TimGate
header.weather.state

Oggi 09 agosto 2022 - Aggiornato alle 18:36

 /    /    /  EuroCup: la Virtus fa suo il derby italiano, Venezia piegata 90-84
EuroCup: la Virtus fa suo il derby italiano, Venezia piegata 90-84

Milos Teodosic- Credit: GIANNISCHICCHI / Fotogramma

BASKET EUROCUP 2021-202216 novembre 2021

EuroCup: la Virtus fa suo il derby italiano, Venezia piegata 90-84

di Federico Bandirali

Bologna scappa sul +20, Vitali riporta sotto la Reyer ma Hervey e Teodosic guidano le Vu Nere al successo in volata

Nella sfida valida per la quinta giornata dell’EuroCup di basket 2021/2022, la Virtus Bologna fa suo il derby italiano piegando la Reyer Venezia 90-84 al termine di un match combattuto, che chiude la striscia di due sconfitte europee consecutive bianconera, nonostante l’assenza di Marco Belinelli e quella nel secondo tempo di JaKarr Sampson, importante nei primi 20’ ma rimasto negli spogliatoi dopo la pausa lunga. La Segafredo sale così a tre vittorie e due sconfitte (secondo posto in classifica) nel Gruppo B, mentre Venezia dopo il successo sul Buducnost incassa in volata il terzo ko nelle cinque uscite europee, pur dimostrando di essere squadra in grado di ambire a passare la prima fase.

 

Decisivi per una Virtus salita sul +20 nel terzo quarto e poi rimontata fino al finale punto a punto da una Reyer guidata dai 26 di Michele Vitali - ben supportato da Daye, Sanders e un Watt limitato dai problemi di falli – i canestri pesanti di un Teodosic impreciso dal campo ma capace di produrre dalla lunetta e per gli altri (22 e 7 assist).

 

Hervey e Cordinier ne sono stati principali beneficiari, determinati se uniti al dominio a rimbalzo di Jaiteh e alla difesa di Pajola: essenziale nonostante i soli due punti dal campo per la vittoria felsinea, costruita fondamentalmente tenendo a quota 0 la bocca da fuoco orogranata Stefano Tonut.

Virtus Bologna-Reyer Venezia 90-84

Alla Segafredo Arena Weems, dopo una persa di Tonut complice l’eccellente difesa di Pajola mette i primi due del match. La Virtus insiste e vola sul 6-0 grazie a Hervey, ma Brooks rompe il digiuno della Reyer con 8’ sul cronometro del quarto e, un minuto dopo, Vitali replica con tripla e jumper dalla media per il controbreak di 0-7 che vale il sorpasso ospite. Sampson chiude il parziale, l’esterno azzurro replica dalla lunga poi Teodosic si iscrive a referto per la perfetta parità a quota 10 al passaggio di metà quarto.

 

In avvio di secondo quarto la Reyer si rifà sotto con Daye che sale in cattedra e prima ne regala due comodi a Sanders, poi si mette in proprio dalla lunga per il 24-20 interno. Cordinier ferma il parziale trovando e convertendo un gioco da tre punti, ma il figlio dell’ex Pesaro Darren è “on fire” e appoggia in tap-in il -5 ospite, che dopo un timeout di Scariolo diventa sorpassa grazie a 5 filati di un Watt “accademico” nel verniciato.

 

Hervey replica con 4 punti consecutivi, trema dalla linea della carità ma un gioco da tre punti convertito da Sampson segna lo strappo delle Vu Nere, che insistono con quattro liberi che tolgono Daye dal match mentalmente e una tripla di Teodosic volando sul +9. Phillip chiude il break con un libero, Pajola dopo aver fatto tante cose utili si iscrive a referto dalla lunetta, poi il play di Venezia trova un’altra tripla ma l’asso serbo trova e converte tre gite in lunetta, con Vitali a ridurre il gap fino al 45-37 Bologna alla pausa lunga.

 

Al rientro sul parquet della Segafredo Arena la Virtus cambia decisamente marcia su ambo i lati del campo, difende con intensità senza concedere nulla di facile all’attacco della truppa di De Raffaele e ne approfitta per colpire in contropiede e transizione guidata dalla regia di Teodosic volando sul 59-39 con parziale di 14-2 ispirato dal solito Hervey, mentre Sampson resta negli spogliatoi causa problemi fisici da verificare dopo quelli muscolari accusati recentemente.

Venezia non ci sta e, guidata da Michele Vitali e da un ritrovato Daye, piazza uno 0-10, Cordinier prova a ergersi protagonista ma l’esterno azzurro è caldo e Echodas corregge un proprio errore allo scadere per il 65-55 Virtus alla penultima sirena, con Weems gravato di 4 falli.

 

Hervey e Teodosic provano ad allungare ancora, Vitali non è decisamente d’accordo e trova buona sponda in un Sanders finalmente incisivo per riportare Venezia sul -5. Teodosic pur sbagliando molto dal campo non fa altrettanto dalla lunetta (11/12), Pajola chiude i conti con i primi due dal campo dopo una prova comunque eccellente e la Virtus Bologna batte 90-64 la Reyer Venezia nel derby d’Italia di EuroCup, rialzandosi nonostante i tanti problemi fisici degli uomini di Scariolo dopo due ko consecutivi in Europa.

Segafredo Virtus Bologna – Umana Reyer Venezia 90-84: il tabellino

(24-15, 21-22; 24-22, 21-25)

 

Virtus Bologna: Tessitori 2, Cordinier 13, Mannion, Pajola 6, Alibegovic, Hervey 26, Ruzzier ne, Jaiteh 5, Alexander 5, Sampson 4, Weems 7, Teodosic 22. All.: Sergio Scariolo.

 

 

Reyer Venezia: Stone, Tonut, Daye 15, De Nicolao, Sanders 9, Phillip 9, Echodas 4, Mazzola, Brooks 8, Cerella, M. Vitali 26, Watt 13. All.: Walter De Raffaele.