Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Costume e Società
    • Arredamento
    • Ricette
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Libri
    • Hobby
    • Come fare
    • Motori
  • Video
    • Tutto
    • Arredamento
    • Come fare
    • Costume e società
    • Divertenti
    • Green
    • Hobby
    • Per Conoscere
    • Ricette
    • Sport
    • Top Video
    • Viaggi
    • Risorgimento Digitale
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 20 giugno 2021 - Aggiornato alle 02:00
Live
  • 22:05 | Basket, ad Amburgo l’Italia stende anche la Repubblica Ceca 83-71
  • 21:05 | Ewan McGregor e il film sulla scalata dell’Everest
  • 20:38 | Matteo Berrettini è in finale sull’erba del Queen’s
  • 19:09 | Covid: quanti sono i morti, regione per regione
  • 19:03 | MotoGP 2021, Germania: Rossi 'vede nero' per la gara e il 2022
  • 19:02 | Chi vuole, potrà avere la seconda dose di AstraZeneca
  • 17:30 | In Italia 1.197 nuovi positivi su 250mila tamponi. 28 i morti
  • 17:24 | Covid, come ottenere il Green pass sull’app Immuni
  • 17:01 | Iran, il nuovo presidente è l'ultraconservatore Raisi
  • 15:59 | MotoGP 2021, Germania: Zarco centra la pole position al Sachsenring
  • 15:45 | La nuova fondazione di Kate Middleton
  • 15:27 | Il Museo Etnografico di Sassari diventa un atelier
  • 14:13 | Edoardo e Sophie di Wessex festeggiano 22 anni di matrimonio
  • 13:15 | Litosfera: com'è fatta la Terra
  • 12:15 | Filetto di salmone al forno con patate
  • 12:15 | Estate 2021: le soluzioni preferite dagli italiani
  • 12:07 | Ibrahimovic operato al ginocchio
  • 11:56 | Mancini pensa a un po’ di turnover per il Galles
  • 11:45 | Chi è Florin Vitan, tiktoker che sogna di fare l'attore
  • 11:45 | Tabella tempi di cottura sottovuoto bassa temperatura
EuroCup: Kazan resiste e piega la Virtus 85-81 in gara 2 dei quarti Aleksandar "Sasha" Djordjevic - Credit: Michele Nucci / IPA / Fotogramma
BASKET EUROCUP 2020-2021 9 aprile 2021

EuroCup: Kazan resiste e piega la Virtus 85-81 in gara 2 dei quarti

di Federico Bandirali

Belinelli (33) guida la rimonta di Bologna dal -18, ma l’Unics la spunta in volata: si va alla “bella”

L’Unics Kazan ha battuto 85-81 la Virtus Bologna in gara 2 dei quarti di finale di Eurocup 2020/2021 nonostante la rimonta dei felsinei dal -18 con un Belinelli superlativo (33), guadagnandosi così la “bella” in terra emiliana per decidere quale tra le due compagini accederà alla serie finale e, molto probabilmente, alla prossima Eurolega.

Partita strana con i russi subito avanti ma le Vu Nere sempre in scia, prima di uno strappo a cavallo dei quarti centrali per il +18 Unics a cui è seguita la veemente reazione felsinea coronata dal canestro dell’81 pari di Teodosic a 19” dal termine.

 

Secondi in cui Bologna ha pasticciato permettendo a Smith di archiviare la pratica e chiudere a 19 la striscia di vittorie consecutive stagionali in Europa della Virtus (con annessa imbattibilità), totale che sale a 20 considerando anche la stagione.

 

Doppia cifra solo per il “Beli”,  l’asso serbo e Hunter tra gli ospiti, mentre i padroni di casa oltre ad avere più bocche da fuoco e il vantaggio non indifferente del proprio pubblico sugli spalti, hanno saputo reagire a una rimonta che sembrava aver girato l’inerzia della partita restando lucidi nella tesissima volata finale.

Unics Kazan – Virtus 85-81

La tensione è palpabile sin dalla palla a due con i padroni di casa avanti 5-4 dopo 3’ di gioco e polveri a dir poco bagnate. Tessitori prova ad affondare il primo allungo Virtus, Canaan risponde con la seconda tripla di serata e Theodore firma il controsorpasso interno a 3’ dalla prima sirena (12-10). Belinelli e Markovic si alzano dalla panchina, Bologna fatica dall’arco ma trova buone soluzioni da Abass e resta in scia, prima che Woters dalla lunga mandi in archivio i primi 10’ di gioco sul 18-14 Kazan.

 

Belinelli inizia a prendere confidenza con il canestro, Wolters replica con una tripla dall’angolo poi Brown nel verniciato alza il volume e permette al compagno di ripetersi per il 24-16 Unics.

 

Ricci e Hunter provano a rimettere in scia i felsinei, Belinelli insiste e l’equilibrio non si spezza fino al 35-31 a 3’ dalla pausa lunga con Teodosic a fare la differenza offensivamente insieme all’ex Spurs, caldo anche dall’arco. Smith si riscopre realizzatore, una serie di liberi da ambo le parti sorride ai russi poi Cannan e Klimenko lanciano la fuga dei russi per il 47-37 a metà gara.

 

Al rientro sul parquet la Virtus, deficitaria dalla lunga, resta aggrappata alla partita con Tessitori e Teodosic a replicare all’ex Okaro White in collaborazione col solito Morgan. Theodore incrementa il bottino personale poi Brown inchioda il 60-42 a 4’ dalla penultima sirena. Bologna sembra in bambola, Hunter tampona l’emorragia poi Belinelli sale letteralmente in cattedra e con 11 punti filati – incluso un gioco da 4 punti – riporta le Vu Nere sul -9.

L’Unics spreca con Smith, Teodosic ringrazia per il favore e non trema dalla linea della carità fissando il punteggio sul 71-61 a 10’ dal termine.

 

Kazan prova a riprendere il filo del discorso con un 5-0 lampo, Belinelli risponde con 6 punti (tripla e tre gite in lunetta) per il -9 Bologna. Teodosic insiste, ma l’Unics trova punti da Theodore e White per l’80-71 con 4’ sul cronometro. Belinelli ruba palla e appoggia comodamente il -5 dopo due punti di Pajola per il -2 Virtus, Brown trema ai liberi per il +4 interno, ma l’ex Spurs e l’asso serbo confezionano il pareggio a quota 81 con 19” da giocare.

 

Djordjevic sceglie di mandare in lunetta i russi e avere il possesso per vincerla, Smith non trema mentre le Vu Nere perdono palla complice un egregio lavoro difensivo di Brown, poi lo statunitense si ripete e l’Unics Kazan batte la Virtus Bologna 85-81 guadagnandosi gara 3 dei quarti alla Segafredo Arena. Per la truppa di coach Djordjevic si chiude a 19 la striscia di vittorie consecutive in questa stagione di EuroCup (20 in totale), ma vista la rimonta dal -18 guidata dai 33 di Belinelli l’atto decisivo della serie appare quantomeno alla portata.

 

Unics Kazan - Segafredo Virtus Bologna 85-81: il tabellino

(18-14; 29-23; 24-24; 14-20)

 

Unics Kazan: Brown 6, Canaan 19, Zhbanov 0, Wolters 8, White 12, Klimenko 3, Uzinskii 0, Smith 8, Morgan 11, Holland 3, Theodore 15. All.: Priftis.

 

Virtus Bologna: Tessitori 6, Abass 2, Pajola 2, Alibegovic 0, Markovic 3, Ricci 7, Adams 0, Belinelli 33, Hunter 10, Weems 2, Teodosic 11, Gamble 5. All. Djordjevic.

I più visti

Leggi tutto su Sport