 5 lunghezze di margine (45-50).

 

Il play lituano insiste in apertura di quarto conclusivo, Shields torna a produrre e replica subito ma Jankunas appoggia comodamente il -3 (49-52). La partita diventa sporca, entrambe le squadre sono in debito d’ossigeno con l’esterno danese a caricarsi sulle spalle l’attacco dell’Olimpia realizzando dalla lunghissima distanza per il nuovo +6 esterno (49-55).

 

Lo Zalgiris non segna mai complici difficoltà estreme nel costruire tiri quantomeno decenti, Shields dalla lunetta autografa il +8 ospite ma Grigonis dall’arco ferma tutto a 5’ dal termine (52-57). Hines trema dalla lunetta, Lekavicius non si fa pregare e trova la tripla del -2 che tale resta a 4’ dal termine (57-59).

 

Il centro ex CSKA cancella Lauvergne (250esima stoppata in Eurolega per lui), Datome dall’arco ferma la rimonta dello Zalgiris poi Hines lavora ancora bene a rimbalzo offensivo e restituisce il +5 all’Armani (59-64) con 2’35” sul cronometro. Grigonis non demorde e trova la tripla del -2, la difesa dell’Olimpia regge e dopo una persa banale di Walkup si risveglia Punter per il 62-66 esterno a 50” dalla fine.

 

Lauvergne accorcia da sotto, Shields non trema dalla lunetta e firma il +4, Lekavicius sbaglia dalla lunga e il danese mette giustamente il punto esclamativo sul match con Milano che sbanca Kaunas 64-69 e centra una vittoria utile ad avvicinarla decisamente ai playoff facendo proprio il doppio confronto con i verdi, oltre a tornare al terzo posto (18 vinte e 10 perse) a sei giornate dalla conclusione della regular season. 

 

Zalgiris Kaunas – AX Armani Exchange Milano 64-69:il tabellino

(13-19, 19-15, 13-16, 19-19)

 

Zalgiris Kaunas: Walkup, Blazevic ne, Lekavičius 11, Hayes 7, Jankūnas 3, Lukosiunas 3, Geben, Rubit 6, Jokubaitis3, Vasturia ne, Grigonis 17, Lauvergne 15. All.: Martin Schiller.

 

Olimpia Milano: Punter 14, Micov, Moraschini ne, Roll 4, Rodriguez 4, Tarczewski 2, Biligha, Shields 23, Evans 2, Hines10, Datome 10. All.: Ettore Messina.

 

La classifica di Eurolega dopo la 28esima giornata: euroleague.net/main/standings

I più visti

Leggi tutto su Sport