Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Ricette
    • Arredamento
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Libri
    • Hobby
    • Come fare
    • Motori
  • Video
    • Tutto
    • Divertenti
    • Sport
    • Top Video
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
  • Codici Sconto
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 12 luglio 2020 - Aggiornato alle 19:25
Live
  • 20:06 | Genoa-spal 2.0, i rossoblù tornano a sperare nella salvezza
  • 19:39 | Yoko Ono, musa di John Lennon, è malata
  • 19:25 | Disastro Ferrari in Austria, Leclerc colpisce Vettel
  • 18:44 | La playlist di TIMMUSIC per il tuo aperitivo in spiaggia
  • 18:36 | Conte: 'Paghiamo solo errori individuali'
  • 18:15 | Trovato il diario segreto di Michael Jackson
  • 18:00 | Paura per Ghali, il rapper è stato aggredito da una 22enne
  • 17:29 | Katy Perry contro Kanye West per la sua candidatura alle presidenziali Usa
  • 16:50 | Roger Federer palleggia sui tetti di Finale Ligure
  • 16:39 | Claudio Baglioni ha cantato a Roma per le vittime del coronavirus
  • 16:23 | Secondo Locatelli “non ne siamo ancora fuori”
  • 16:13 | Il Borussia Dortmund non venderà Sancho per meno di 130 milioni
  • 16:00 | Il nuovo record di Leo Messi
  • 15:42 | Ronaldo nel 2020 segna come nessuno
  • 15:32 | Gelato allo yogurt senza zucchero
  • 15:30 | Lady Diana e Grace Kelly: unite da un tragico destino
  • 15:29 | Covid-19, perché il governo vuole prolungare lo stato di emergenza
  • 15:26 | Torta albicocche e yogurt
  • 15:12 | Ma che cos’è la Troika?
  • 14:56 | Inter, per il centrocampo il nome nuovo è quello di Kanté
Basket: Pistoia ha rinunciato alla Serie A per scendere in A2 - Credit: iStock
BASKET 15 giugno 2020

Basket: Pistoia ha rinunciato alla Serie A per scendere in A2

di Federico Bandirali

Problemi economici e tempi stretti hanno costretto i toscani a prendere una decisione “sofferta”

Che la situazione dell’AS Pistoia Basket 2000 fosse difficile lo si era già capito dalle parole del presidente Massimo Capecchi rivolte ai tifosi con una lettera aperta e, nel giorno della verità (ovvero il 15 giugno, ultimo giorno utile per scendere di categoria “su richiesta”), il club toscano ha semplicemente formalizzato la decisione di lasciare il campionato di basket di Serie A.

Lo ha fatto presentando alla FIP (Federazione Italiana Pallacanestro) la rinuncia al diritto (titolo sportivo) di prendervi parte irrevocabilmente, scegliendo di scendere in serie A2 nella stagione 2020-2021.

 

- LEGGI ANCHE - Basket, Pistoia quasi fuori dal prossimo campionato di Serie A

- E ANCHE - Serie A: 4 squadre rischiano di non iscriversi al prossimo campionato

 

Come spiegato da Capecchi, “si tratta di una decisione dolorosa, sofferta e quanto mai difficile. Abbiamo lavorato fino all’ultimo per verificare se potevano esserci i presupposti per provare a mantenere la massima serie, con esito negativo. Schiacciati tra la ristrettezza dei tempi e l’assenza di certezze, ci siamo così trovati costretti a fare un passo indietro per garantire la sopravvivenza della pallacanestro a Pistoia”.

 

Una decisione nell’aria dopo l’annuncio in senso opposto di Pesaro di sabato 13 giugno e in attesa della conferenza stampa in programma mercoledì 17 nella quale il club toscano spiegherà nel dettaglio quali difficoltà ha incontrato, con le altre due squadre “a rischio” per problemi economici – Cremona e Roma – le cui sorti restano ancora da definire.

 

Questo nonostante il club capitolino abbia presentato sempre lunedì 15 la documentazione necessaria per iscriversi al prossimo campionato di Serie A, che non significa automaticamente partecipare effettivamente se il presidente Claudio Toti non troverà acquirenti che rilevino la proprietà della Virtus dopo aver palesato l'intenzione vendere la società.

 

Allo stato attuale, stante la promozione “arbitraria” di Torino dopo lo stop ai campionati a causa della pandemia, la situazione è esattamente quella che la Lega Basket voleva evitare, ovvero un campionato a 17 squadre come nel 2019-2020, anche se da Cremona il patron Aldo Vanoli sembra ormai rassegnato a far ripartire la società dall’attività di base.

Leggi tutto su Sport