Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • People
    • Tutto
    • Gossip e Celebrità
    • Social e Influencer
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Arredamento
    • Ricette
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Hobby
    • Come fare
  • Video
    • Tutto
    • Arredamento
    • Come fare
    • Costume e società
    • Divertenti
    • Green
    • Hobby
    • Moda
    • Ricette
    • Sport
    • Tecnologia
    • Top Video
    • Viaggi
    • Risorgimento Digitale
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 17 ottobre 2021 - Aggiornato alle 14:00
News
  • 18:28 | 7 cose da fare e da vedere ad Ascoli
  • 13:14 | Nel 2020 in Italia i poveri sono aumentati del 44%
  • 12:43 | L'appello del Papa alla liberalizzazione dei brevetti sui vaccini
  • 12:32 | Il Texas ha vietato gli sport femminili agli atleti transgender
  • 12:30 | Così la sostenibilità è entrata nelle nostre vite
  • 10:49 | Ricciardi: “Ci avviamo a una situazione di sicurezza”
  • 10:45 | Perché aumenta la fame nel mondo
  • 10:31 | La grave situazione epidemiologica in Russia
  • 09:42 | Nel 2022 la Formula 1 correrà 2 volte in Italia
  • 00:59 | L’amaro ritorno di Inzaghi all’Olimpico: Lazio-Inter 3-1
  • 00:27 | La vittoria in rimonta del Milan sul Verona (3-2)
  • 22:36 | Basket. Serie A: la Virtus “scopre” Mannion e batte Trieste 95-79
  • 22:03 | SBK 2021, Argentina: Razgatlioglu trionfa in Gara 1 su Rea e Rinaldi
  • 21:55 | Come vedere in tv tutte le partite della Serie A TIM, della Champions e molto altro
  • 20:37 | I ballottaggi delle elezioni comunali a Roma e in altri 64 comuni
  • 18:49 | Francia, tamponi a pagamento per incoraggiare le vaccinazioni
  • 18:15 | Il nuovo record di tamponi: oltre mezzo milione in 24 ore
  • 17:00 | Covid, i dati del 16 ottobre: tasso di positività allo 0,6%
  • 13:00 | Come funziona l'app che verifica i codici dei green pass
  • 12:02 | Il discorso di Mattarella per la Giornata Mondiale dell'Alimentazione
Basket, Supercoppa: Milano demolisce Treviso 108-60 ed è in semifinale Shavon Shields - Credit: LiveMedia/Ettore Griffoni / Fotogramma
BASKET FINAL EIGHT SUPERCOPPA 2021 19 settembre 2021

Basket, Supercoppa: Milano demolisce Treviso 108-60 ed è in semifinale

di Federico Bandirali

L’Olimpia tiene la NutriBullet in partita 5', poi la asfalata e si giocherà la finale con Brindisi lunedì 18 settembre

Nel terzo e penultimo quarto di finale della Supercoppa 2021 di basket in programma a Bologna, l’Olimpia Milano raggiunge Brindisi in semifinale (lunedì 20 settembre) schiantando la NutriBullet Treviso al termine di un match durato sostanzialmente 5’ prima che i lombardi alzassero un vero e proprio muro difensivo passando dal +1 al +35 in 15’.

Ai veneti, favoriti nel pronostico della vigilia, non bastano le buone prove dei “ragazzini terribili” Casarin e Bortolani (prodotto delle giovanili milanesi e in prestito nella Marca) per piazzare il colpaccio, con Jones invisibile e il duo Sokolowski-Akele nei 12 solo per onor di firma stanti anche le pesanti assenze di Imbrò, Russell e Sims: davvero troppo per la truppa di Menetti.

 

L’Armani, alla prima partita ufficiale stagionale, ringrazia invece il solito Shavon Shields e una difesa a tratti enciclopedica nella prima metà di gara, essenziale per generare tiri facili in contropiede e transizione esemplificati perfettamente dal 69-34 all’intervallo in favore dei lombardi.

 

Bene anche Alviti contro la sua ex squadra, con Mitoglou (15+11) e Melli subito parimenti pronti all’esordio ufficiale in biancorosso (un ritorno per l’azzurro ex NBA) come Hall tra gli esterni, stante anche la scelta di tener fuori per turnover Grant e Tarczewski (oltre all’infortunato Troy Daniels) da pate di coach Messina.

Milano- Treviso 108-60

L’avvio di match scorre sul filo dell’equilibrio con Shields (7)  a guidare l’attacco milanese e Treviso a rispondere con 5 triple a bersaglio con i giovanissimi Casarin e Bortolani protagonisti per il 16-15 Milano al passaggio di metà quarto. Alviti e Melli rispondono a un bel canestro dalla media di Casarin per il +4 Olimpia (21-17), poi la difesa della formazione di coach diventa impenetrabile.

Hall si fa trovare pronto con due triple imitato da Rodriguez, Mitoglou e Ricci incidono nel pitturato e alla prima sirena l’Armani conduce 36-20 sulla NutriBullet con un parziale aperto di 16-0.

 

In apertura di seconda frazione Milano doppia subito Treviso con un’affondata in contropiede di Mitoglou da palla recuperata per il 40-20 alimentando il parziale di 20-0, Bortolani lo chiude con una tripla ma Datome replica immediatamente con la partita sostanzialmente già in archivio. L’Olimpia continua a difendere egregiamente correndo il campo, Melli e Datome confezionano il +27, poi Biligha dilata ulteriormente il margine realizzando per il 54-25 Armani a metà quarto.

 

La difesa milanese è impenetrabile per una UniBullet "corta", Melli stoppa Faggian e poi inchioda il +31 biancorosso: partono i titoli di coda. Shields sale in doppia cifra, Treviso si sblocca un po’ in attacco ma dopo aver toccato il +37 con Alviti Milano conduce saldamente 69-34 alla pausa lunga.

 

Al rientro sul parquet Milano vola sul +42 grazie ad un altro 7-0 aperto da una tripla di Rodriguez e chiuso da un Mitoglou devastante (15 e 9 rimbalzi). Casarin rompe il digiuno trevigiano con una magata, Bortolani ne aggiunge 7 e argina parzialmente la mareggiata milanese per il 78-43 a metà quarto.

Shields torna a fatturare dalla lunetta, Menetti svuota la panchina e Delaney dall’arco ridà 40 lunghezze di vantaggio all’Armani, che poi amministra entrando nei 10’ finali comodamente avanti 86-47.

 

Nel garbage time finale Casarin mostra ancora lampi abbaglianti di talento, Milano però tocca addirittura il +45, il classe 2005 Pellizzari si inventa un paio di bei canestri meritandosi gli applausi del pubblico poi anche Vettori si iscrive a refert,o ma l’Olimpia non concede troppo e si impone su Treviso 108-60 ritoccando il record nello scarto di una vittoria nella fase finale della competizione: un chiaro messaggio con destinataria Brindisi in ottica semifinale.

 

Olimpia Milano – NutriBullet Treviso 108-60: il tabellino

(36-20, 69-34, 86-47)

 

Milano: Mell 10, Rodriguez 5, Ricci 5, Biligha 5, Moraschini ne, Hall 9, Delaney, 7 Mitoglou 15, Shields 14, Alviti 18, Hines 9., Datome 11 All.: Messina    

 

Treviso: Poser 5, Faggia 4n, Vettori 4, Bortolani 16, Ronca 2, Pellizzari 4, Buzzavo, Casarin 15, Chillo 7, Sokolowski ne, Jones 3, Akele ne. All.: Menetti.

I più visti

Leggi tutto su Sport