Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Arredamento
    • Ricette
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Libri
    • Hobby
    • Come fare
    • Motori
  • Video
    • Tutto
    • Risorgimento Digitale
    • Divertenti
    • Sport
    • Top Video
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Codici Sconto
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 24 novembre 2020 - Aggiornato alle 13:00
Live
  • 12:30 | Come arredare un monolocale con stile
  • 12:19 | Ibrahimovic attacca FIFA, EA Sports risponde
  • 12:00 | Sofia di Svezia candidata al premio “Eroi del Covid”
  • 11:54 | Napoli, Gennaro Gattuso e la sua minaccia di dimissioni
  • 11:53 | I Kiss terranno un super concerto in streaming a Capodanno
  • 10:55 | Petrelli, il 2001 che ha fatto tre gol davanti a Pirlo
  • 10:54 | Economia, le dieci questioni più importanti del 2021
  • 10:50 | Chi è Janet Yellen, Segretario al Tesoro di Joe Biden
  • 10:19 | Come il Milan intende sostituire Ibra
  • 09:57 | La Lazio aspetta lo Zenit all’Olimpico
  • 09:40 | Il via libera alla transizione tra Trump e Biden
  • 09:30 | Operazione Risorgimento Digitale: "E-commerce"
  • 06:00 | I titoli dei giornali di martedì 24 novembre
  • 22:45 | Youssoufa Moukoko è “il più grande talento del mondo”
  • 22:02 | Etiopia, l'ultimatum del premier alle forze del Tigré
  • 22:00 | Il "gol di Muntari" è il più grande rimpianto di Adriano Galliani
  • 20:57 | PayPal, in arrivo le raccolte fondi per le donazioni
  • 20:47 | Su Google Meet i gruppi di lavoro ora sono disponibili per tutti
  • 20:46 | Natale, 10 milioni di italiani pronti a partire nonostante il virus
  • 20:08 | Ride 4 è ora disponibile su tutte le piattaforme
Basket, Serie A: il derby di Bologna dice Virtus, Fortitudo ko 71-91 Alessandro Pajola - Credit: Davide Di Lalla / IPA / Fotogramma
BASKET LBA UNIPOLSAI SERIE A 2020-2021 22 novembre 2020

Basket, Serie A: il derby di Bologna dice Virtus, Fortitudo ko 71-91

di Federico Bandirali

La truppa di Sacchetti regge un tempo poi crolla sotto i colpi di Pajola. 6 uomini in doppia cifra per la Segafredo

Il 109° derby di Bologna tra Fortitudo e Virtus, match clou della nona giornata del campionato di basket LBA Serie A 2020/2021, si è risolto con la netta vittoria delle V-Nere.

Da favoriti, gli uomini di coach Djordjevic hanno stentato nella prima metà di gara chiudendo comunque sul +6 all’intervallo lungo, per poi prendere il largo e imporsi con 20 punti di scarto (71-91) alla Unipol Arena trascinati da Pajola, MVP dell’incontro, con altri 5 uomini in doppia cifra per punti segnati (Weems, Hunter, Gamble, Alibegovic e Adams).

 

Tra i padroni di casa “figurativi” nella stracittadina di “basket city”, inutili le prove degli ex Cremona Saunders e Happ (al rientro dopo un infortunio), con Banks assolutamente fuori fase e le pesanti assenze di Aradori e Fantinelli (nei 12 per onor di firma) ad aggravare la situazione per la truppa di coach Meo Sacchetti, ultima in classifica con una sola vittoria e difficilmente in grado di rimettere le cose a posto durante il weekend di pausa per far spazio alla nazionale vista l’assenza del CT azzurro.

 

Fortitudo Bologna – Virtus Bologna 71-91

Primo derby, il 109° della storia, senza pubblico sugli spalti alla Unipol Arena di Casalecchio di Reno, con un silenzio assordante a prendere il posto delle solite coreografie delle due curve di basket city. La Fortitudo parte bene e vola sul +4 (9-5), mentre Djordjevic dopo poco più di 5’ perde momentaneamente un ottimo Josh Adams a causa di una brutta botta al fianco sinistro. Le V-Nere non si scompongono e, dopo aver sorpassato, chiudono avanti di 3 alla prima sirena (22-25).

 

La Effe rientra subito in scia in avvio di secondo quarto e sorpassa sul 28-27, salvo incassare un repentino contro-parziale di 0-11 (28-38) con Pajola protagonista insieme a Teodosic, Weems, Hunter e Ricci. La truppa di Sacchetti, però, non demorde, e trascinata da Saunder con l’ausilio di Fletcher e Withers trova le forze per ricucire fino al 41-47 della pausa lunga.

 

Al rientro sul parquet lo spartito non cambia, con la Segafredo a condurre e la Fortitudo a non mollare nonostante i tentativi di fuga dei “cugini” guidati, manco a dirlo, da Pajola e dal redivivo Adams.

 

L’Aquila prova a volare e, grazie alla garra e ai punti di Saunders resta in partita, con Ethan Happ che inizia a produrre nel verniciato dopo aver saltato diverse partite causa infortunio.

 

I due ex Cremona, allenati l’anno scorso proprio da Sacchetti, non bastano però al CT azzurro che non ha praticamente nulla da Banks, mentre sull’altro fronte Ricci e Hunter fanno male lasciando comunque aperto il match alla penultima sirena (58-67)

 

Nel quarto conclusivo, complici le assenze, la Effe smette di difendere a fatica oltremodo in attacco, con Teodosic a dirigere l’orchestra Virtus smazzando 14 assist (la Fortitudo lo eguaglia, ma sommando quanto fatto da tutti gli effettivi in 40') e permette ai suoi di scappare via senza voltarsi più indietro per un largo successo (71-91) che, oltre a confermare l’imbattibilità esterna della Segafredo, lascia l’altra sponda di “basket city” depressa e sempre più sola all’ultimo posto in classifica

 

Lavoropiù Fortitudo Bologna - Segafredo Virtus Bologna 71-91: i tabellini

Parziali singoli quarti: 22-25; 19-22; 17-20; 13-24.

 

Fortitudo: Saunders 20, Cusin 0, Fletcher 13, Withers 10, Banks 9, Sabatini 0, Tote 0, Palumbo 0, Mancinelli 2, Dellosto ne, Happ 17, Fantinelli ne. All.: Sacchetti.

 

Virtus Bologna: Weems 10, Barbieri 0, Ricci 9, Deri 0, Pajola 14, Markovic 5, Hunter 10, Gamble 11, Alibegovic 10, Teodosic 7, Adams 13, Tessitori 2. All.: Djordjevic.

I più visti

Leggi tutto su Sport