Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • People
    • Tutto
    • Gossip e Celebrità
    • Social e Influencer
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Arredamento
    • Ricette
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Hobby
    • Come fare
  • Video
    • Tutto
    • Arredamento
    • Come fare
    • Costume e società
    • Divertenti
    • Green
    • Hobby
    • Ricette
    • Sport
    • Tecnologia
    • Top Video
    • Viaggi
    • Risorgimento Digitale
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 23 settembre 2021 - Aggiornato alle 18:11
News
  • 18:30 | Le foto di Robert Doisneau esposte a Rovigo
  • 16:38 | Rincaro bollette, le mosse del governo per ridurre l’impatto
  • 15:00 | Draghi: il governo non aumenterà le tasse, momento per dare non prendere
  • 14:30 | Vaccini, perché le prime dosi sono aumentate nell’ultima settimana
  • 14:29 | A Tokyo una libreria dedicata allo scrittore Haruki Murakami
  • 14:26 | Come sarà il clima nelle città italiane alla fine di questo secolo
  • 12:45 | Ad Art Basel 2021 artisti e opere di alto livello
  • 11:48 | Gli Usa hanno autorizzato la terza dose per gli over 65
  • 11:45 | Il Milan vince e riaggancia l’Inter
  • 11:40 | La prima vittoria in campionato per la Juventus
  • 10:12 | 7 cose da fare e da vedere a Ivrea
  • 09:40 | Nuova power unit per Leclerc, partirà ultimo in Russia
  • 06:30 | Elezioni federali in Germania: le cose da sapere
  • 06:05 | Il green pass in parlamento e le altre notizie sulle prime pagine
  • 06:01 | Basket, Scola a Varese non sarà solo il nuovo amministratore delegato
  • 03:23 | Green pass obbligatorio sul luogo di lavoro: le cose da sapere
  • 19:50 | MotoGP 2021, Zarco operato al braccio destro: ci sarà ad Austin
  • 19:25 | SBK 2021, programma e orari del GP di Spagna a Jerez
  • 19:00 | Covid, 3.970 nuovi casi con l'1,4% di positività
  • 18:25 | Assemblea generale dell’Onu, preoccupati per il futuro del mondo
Eurolega, Final Four: l’Efes piega il CSKA 89-86 e vola in finale Will Clyburn e Kruno Simon - Credit: Marius Becker / IPA / Fotogramma
BASKET FINAL FOUR EUROLEGA 2021 28 maggio 2021

Eurolega, Final Four: l’Efes piega il CSKA 89-86 e vola in finale

di Federico Bandirali

I turchi scappano sul +21 guidati da Micic, poi resistono al rientro moscovita e attendono la vincente di Barca-Milano

L’Efes Istanbul batte 89-86 il CSKA Mosca nella prima semifinale delle Final Four di Eurolega 2021 a Colonia al termine di un match “pazzo”, conquistando così l’accesso alla finalissima in programma domenica 30 maggio alle 20.30.

Partita dai due volti, con la coppia Micic-Sanli a spingere i turchi fino al +21 nel terzo quarto, e Itoudis bravo a lasciare in panchina un Shengelia impalpabile lasciando al trio Clyburn-Lundberg-Hackett l’arduo compito di riaprire un match già apparentemente chiuso nei 10’ finali.

 

Missione compiuta, ma le triple del possibile sorpasso russo di Clyburn e Hilliard si sono spente sul ferro con Larkin e Beaubois ad approfittarne per consegnare comunque il successo alla formazione di coach Ataman, che ora affronterà in finale la vincente della sfida in programma alle 21 tra Barcellona e Olimpia Milano (diretta solo su Eurosport Player).

CSKA Mosca – Efes Istanbul 89-86

Il CSKA approccia bene la semifinale con Shengelia ad autografare i primi due del match, ma l’Efes non sta a guardare e grazie al trio Micic-Simon-Beaubois risponde con uno 0-8 per il +6 turco. Il lungo georgiano tampona l’emorragia, ma dopo uno scambio di triple tra Voigtmann e Simon al passaggio di metà quarto la truppa di coach Ataman conduce 7-13.

 

Hackett ne mette quattro consecutivi attaccando con decisione il ferro per il -2 moscovita, Micic replica dall’arco imitato subito dopo da Beaubois per l’11-19 turco a 4’ dalla prima sirena che obbliga Itoudis a chiamare timeout. Lo spartito non cambia, l’Efes piazza un altro 0-5 portandosi sul +12, ma a fil di sirena dopo una rubata Strelnieks appoggia in contropiede i due punti del 15-25 Efes dopo 10’ di gioco.

 

Larkin entra in partita smuovendo il punteggio in avvio di secondo quarto, Voigtmann dall’arco replica per il -9 CSKA che tale resta a 7’ dalla pausa lunga. Gli uomini di Ataman guidati da Micic e Larkin allungando ancora, Shengelia e Clyburn non ci stanno e confezionano un 5-0 per il 29-39 Efes a metà quarto.

Moerman chiude il break russo dalla lunetta, i turchi arrivano anche sul +16 grazie alle folate di Larkin ma Clyburn sale in cattedra e con un 4-0 personale permette al CSKA di rientrare negli spogliatoi con 12 lunghezze da recuperare (37-49).

 

Al rientro sul parquet l’Efes continua a difendere bene, Micic ne approfitta e chiude un altro 0-6 per il +18 turco. Hackett non molla ma l’esterno serbo è incontenibile e risponde con uno 0-5 che vale il +21 turco (39-60) con 7’ sul cronometro del quarto. Il CSKA fatica oltremodo in difesa, si aggrappa a qualche sortita individuale di Lundberg e Clyburn ma non riesce a rientrare mai in partita, con l’Efes ad approfittarne per gestire il vantaggio ed entrare nei 10’ conclusivi sul +16 (55-71).

 

Tripla di Ukhov ad aprire il quarto conclusivo, Lundberg lo imita subito e il CSKA ritorna sul -10 (61-71) riaprendo inaspettatamente la partita: timeout Ataman. Simon perde subito palla, Clyburn non trova la tripla del possibile -7 e Micic ne approfitta per restituire 12 punti di vantaggio ai turchi con 8’ da giocare. Hackett non trema dalla lunetta, la difesa moscovita è decisamente più intensa e Lundberg, dopo aver dato la scossa, abbandona la contesa commettendo il quinto fallo personale tramutato in due punti da Moerman.

 

Ukhov spara ancora dalla lunga per il -9 russo, ma Beaubois e Sanli replicano subito per il 67-79 Efes a 6’ dalla fine. Clyburn continua a bucare la retina, Hackett ne aggiunge 5 consecutivi chiusi da un gioco da 3 punti e il CSKA si ritrova incredibilmente sul -5 (76-81) a meno di 4’ dal termine. L’ex Siena domina in difesa lucrando l’ennesimo sfondamento, Micic che esce per raggiunto limite di falli e l’esterno statunitense riporta la truppa di Itoudis a un possesso pieno di svantaggio (80-83) con 180” da giocare.

 

Clyburn è un rebus irrisolvibile per la difesa turca, Larkin attacca il ferro con profitto ma Hackett non trema dalla linea della carità e tiene in scia il CSKA a 100” dal temine (84-87). Kurbanov lucra due gite in lunetta e converte per il -1 russo, Larkin trema dalla linea della carità per l’86-88 turco a 8” dall’ultima sirena: timeout Itoudis per spostare la rimessa nella metà campo offensiva.

 

Tripla aperta per Clyburn che non trova il fondo della retina, Larkin sbaglia un libero a mezzo secondo dalla fine ma l’Efes Istanbul batte il CSKA Mosca 89-86 dopo essersi complicato non poco la vita e vola in finale di Eurolega, dove attende la vincente di Barcellona-Olimpia Milano.

 

CSKA Mosca-Efes Istanbul 89-86: il tabellino

(15-25, 12-24, 24-21, 31-18)

 

CSKA Mosca: Lundberg 15, Bolomboy ne, Hilliard, Ukhov 8, Hackett 17, Antonov, Strelnieks 2, Voigtmann 6, Clyburn 26, Shegelia 10, Kurbanov 2, Eric. All.: Itoudis.

 

Efes Istanbul: Larkin 11, Beaubois 15, Singleton 1, Balbay, Sanli 19, Moerman 6, Tuncer ne, Pleiss ne, Micic 25, Anderson 2, Dunston, Simon 10. All.: Ataman.

I più visti

Leggi tutto su Sport