• News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Tecnologia
    • Gossip e Celebrità
    • Spazio Solidale
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • People
    • Tutto
    • Gossip e Celebrità
    • Social e Influencer
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Arredamento
    • Ricette
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Hobby
    • Come fare
  • Video
    • Tutto
    • Arredamento
    • Come fare
    • Costume e società
    • Divertenti
    • Green
    • Hobby
    • Moda
    • Ricette
    • Sport
    • Tecnologia
    • Top Video
    • Viaggi
    • Risorgimento Digitale
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 25 gennaio 2022 - Aggiornato alle 21:21
News
  • 21:21 | Eurocup, il Ratiopharm Ulm travolge la Virtus Bologna 84-68
  • 18:16 | Tennis, Malagò: Berrettini orgoglio azzurro, Goggia ci proverà
  • 18:11 | Udinese, ricorso respinto: resta il ko con l'Atalanta
  • 18:07 | Crisi ucraina, torna la “politica di potenza”
  • 16:43 | Feste a Downing Street, indaga la polizia: bufera su Johnson
  • 15:31 | Australian Open, Berrettini sfiderà Nadal in semifinale
  • 15:02 | Drammatico sbarco a Lampedusa
  • 13:18 | Juventus-Vlahovic accordo in chiusura. Per Sky a 75 milioni
  • 13:15 | Vlahovic verso la Juventus, striscioni di insulti a Firenze
  • 11:26 | Con Vlahovic alla Juve, la Fiorentina si butta su Cabral del Basilea
  • 11:22 | L’Inter ci prova per Gosens
  • 10:53 | In arrivo una modifica della quarantena alle elementari
  • 10:42 | La classifica delle città più care d'Italia
  • 10:29 | Il Milan ha preso il giovane attaccante Marko Lazetic
  • 10:07 | I 35 convocati per lo stage azzurro
  • 10:00 | Fascia d'età 5-11 anni: come vanno le vaccinazioni
  • 09:52 | Per la prima volta in 3 mesi sono calati i positivi totali
  • 09:38 | Omicron, potremmo aver raggiunto il plateau della curva
  • 09:15 | Tragedia fuori dallo stadio in Coppa d’Africa
  • 08:55 | La Fiorentina apre alla cessione di Vlahovic: c’è la Juve
Nole Djokovic rompe il silenzio, ecco cosa ha scritto su Instagram Novak Djokovic - Credit: PATRICK HAMILTON / IPA / Fotogramma
TENNIS 12 gennaio 2022

Nole Djokovic rompe il silenzio, ecco cosa ha scritto su Instagram

di Giovanni Teolis

Il tennista ha ammesso di avere concesso un’intervista sapendo di essere positivo

Novak Djokovic esce allo scoperto e decide di rompere il silenzio.

In questi giorni il tennista serbo, numero 1 al mondo, è al centro di tante polemiche, ancor più da quando alcune ricostruzioni giornalistiche avrebbero evidenziato un suo comportamento particolarmente disinvolto anche nei giorni in cui veniva accertata la sua positività al Covid. E così sul suo profilo Instagram Djokovic ha deciso di scrivere un lungo post per dire la propria, ammettendo che il suo team ha sbagliato - in buona fede - a compilare la domanda per il visto per entrare in Australia e anche di aver concesso a dicembre un’intervista all'Equipe sebbene sapesse di essere positivo al Covid.

 

 


Ecco per esteso quanto scritto da Djokovic sul suo account social:

 

 

“Voglio chiarire quanto viene continuamente riportato in maniera erronea a proposito delle mie attività e della mia presenza ad alcuni eventi in dicembre nell’immediata vigilia del risultato positivo al test PCR. Queste notizie non veritiere devono essere corrette, soprattutto per fugare le perplessità sulla mia presenza in Australia, e per puntualizzare alcuni aspetti che sono molto dolorosi e preoccupano la mia famiglia.


Voglio sottolineare che mi sono impegnato molto per assicurare che tutti intorno a me fossero nella massima sicurezza e mi sono impegnato a rispettare i miei obblighi relativi ai test. Ho assistito a una partita di basket a Belgrado lo scorso 14 dicembre dopo la quale mi è stato detto che parecchi individui sono risultati positivi al COVID-19. Nonostante non avessi alcun sintomo, ho fatto un test antigenico il 16 dicembre ed è risultato negativo, e per essere ancora più sicuro, lo stesso giorno mi sono sottoposto ad un test PCR ufficiale.


Il giorno seguente ho partecipato a un evento tennistico a Belgrado per consegnare premi a [un gruppo di] bambini e ho fatto un test antigenico rapido prima di partecipare all’evento. Il test è risultato negativo. Ero asintomatico e mi sentivo bene, e non ho ricevuto la notifica del risultato positivo del test PCR fino a dopo la fine di quell’evento.


Il giorno seguente, il 18 dicembre, ero al mio centro tennis a Belgrado per assolvere ad un impegno che avevo preso tanto tempo prima con l’Equipe per una intervista e un servizio fotografico. Ho cancellato tutti gli altri eventi per la giornata, tranne l’intervista con l’Equipe. Mi sentivo in obbligo di procedere con l’intervista con l’Equipe perché non volevo deludere i giornalisti, ma mi sono assicurato di essere rimasto a debita distanza ed ho indossato la maschera ad eccezione dei momenti nei quali sono state scattate le fotografie.


Mentre tornavo a casa dopo l’intervista per procedere al mio isolamento, ho valutato di aver commesso un errore di giudizio e sono pronto ad accettare che avrei dovuto rimandare l’impegno. Per quel che riguarda la mia dichiarazione di viaggio, è stata compilata per me dal mio team – come ho detto agli ufficiali di frontiera al mio arrivo – e il mio agente si scusa sinceramente per l’errore amministrativo nel selezionare la casella sbagliata in relazione ai miei viaggi prima del mio trasferimento in Australia. È stato un errore e certamente in buona fede. Stiamo attraversando un periodo molto difficile in questa pandemia e qualche volta questi errori possono accadere. Oggi il mio team ha fornito informazioni supplementari al Governo australiano per chiarire questa questione.


Sebbene ritengo sia stato importante puntualizzare questi aspetti e chiarificare le informazioni errate che circolano, non farò più alcuna dichiarazione per rispetto al Governo australiano, alle loro autorità e al processo in corso. È sempre un onore e un privilegio giocare all’Australian Open. Questo torneo è adorato dai giocatori, dai tifosi e dalla comunità, non solamente in Victoria e in Australia, ma in tutto il mondo, e voglio avere la possibilità di competere contro i migliori giocatori del mondo ed esibirmi davanti a uno dei migliori pubblici del mondo”.

 

I più visti

Leggi tutto su Sport