TimGate
header.weather.state

Oggi 25 maggio 2022 - Aggiornato alle 08:00

 /    /    /  Eurolega: l’Olimpia Milano doma anche lo Zalgiris 65-58
Eurolega: l’Olimpia Milano doma anche lo Zalgiris 65-58

Devon Hall e Sergio Rodriguez- Credit: Simone Lucarelli / Fotogramma

BASKET EUROLEGA 2021-202228 gennaio 2022

Eurolega: l’Olimpia Milano doma anche lo Zalgiris 65-58

di Federico Bandirali

Quarta vittoria consecutiva l’Ax, a cui basta il secondo quarto per piegare i lituani e consolidare il terzo posto

Massimo risultato con il minimo sforzo concentrato nel secondo quarto: si può sintetizzare così la vittoria nel match casalingo dell’Olimpia Milano sullo Zalgiris Kaunas 65-58, utile a consolidare il terzo posto dopo la ventitreesima giornata dell’Eurolega di basket 2021/2022. L’Armani conserva così l’imbattibilità europea nel 2022 con 4 successi consecutivi (sei nelle ultime sette uscite) e 14 vittorie a fronte di 6 sconfitte in totale. Record da vera pretendente al trionfo finale, che proietta i lombardi verso i playoff con largo anticipo rispetto alla fine della regular season nonostante 3 partite da recuperare (trasferta in casa dei lituani, Zenit e Unics al Forum di Assago) e tanti infortuni “lunghi” di pedine pregiate come Shields e Mitoglou, a cui si è aggiunta l’assenza causa Covid di Jerian Grant (negativo all’ultimo tampone ma in attesa dell’ok per riprendere l’attività agonistica).

 

Buone risposte per coach Messina dalla consueta difesa quasi impenetrabile e da Hall (MVP della sfida) e Daniels, top scorer dei biancorossi a quota 12 con il secondo sempre più inserito nei meccanismi milanesi dopo un avvio di stagione “problematico” e cecchino dalla lunga, supportati dal solito trio Hines-Rodriguez-Melli e da Bentil nell’ennesima serata difficile per Delaney.

 

Poche le consolazioni per i lituani, arrivati sotto la Madonnina all’ultimo posto in classifica e privi del lungodegente Lauvergne, con Blazevic, Lekavicius e Cavanaugh ma comunque bravi a provare, pur senza esito, a tenere aperto un match abbastanza brutto da vedere, che vale comunque due preziosi punti per la lanciatissima Ax.

Olimpia Milano-Zalgiris Kaunas 65-58

Lo Zalgiris approccia meglio il match e scappa subito piazzando un parziale di 0-7 in un amen ispirato da Lekavicius. Daniels accende Milano dalla lunga, Hall e Rodriguez fanno la loro parte e in un attimo il controbreak di 10-3 che vale la parità a quota 10 è servito. L'equilibrio, però, non si spezza, e alla prima sirena il tabellone luminoso del Forum indica 20-20.

 

L’Olimpia si accende nel secondo quarto con la profondità del roster biancorosso che fa la differenza, Datome ci mette lo zampino insieme al play spagnolo per il +5 interno, l’Olimpia insiste anche grazie a Bentil e Melli manda in archivio la prima metà di gara mandando a bersaglio la tripla del 39-30 Armani.

 

Al rientro sul parquet lo spartito non cambia, Milano sceglie di non correre forte di una difesa di livello con Hines che, al solito, non si nota molto ma è autore di giocate importanti in attacco e in difesa per il +14 interno. L’Olimpia, però, non affonda il colpo, si aggrappa alla difesa ma permette a uno Zalgiris coriaceo di rientrare fino al 54-45 alla penultima sirena.

 

La partita resta "bruttina e le percentuali pessime, con Milano sempre incapace di chiudere il discorso fino ai minuti finali. Nei quali Hines giganteggia in difesa piazzando due stoppate e, insieme a Rodriguez, mette il punto esclamativo sul match. L’Olimpia Milano batte lo Zalgiris Kaunas 65-58 senza giocare bene, ma conserva terzo posto ed imbattibilità europea nel 2022 ed è quello che più conta. Considerando cosa potrà diventare quando rientreranno Mitoglou e Shields.

 

A|X Armani Exchange Milano-Zalgiris Kaunas: 65-58: il tabellino

(20-20, 19-10; 15-15, 11-13)

 

Milano: Kell, Melli 6, Rodriguez 10, Tarczewski 4, Ricci, Biligha, Hall 12, Delaney 5, Daniels 12, Hines 6, Bentil 7, Datome 3. All. Messina.

 

Zalgiris: Webster 7, Blazevic 13, Lekavicius 13, Miniotas 5, Lukosiunas, Krivas, Milaknis 8, Sargiunas, Cavanaugh 10, Giffey, Ulanovas 2. All.: Zdovc.