TimGate
header.weather.state

Oggi 21 maggio 2022 - Aggiornato alle 17:00

 /    /    /  Basket, l’Olimpia Milano si rinforza ancora: in arrivo Ben Bentil
Basket, l’Olimpia Milano si rinforza ancora: in arrivo Ben Bentil

Ben Bentil con la canotta del Panatinaikhos (2020)- Credit: Nicholas Muller / SOPA Images / IPA / Fotogramma

BASKET EUROLEGA 2021-202201 dicembre 2021

Basket, l’Olimpia Milano si rinforza ancora: in arrivo Ben Bentil

di Federico Bandirali

Il lungo ghanese in campo già nella trasferta di Eurolega a Berlino. Ecco chi è e le sue caratteristiche

 

L’Olimpia Milano, dopo aver firmato Baldasso in uscita dalla Fortitudo per rimpiazzare Moraschini (sospeso per presunto doping con processo non ancora iniziato) nel parco italiani, ha chiuso anche il capitolo che riguarda la sostituzione di Dinos Mitoglou, fermo per almeno tre mesi dopo essersi rotto il quinto metacarpo del piede nella tremenda sconfitta dei milanesi a Kazan in Eurolega. Lo ha fatto firmando Ben Bentil, ala classe 1995 e, casualità, riserva proprio di Mitoglou nella scorsa stagione al Panathinaikos Atene.

 

Il ghanese, ala grande di 204 centimetri, è stato liberato dietro buyout dalla formazione turca del Bahcesehir, e in attesa dell’annuncio ufficiale è già noto che scenderà in campo venerdì 3 dicembre per la trasferta di Eurolega dell’Olimpia a Berlino, essendo già stato inserito nel roster a disposizione di Ettore Messina sul sito ufficiale della competizione, con annessa canotta numero 50.

 

Per il lungo, arrivato in Europa dopo sole tre partite giocate in NBA tra le fila dei Dallas Mavericks, lo scorso anno ha viaggiato con medie non entusiasmanti in Eurolega (5 punti e 3 rimbalzi di media) ma migliori nel campionato greco.

 

Bentil, all’occorrenza, può coprire anche lo spot di centro, e non difetta in quanto atletismo pur avendo mano più che educata, anche dalla lunga distanza. Caratteristica comune con Mitoglou, che gli permetterà di tornare utile dopo il rientro del compagno ritrovato unita ad una capacità di incidere in difesa che ha fatto cadere la scelta dell’Armani su di lui.

 

Che si gioca molto del suo futuro, con la prima vera chiamata a salire di livello e esprimere tutto il potenziale ancora da mostrare. Cosa peraltro fatta in Turchia nell’avvio di questa stagione, visto che con la canotta del Bahcesehir Koleji ha viaggiato a 12 punti e 4.4 rimbalzi di media nel campionato turco, e addirittura 15+6 nella FIBA Europe Cup con percentuale superiore al 50 dall’arco.