Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie Clicca Qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

menu
Oggi 30 maggio 2020 - Aggiornato alle 14:38
Live
  • 15:25 | Gravina: 'Il calcio italiano ne esce rafforzato'
  • 15:24 | Il nuovo singolo di Tones and I è su TIMMUSIC
  • 15:21 | Roger Federer è l’atleta più pagato al mondo
  • 15:19 | La Lega chiede al governo di anticipare la Coppa: 12 e 13 giugno
  • 14:38 | La reunion dei Take That nella speciale playlist di TIMMUSIC
  • 13:26 | Calcagno (Aic): 'Giocare solo nei preserali e la sera'
  • 12:28 | Trump ha annunciato la rottura dei rapporti con l'Oms
  • 12:18 | Chi sono i 4 finalisti di "Amici Speciali - con TIM insieme per l'Italia"
  • 12:18 | Involtini di vitello con prosciutto e mozzarella
  • 12:15 | Torta gelato meringata
  • 11:55 | La riapertura dei confini regionali
  • 11:08 | In tutti gli Usa continuano le proteste per l'uccisione di George Floyd
  • 10:59 | Formula 1, la Williams è in vendita
  • 10:39 | Serie A fino ad agosto: che succede con i contratti in scadenza?
  • 09:56 | Icardi al Psg, c’è l’accordo con l’Inter
  • 09:41 | Come pianificare la pubblicazione di un tweet
  • 09:00 | Domenica In, Mara Venier nella bufera per il cachet di Pamela Prati
  • 09:00 | La campagna digitale #MirrorTheWorld di Westwood
  • 09:00 | Batteria del cellulare: tutti i problemi che puoi riscontrare
  • 09:00 | Cosa si intente per sostenibilità ambientale
Basket, Petrucci al governo: '”La crisi toglierà sponsor, ci aiuti'” Gianni Petrucci - Credit: Simone Lucarelli / Fotogramma
BASKET SERIE A 21 maggio 2020

Basket, Petrucci al governo: '”La crisi toglierà sponsor, ci aiuti'”

di Federico Bandirali

Il presidente della Fip viste le difficoltà dei club rilancia la questione del “credito d’imposta sulle sponsorizzazioni”

Il presidente della Federazione italiana pallacanestro Gianni Petrucci, al ternine del Consiglio federale della Fip convocato per mettere a fuoco meglio la situazione a dir poco complessa determinata dalla pandemia da coronavirus e le conseguenti avversità che, con ogni probabilità, si presenteranno come ostacoli quasi insormontabili per un movimento cestistico che già non versa in “buona salute”, ha chiesto un aiuto al governo.

“Il basket e lo sport in generale – queste le sue parole - risentiranno della crisi economica. Le aziende e gli imprenditori saranno costretti a dover programmare tagli dolorosi alle imprese sportive che finanziano pur di salvaguardare i propri dipendenti. Il mio è un grido di allarme per portare all’attenzione del Governo il tema del credito d’imposta sulle sponsorizzazioni sportive, che reputo centrale in questo momento”.

 

Un appello che non è per nulla casuale, visto che oltre all’addio alla Virtus Roma di Claudio Toti - per 20 anni proprietario del club capitolino e “costretto” a lasciare per dedicarsi al suo business andato in crisi con la pandemia -, anche la VL Pesaro e la Vanoli Cremona rischiano grosso dopo aver esternato le proprie preoccupazioni nel merito.

 

Petrucci, di suo, ha rassicurato i club confermando che avranno il supporto della Federazione: "La Fip - recita una nota diffusa dopo la riunione - ha il dovere di ponderare attentamente ogni decisione nel profondo rispetto dei sacrifici che gli imprenditori, i collaboratori e tutte le componenti stanno compiendo e compiranno nei prossimi mesi. Coloro i quali oggi si stupiscono della situazione attuale non so davvero dove vivano. I messaggi lanciati da diversi proprietari, ultimo in ordine cronologico Aldo Vanoli, non saranno inascoltati. Ci impegneremo con ulteriori sconti attraverso le Leghe”.

 

La Fip, ad onor del vero, da sola non può sostenere nemmeno un singolo club, quindi è impossibile anche solo ipotizzare che faccia da scialuppa di salvataggio per tutte le società alla deriva.

Partendo da questo presupposto, e partito un accorato appello dell’ex presidente del CONI rivolto alle istituzioni: “Il momento che stiamo attraversando è uno dei peggiori dal dopoguerra, non solo nel nostro Paese. Il Pil va verso una riduzione di circa 15 punti percentuali (le stime dicono 10, ma sono stime che non possono perscindere da un fatto ignoto qual è l'evoluzione dell'emergenza sanitaria globale), e per il mese di settembre dobbiamo aspettarci una forte recessione economica”.

 

Evidenze che portano il presidente della Fip a ritenere che sia necessario fare qualcosa in più, intervenendo “con le risorse che lo sport genera - ovviamente in proporzione a ciò che le società producono -, dopo la legge di assestamento del bilancio”.

Leggi tutto su Sport