Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Arredamento
    • Ricette
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Libri
    • Hobby
    • Come fare
    • Motori
  • Video
    • Tutto
    • Risorgimento Digitale
    • Divertenti
    • Sport
    • Top Video
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Codici Sconto
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 05 dicembre 2020 - Aggiornato alle 15:31
Live
  • 14:45 | Addio al penultimo cane della regina Elisabetta
  • 14:23 | Leonardo Lamacchia, chi è il cantante di Amici 2020
  • 13:47 | Tradizioni natalizie italiane, le più belle
  • 13:39 | Come riconoscere un bugiardo, i segnali
  • 13:30 | Irina Shayk e la figlia a spasso per New York
  • 13:19 | Maria Teresa Ruta: quanti figli ha?
  • 13:19 | Ai cani piacciono davvero le coccole?
  • 12:48 | La playlist di TIMMUSIC delle canzoni dedicate a Nelson Mandela
  • 12:44 | Arredamento classico moderno
  • 12:34 | Dentifricio al carbone fatto in casa
  • 12:27 | Il Milan a Genova senza Kjaer e Ibrahimovic
  • 12:24 | Stufe elettriche a basso consumo energetico, perché sceglierle
  • 12:00 | Kendall Jenner ha salvato la vita alla sorella
  • 11:25 | La Russia ha iniziato a somministrare il suo vaccino
  • 11:00 | Focaccia al farro con olive e rosmarino
  • 10:59 | L’Inter contro il Bologna per avvicinarsi alla vetta
  • 09:10 | Le 8 regioni che cambiano colore dal 6 dicembre
  • 07:56 | Formula 1, Leclerc scommette su Russel in Bahrein
  • 06:20 | Le migliori app del 2020 secondo Apple
  • 06:13 | Ondata di pioggia, neve e maltempo sull'Italia
Basket, Champions League: Bamberg passeggia a Bologna con la Fortitudo Romeo "Meo" Sacchetti - Credit: Simone Lucarelli / Fotogramma
BASKETBALL CHAMPIONS LEAGUE 2020-2021 28 ottobre 2020

Basket, Champions League: Bamberg passeggia a Bologna con la Fortitudo

di Federico Bandirali

Le tante assenze condizionano il ritorno di Bologna in Europa dopo 12 anni: Il Brose vince 63-100

Se il buongiorno si vede dal mattino, per la Fortitudo Bologna il ritorno nelle coppe europee è l’antipasto di una campagna nella Basketball Champions League 2020/2021 che si preannuncia avara di soddisfazioni salvo auspicabile cambio di rotta.

La truppa di coach Meo Sacchetti, infatti, bagna il ritorno in Europa dopo oltre due lustri dall’ultima volta (12 anni) con una sconfitta senza appello contro i tedeschi del Bamberg, capaci di sommergere la Effe a domicilio 63-100.

 

Fortitudo Lavoropiù Bologna – Brose Bamberg 63-100

La Fortitudo recupera in extremis Matteo Fantinelli dopo l’infortunio alla caviglia che lo aveva costretto a saltare il match di campionato contro l’Olimpia Milano ma solo per “far numero” in panchina, perde a poche ore dalla palla a due l’oggetto misterioso Tre’Shaun Fletcher - positivo alla Covid-19 e asintomatico - oltre a dover fare a meno di Ethan Happ, infortunatosi contro l’Armani e assente per il ritorno in Europa dei felsinei.

 

E, come da Dpcm, non può nemmeno contare dell’appoggio di un numero contingentato di tifosi in una serata comunque storica, con la Unipol Arena sostanzialmente vuota e un clima quasi surreale.

 

Sacchetti, evidentemente con gli uomini contati, lancia capitan Mancinelli nello starting five confermando anche Sabatini, ma i tedeschi del Bamberg scappano subito via anche grazie ai canestri del natio di Bologna Michele Vitali (il 31 ottobre 1991 e capace di chiudere con 17 punti, 4 triple a bersaglio su altrettanti tentativi e 4 assist in 28’ sul parquet) volando sul 4-12. Adrian Banks guida la reazione della Effe, Mancinelli lo aiuta e un parziale di 7-0 diventa poi un 10-2 che, dopo 6’ di gioco, ristabilisce la parità a quota 14.

 

Causa assenze, però, le rotazioni emergenziali di Sacchetti sono inevitabilmente corte, e nonostante i tanti giovani provini a fare del loro meglio a questi livelli non è abbastanza. Gli ospiti, infatti, ne approfittano per piazzare un controbreak di 0-9 in 3’ scarsi (14-23), con la Fortitudo Bologna che ricuce solo parzialmente fino al 18-26 della prima sirena.

 

A inizio secondo quarto i tedeschi salgono in doppia cifra di vantaggio aumentando l’intensità difensiva con un parziale di 3-5 che vale il 21-31. La furia del Bamberg davanti ad una Effe impotente si scatena dopo un paio di minuti di “pausa, con gli ospiti che salgono sul +20, lo mantengono alla pausa lunga (31-51) e fanno partire anzitempo i titoli di coda.

 

Al rientro sul parquet la Fortitudo non ci prova nemmeno, e complici i problemi di falli di Totè e Mancinelli (17) si affida al solo Banks in una serata da soli due punti per Aradori sprofondando sul -30 a 10’ dalla conclusione. Bamberg si ferma e non infierisce oltre, Palumbo rimpolpa il proprio bottino personale (10) e il 18enne Ugo Simon all’esordio realizza i suoi primi due punti.

 

Purtroppo, però, è l’unica nota lieta o quasi per Sacchetti, che vede i suoi sprofondare ancor più fino al 63-100 finale. Risultato dell’esordio in BCL financo benevolo, considerando gli ospiti hanno smesso di spingere sull'acceleratore nel secondo tempo.

 

Il tabellino: Fortitudo – Bamberg 100-63

Fortitudo Bologna: Sabatini 4, Banks 14, Aradori 2, Withers 8, Mancinelli 17; Palumbo 10, Tote 6, Dellosto, Simon 2; Fantinelli ne. All. Sacchetti.

 

Bamberg: Ogbe 4, Sengfelder 8, Vitali 17, Larson 23, Kravish 8; Lockhart 19, Fieler 16, Hundt 3, Lasisi 2, Odiase; Plescher ne, Bacoul ne. All.: Roijakkers.

I più visti

Leggi tutto su Sport