TimGate
header.weather.state

Oggi 14 agosto 2022 - Aggiornato alle 18:10

 /    /    /  Basket, playoff Serie A: la Virtus batte Pesaro 82-76 in Gara 1
Basket, playoff Serie A: la Virtus batte Pesaro 82-76 in Gara 1

Marco Belinelli- Credit: LiveMedia / Corrispondente Bologna / IPA / Fotogramma

BASKET LBA SERIE A - PLAYOFF 202216 maggio 2022

Basket, playoff Serie A: la Virtus batte Pesaro 82-76 in Gara 1

di Samuele Ghidini

Nel primo atto dei quarti di finale Bologna, dopo il trionfo in Eurocup,  Bologna soffre ma doma la VL in volata

Dopo il trionfo in Eurocup e il conseguente ritorno in Eurolega a 14 anni dall’ultima volta, la Virtus Bologna pur soffrendo inizia nel migliore dei modi i playoff del campionato di basket LBA Serie A 2021/2022 nonostante l’assenza di Teodosic piegando, non senza soffrire, la VL Pesaro 82-76 in Gara 1 dei quarti di finale.

 

Si apre così con una vittoria il primo atto del lungo cammino che attende i felsinei, intenzionati a bissare il successo dell’anno scorso aggiungendo un altro scudetto nella già ricca bacheca. Alla Carpegna Prosciutto, infatti, non basta un incontenibile Sandford supportato da Moretti, Tambone e Jones e da Zanotti nel finale, in una serata no del trío Mejeris-Delfino-Lang.

 

La Segafredo, invece, spinta da Belinelli e dal trio Jaiteh-Weems-Cordonnier oltre che da un Shengelia limitato da problemi di falli ma produttivo in attacco (12), la spunta nella volata finale con una prestazione quantomeno rivedibile, sebbene comprensibile dopo le energie nervose spese e la conseguente festa per aggiudicarsi il secondo trofeo continentale in ordine d’importanza.

Virtus Bologna-VL Pesaro 82-76

Il match si apre con un rapido botta e risposta tra Jaiteh e Jones, Bologna si porta subito avanti e scappa fino a toccare il +9 grazie a un parziale chiuso da Cordinier (23-14). Pesaro, che non smette di sorprendere, trova però un Sanford subito caldo, aumenta l’intensità difensiva e con un contro-break di 1-8 chiude sul -2 alla prima sirena (24-22).

 

L’inerzia resta a favore dei marchigiani, la Virtus si ricompone ma Sanford continua a trovare il fondo della retina per il sorpasso ospite. Un lampo perché Tessitori si fa sentire nel verniciato autografando un altro 7-0 per il 40-34 interno. Shengelia è limitato da problemi di falli ma produttivo in attacco, Belinelli anche e alla pausa lunga Bologna conduce 45-36.

 

Al rientro sul parquet Pesaro prova a gettare il cuore oltre l’ostacolo trovando punti preziosi da Moretti e Tambone, la Virtus non cede grazie alla difesa e alle diverse bocche da fuoco e entra nei 10’ conclusivi avanti 62-54.

 

Nel quarto conclusivo Zanotti sale in cattedra e riporta immediatamente Pesaro a -3, la Virtus prova ad allungare nuovamente ma rischia grosso con Sanford ancora incisivo per il 78-75 a meno di 1’ dalla fine. La VL si spegne, Bologna è cinica e si prende, soffrendo più del previsto, Gara 1 dei quarti di finale battendo Pesaro 82-76.

 

Segafredo Virtus Bologna-Carpegna Prosciutto Pesaro 82-76: il tabellino

 

Virtus : Belinelli 14, Pajola 2, Jaiteh 12, Weems 11, Cordiner 11, Tessitori 7, Mannion 1, Alibegovic 2, Hervey, Shengelia 12, Hackett 4, Sampson 6. All.: Sergio Scariolo

 

Pesaro: Moretti 12, Lamb 6, Zanotti 8, Sanford 21, Jones 12, Mejeris 2, Tambone 11, Camara, Demetrio 1, Delfino 3. All.: Luca Banchi.