Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • People
    • Tutto
    • Gossip e Celebrità
    • Social e Influencer
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Arredamento
    • Ricette
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Hobby
    • Come fare
  • Video
    • Tutto
    • Arredamento
    • Come fare
    • Costume e società
    • Divertenti
    • Green
    • Hobby
    • Moda
    • Ricette
    • Sport
    • Tecnologia
    • Top Video
    • Viaggi
    • Risorgimento Digitale
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 17 ottobre 2021 - Aggiornato alle 01:00
News
  • 18:28 | 7 cose da fare e da vedere ad Ascoli
  • 00:59 | L’amaro ritorno di Inzaghi all’Olimpico: Lazio-Inter 3-1
  • 00:27 | La vittoria in rimonta del Milan sul Verona (3-2)
  • 21:55 | Come vedere in tv tutte le partite della Serie A TIM, della Champions e molto altro
  • 20:37 | I ballottaggi delle elezioni comunali a Roma e in altri 64 comuni
  • 18:49 | Francia, tamponi a pagamento per incoraggiare le vaccinazioni
  • 18:15 | Il nuovo record di tamponi: oltre mezzo milione in 24 ore
  • 17:00 | Covid, i dati del 16 ottobre: tasso di positività allo 0,6%
  • 13:00 | Come funziona l'app che verifica i codici dei green pass
  • 12:02 | Il discorso di Mattarella per la Giornata Mondiale dell'Alimentazione
  • 11:55 | Effetto Green Pass: aumentano i vaccini somministrati
  • 11:23 | Milan, anche Brahim Diaz positivo al Covid-19
  • 11:04 | La riapertura dei confini degli Stati Uniti
  • 10:46 | Il programma dell’ottava giornata di campionato
  • 10:06 | Basket, Serie A 2021/2022: il programma della quarta giornata
  • 08:10 | De Rossi, Vieri e Del Piero sono pronti per fare gli allenatori
  • 03:32 | Lucy nel cielo alla scoperta degli asteroidi troiani di Giove
  • 01:47 | Così la sostenibilità è entrata nelle nostre vite
  • 00:26 | Fantacalcio Serie A TIM: la terza puntata del reality
  • 23:11 | Eurolega, l’Olimpia Milano cala il poker: Efes Istanbul piegato 75-71
Eurolega: l’Olimpia Milano piega anche il Maccabi Tel Aviv 83-72 Devon Hall e Sergio Rodriguez - Credit: Simone Lucarelli / Fotogramma
BASKET EUROLEGA 2021-2022 12 ottobre 2021

Eurolega: l’Olimpia Milano piega anche il Maccabi Tel Aviv 83-72

di Federico Bandirali

Terzo successo consecutivo in Europa dell’Armani dopo 20’ dominati e un finale in calando contro i rivali israeliani

L’Olimpia Milano non arresta la propria marcia europea e, nella classica sfida della terza giornata dell’Eurolega 2021-202,2 conserva l’imbattibilità europea piegando senza penare nemmeno troppo gli storici rivali del Maccabi Tel-Aviv 83-72 al termine di una partita dominata per 20’ su ambo i lati del campo e rimessa parzialmente in discussione solo nel finale.

 

Seconda prestazione convincente consecutiva per Malcolm Delaney, con i soliti Melli, Rodriguez, Shields e Hines a dare il proprio contributo in entrambe le fasi di gioco e la coppia Hall-Mitoglou a dir poco convincente in una vittoria figlia anche dell’ottima circolazione di palla mostrata per 20' abbondanti.

Milano resta quindi capolista in attesa di sfidare i campioni in carica dell’Efes Istanbul sempre tra le mura amiche del Forum di Assago venerdì 15 ottobre ( anche se i turchi non hanno ancora vinto in stagione).

 

Poco da commentare rispetto alla prestazione dei “gialli” di coach Sfairopoulos, con Wilbekin oscurato dalla difesa milanese quando contava, e i soli Lessort e Nunnally (ex di serata non rimpianto) a dare qualcosa in attacco nella prima metà di gara, chiusa sotto di 22 punti. Il resto è stata pura accademia, con gli israeliani che dopo aver provato a rimontare nel finale di terzo quarto ci hanno riprovato anche nel finale di gara senza però riuscirci..

Olimpia Milano-Maccabi Tel Aviv 83-72

Nunnally apre il match realizzando dalla lunga contro la sua ex squadra, un Delaney subito in palla sblocca i padroni di casa e, dopo 2’30” pieni di errori, Hall dall’arco replica a un appoggio Lessort impattando a quota 5. Il play di Milano inventa per sé e per gli altri, la difesa meneghina sale d’intensità e dopo un tecnico fischiato a Evans non trema dalla lunetta per poi segnare dai 6,75 lanciando l’Olimpia sul +6, subito rintuzzato da Reynolds per il 13-9 interno al passaggio di metà quarto.

 

La difesa del Maccabi è quantomeno tenera, Wilbekin fa danni e poco altro incluso un antisportivo in attacco su Delaney, con i padroni di casa ad approfittarne per piazzare un 9-0 chiuso da due liberi del play ospite per il 22-11 Armani a 2’ dalla prima sirena. I “gialli” di coach Sfairopoulos tornano in singola cifra di svantaggio dopo due liberi di Nunnally, Williams insiste ma Rodriguez trova il fondo della retina dall’arco per il 26-15 biancorosso alla fine del primo quarto.

 

Reynolds accorcia subito, Hines però lavora bene a rimbalzo mentre il solito Shields e un Mitoglou efficace in uscita dalla panchina su ambo i lati del campo regalano il +15 all’Olimpia. La difesa milanese concede poco, il lungo greco punisce per la seconda volta dalla lunga la difesa del Maccabi che sprofonda sul -19 (40-21) costringendo Sfairopoulos a parlarci sopra per arginare la tempesta.

 

Gli ospiti trovano subito un 4-0, Messina non la prende benissimo ma Mitoglou si ripete in uscita dal timeout meneghino. Gli ospiti continuano a faticare su ambo i lati del campo, Melli è tanto essenziale quanto efficace mentre Delaney si fa beffe della difesa lucrando e convertendo i due liberi del +20 (47-27) Ax a 3’30” dall’intervallo lungo.

 

Wilbekin forza senza mai trovare punti, Milano tocca il +22 che tale resta alla pausa lunga dopo due liberi di un eccellente Devon Hall (52-30). Quasi perfette le rotazioni difensive dei padroni di casa unite ad un’ottima circolazione di palla in attacco, mentre il Maccabi paga staticità offensiva e una prestazione quantomeno rivedibile nella propria metà campo.

 

Nunnally non demorde e al ritorno sul parquet trova e converte un gioco da 3 punti, Hall risponde attaccando il ferro con Milano che continua a non concedere nulla in difesa conservando 22 lunghezze di vantaggio a 5’ dalla penultima sirena (57-35). Ennesima tripla di Mitoglou, il Maccabi prova a rientrare con due canestri dall’arco di Wilbekin, ma Datome chiude il 9-0 ospite replicando con la stessa moneta e alla penultima sirena Milano conduce ancora 63-49 nonostante i soli 11 punti realizzati nel quarto.

 

Mitoglou apre la frazione conclusiva con due comodi su assist di Shields, poi si ripete regalando nuovamente il +18 a una Milano che grazie alla presenza del greco anche in difesa e alla verve realizzativa dall’arco di Hall mantiene inalterato il vantaggio, prima di un gioco da 4 punti di Williams per il 73-58 interno a meno di 6’ dal termine. L’Olimpia rallenta visibilmente, il Maccabi non è nelle condizioni per approfittarne davvero e ribaltare tutto, così Milano centra così la terza vittoria in altrettante partite di Eurolega imponendosi sul Maccabi Tel-Aviv.

AX Armani Exchange Milano – Maccabi Fox Tel Aviv 83-72: il tabellino

(26-15, 26-15, 11-19, 20-23)

 

Milano: Melli 8, Grant 2, Rodriguez 9, Tarczewski 2, Ricci 1, Moraschini ne, Hall 17, Delaney 10, Mitoglou 16, Shields 9, Hines 6, Datome 3. All.: Messina.

 

Maccabi: Wilbekin 8, Evans 5, Caloiaro, Williams 19, Taylor, Reynolds 13, Sorkin 1, Dibartolomeo, Cohen ne, Nunnally 16, Lessort 10, Ziv. All.: Sfairopoulos. 

I più visti

Leggi tutto su Sport