TimGate
header.weather.state

Oggi 23 maggio 2022 - Aggiornato alle 03:00

 /    /    /  Eurocup, il Ratiopharm Ulm travolge la Virtus Bologna 84-68
Eurocup, il Ratiopharm Ulm travolge la Virtus Bologna 84-68

Sergio Scariolo, coach della Virtus- Credit: Simone Lucarelli / Fotogramma

BASKET EUROCUP 2021-202225 gennaio 2022

Eurocup, il Ratiopharm Ulm travolge la Virtus Bologna 84-68

di Federico Bandirali

Le Vu Nere, ancora senza Teodosic e Mannion, partono male, resistono ma crollano nel finale in casa dei tedeschi

Nel match valido per l’undicesima giornata dell’Eurocup di basket 2021/2022 il Ratiopharm Ulm travolge la Virtus Bologna e, dilagando nel finale, si impone 88-99 infliggendo ai felsinei la quarta sconfitta nel Gruppo B (a fronte di 6 vittorie e con una partita da recuperare) con i tedeschi al quinto posto e avvicinatisi in classifica. Partita “storta” sin dall’inizio per le Vu Nere, ancora senza Teodosic, con i padroni di casa a rispondere al primo ( e unico) canestro di Sampson piazzando un parziale di 12-0, per poi amministrare e dilatare il margine di vantaggio trascinati da un sontuoso Blossomgame nel verniciato (20 e 11 rimbalzi) e da Christon, a cui si è aggiunto il prezioso contributo di Klepseiz (10 con un 3/3 da due e 2/3 dall’arco) e Thornwell.

 

Per Scariolo, magra consolazione, confortanti le prestazioni di Tessitori e Alibegovic, mentre Weems e Belinelli hanno sostanzialmente sparato a salve dalla lunga, con l’azzurro pessimo anche nelle percentuali da 2 (2/6 a cui aggiunge un 3/9 nelle triple) e lo statunitense a dir poco deficitario dall’arco (1/7), in una serata nella quale l’8/30 di squadra dai 6,75 non è stato comunque la sola chiave di una sconfitta “pesante” nel senso più ampio del termine.

Ulm-Virtus 84-68

Bologna parte apparentemente trovando i primi due del match grazie a Samposn, a reazione dei padroni di casa è veemente e produce un parziale di 12-0 obbligando Scariolo a parlarci sopra. In uscita dal timeout i bianconeri, guidati da Jaiteh e Tessitori nel verniciato, si riportano in scia, con i tedeschi comunque ancora avanti 22-15 alla prima sirena.

 

Il centro azzurro sale in cattedra in avvio di secondo quarto mettendone 5 filati per il -2 Virtus, ma la reazione dell’Ulm non si fa attendere e, complice un altro blackout su ambo i lati del campo di Bologna, scappa nuovamente. Belinelli, pur sparando a salve, trova canestri importanti, che permettono alle Vu Nere di limitare quantomeno i danni per il 45-34 alla pausa lunga.

 

Al rientro sul parquet due triple consecutive sembrano riportare in partita Bologna ma, come un dejavù, i tedeschi riprendono a macinare gioco e allungano toccando nuovamente il +13. Le Vu Nere trovano ossigeno con gioco da tre punti convertito dal solito Tessitori, ma alla penultima sirena Ulm conduce 63-51 rendendo impervia la salita per rientrare alla Virtus nei 10’ conclusivi.

 

Blossomgame è inarrestabile e padrone del verniciato, Klepseiz perfetto dal campo mentre i bianconeri non trovano la quadra su entrambi i lati del campo crollando fino al -20. Il resto è ordinaria amministrazione per il Ratiopharm Ulm, che batte agevolmente la Virtus Bologna 84-66 dopo aver condotto sostanzialmente per 40’ reagendo ai primi due del match messi a referto dai felsinei.

Ratiopharm Ulm-Segafredo Virtus Bologna 84-68: il tabellino

(22-15, 23-19; 18-17, 21-17)

 

Ulm: Felicio 9, Christon 14, Blossomgame 20, Thornwell 10, Klepeisz 12, Jallow 8, Zugic 5, Herkenoff 3, Krimmer, Bretzel, Stoll 3.

 

Virtus: Belinelli 13, Tessitori 14, Pajola, Alibegovic 8, Ruzzier, Jaiteh 8, Alexander 7, Weems 14, Cordinier 2, Sampson 2, Ceron.