TimGate
header.weather.state

Oggi 11 agosto 2022 - Aggiornato alle 21:00

 /    /    /  NBA, Danilo Gallinari 'ha scelto' i Celtics per puntare all'anello
NBA, Danilo Gallinari 'ha scelto' i Celtics per puntare all'anello

Danilo Gallinari in Nazionale- Credit: LM/Roberto Tommasini / IPA / Fotogramma

BASKET NBA 2022-202302 luglio 2022

NBA, Danilo Gallinari 'ha scelto' i Celtics per puntare all'anello

di Federico Bandirali

Spedito agli Spurs, il Gallo quando sarà free agent 'vuole' Boston. Troverà Brogdon, già arrivato da Indiana

Dopo essere stato spedito da Atlanta a San Antonio in una trade che ha coinvolto anche Dejonte Murray, passato agli Hawks, Danilo Gallinari aspetta soltanto la risoluzione dell'anno residuo del contratto in essere dietro (con soli 5 milioni garantiti rispetto ai 21,5 previsti per la prossima stagione), per firmare con i Boston Celtics e andare a caccia dell'anello NBA che manca nella bacheca personale e che il 33enne (saranno 34 il prossimo 8 agosto) sogna sin da quando era bambino prima di chiudere la carriera in Italia, tornando all'Olimpia Milano.

 

Per farlo il fuoriclasse azzurro dovrà però prima essere liberato dagli Spurs, dove è approdato ufficialmente il 30 giugno. Una formalità secondo diversi siti statunitensi, visto che gli 'Speroni' sono in piena fase di ricostruzione e non hanno alcuna intenzione di pagare 21,5 milioni di dollari di ingaggio per tenersi i servigi del 'Gallo', anche se la cifra da sborsare per liberarlo potrebbe variare rispetto a quella pattuita con Atlanta.

 

San Antonio, ad ogni modo, ha già autorizzato Gallinari a parlare con altre franchigie, e dopo numerose richieste la scelta del lodigiano è ricaduta sui Boston Celtics, ovvero i finalisti dell'ultima stagione arrivati a sole due vittorie dall'anello.

 

Squadra davvero forte con la crescita costante delle due giovani stelle Jayson Tatum e Jaylen Brown, dove il Gallo troverà  coach Udoka che al primo anno da allenatore e non assistente ha evidentemente fatto capire di essere un fuoriclasse della panchina.

 

Inoltre, con diverse 'trade exception' ancora da giocarsi, i Celtics puntano a riportare a Boston l'anello che manca dal 2008, con Gallinari perfetto complemento in uscita dalla panchina per dare consistenza e profondità al roster con punti nelle mani e la capacità di aprire il campo vista la pericolosità dalla lunga dell'azzurro.

 

Una volta liberato dal contratto con gli Spurs, inoltre, Boston potrà offrire a Danilo Gallinari 6,5 milioni di dollari come tetto massimo, al pari di altre squadre. L'accordo, invero, non è ancora stato trovato, ma le due parti sono vicinissime secondo fonti affidabili come ESPN.

 

E, nel frattempo, i Celtics si sono già mossi spedendo a Indiana via trade Daniel Theis, Aaron Nesmith e una scelta al primo giro nel draft 2023, ottenendo in cambio il forte play Malcolm Brogdon.

 

L'idea dell'ex coach e attuale GM dei Celtics Brad Stevens, con la trade finalizzata, è affiancare a Marcus Smart un play con caratteristiche diverse e complementari, preludio ad un'altra trade che dovrebbe far andare altrove anche Derrick White e il suo ingaggio pesante, aggiungendo un altro tassello pregiato per andare a caccia del titolo.

 

Nel mirino di Boston c'è infatti il centro di Washington Thomas Bryant, che porterebbe esperienza e solidità in uscita dalla panchina. Ammesso e non concesso che, viste le regole NBA, i Celtics non riescano ad aggiungere altri pezzi pregiati tenendosi comunque White, con una panchina che a quel punto diventerebbe profondissima e da anello. Il mercato NBA è appena iniziato, ma dopo la richiesta di Durant di essere ceduto altrove rivolta ai Nets, l'estate si preannuncia rovente.