• News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Tecnologia
    • Gossip e Celebrità
    • Spazio Solidale
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • People
    • Tutto
    • Gossip e Celebrità
    • Social e Influencer
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Arredamento
    • Ricette
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Hobby
    • Come fare
  • Video
    • Tutto
    • Arredamento
    • Come fare
    • Costume e società
    • Divertenti
    • Green
    • Hobby
    • Moda
    • Ricette
    • Sport
    • Tecnologia
    • Top Video
    • Viaggi
    • Risorgimento Digitale
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 18 gennaio 2022 - Aggiornato alle 23:00
News
  • 22:37 | Eurocup, Bourg en Bresse espugna Venezia allo scadere 78-81
  • 17:50 | Covid, i dati del 18 gennaio: tasso di positività al 15,4%
  • 17:41 | Perché l'Indonesia cambierà la capitale
  • 17:00 | A Fabriano la mostra sulla pittura del Trecento marchigiano
  • 16:50 | Conferenza annuale Esa, Aschbacher: in autunno i nuovi astronauti
  • 16:21 | Haiti a 12 anni dal terremoto
  • 14:58 | Inter, in due salutano: Sensi alla Samp e Vecino alla Lazio
  • 13:51 | L'addio di D'Aversa: 'Derby e media salvezza non sono bastati'
  • 13:34 | Chi è la nuova presidente del Parlamento europeo
  • 12:11 | Australian Open, Sinner non sbaglia e vola al secondo turno
  • 12:09 | In quali negozi NON servirà il Green Pass
  • 11:53 | Le “Creature Fantastiche” popolano gli Uffizi di Firenze
  • 11:49 | La cerimonia in ricordo di Sassoli, a Strasburgo
  • 11:15 | Scuola e Covid, i presidi lamentano "enormi difficoltà gestionali"
  • 10:40 | Il nuovo record di dosi settimanali
  • 10:31 | La Juve vuole subito un nuovo centrocampista
  • 10:22 | Il terremoto in Afghanistan
  • 09:58 | La gran vittoria della Fiorentina sul Genoa (6-0)
  • 08:53 | La Cina annulla la vendita dei biglietti per l’Olimpiade invernale
  • 08:37 | Il Napoli vince a Bologna e sale in classifica
Basket, NBA: Kanter ora è cittadino americano, nuovo cognome Freedom Enes Kanter a terra "lotta" con Adams e Paul George (2019) - Credit: Jaime Valdez / IPA / Fotogramma
BASKET 30 novembre 2021

Basket, NBA: Kanter ora è cittadino americano, nuovo cognome Freedom

di Federico Bandirali

Dopo aver perso la cittadinanza turca in quanto oppositore di Erdogan, il centro dei Celtics ha scelto di diventare Enes "Libertà"

Che gli Stati Uniti abbiano da tempo fatto del termine “libertà” un vocabolo essenziale per tutto il Paese, il centro turco dei Boston Celtics nella NBA, ha ottenuto la cittadinanza statunitense dopo aver perso quella della terra natia, a causa della sua strenua opposizione al "presidente" Erdogan.

Da tempo attivo politicamente, Kanter ha deciso dunque di celebrare l’ottenimento del nuovo passaporto cambiando cognome in maniera ufficiale. La scelta è caduta su “Freedom”, traduzione letterale di libertà, e di certo non è casuale per il “nuovo” Enes Kanter Freedom.

 

La decisione è coerente con l’attivismo politico del giocatore NBA, che dal 2016 in poi è diventato esule negli States per aver sostenuto il politico turco Fethullah Gulen – ora egli Usa al pari di Kanter -, che secondo il regime si era reso responsabile secondo di un fallito golpe proprio quell’anno.

 

Dal 2017 Kanter non ha più la cittadinanza turca, con tanto di estradizione pendente e processo in Turchia che lo vedrebbe protagonista. Tuttavia, “Freedom” nel 2019 non aveva lesinato critiche e attacchi feroci in pubblico a Erdogan (definito “nuovo Hitler”) e alla sua ex patria, a casa delle attività militari in Siria contro i curdi.

 

La famiglia del cestista, rimasta in Turchia, lo ha disconosciuto ufficialmente e pubblicamente, ma il centro dei Celtics si è sempre detto preoccupato per possibili ritorsioni nei loro confronti.

 

Con “Freedom” che negli anni ha ampliato i propri orizzonti politici, schierandosi contro la Cina rispetto alle persecuzioni di tibetani e uiguri, il lavoro minorile e la diversità di genere nella pallacanestro professionistica che penalizza e non poco le donne.

I più visti

Leggi tutto su Sport