Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • People
    • Tutto
    • Gossip e Celebrità
    • Social e Influencer
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Arredamento
    • Ricette
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Hobby
    • Come fare
  • Video
    • Tutto
    • Arredamento
    • Come fare
    • Costume e società
    • Divertenti
    • Green
    • Hobby
    • Moda
    • Ricette
    • Sport
    • Tecnologia
    • Top Video
    • Viaggi
    • Risorgimento Digitale
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 26 ottobre 2021 - Aggiornato alle 16:05
News
  • 16:15 | Verratti infortunato, salterà la sfida contro la Svizzera
  • 16:15 | Lega Dilettanti, si dimette il presidente Cosimo Sibilia
  • 15:14 | Vaccino, la terza dose per tutti da gennaio
  • 15:08 | Sarri: 'Troppi alti e bassi. Ritiro? Momento di riflessione'
  • 14:50 | Perché la transizione ecologica è un'opportunità per l'economia
  • 14:26 | L’Inter pensa a Bartosz Bereszynski della Sampdoria
  • 14:07 | Vaccino, perché è importante arrivare a una copertura del 90%
  • 14:05 | Allegri: 'Giocano Dybala e Chiesa. Anche Perin titolare'
  • 13:40 | In Giappone parte la vendita delle prime moto volanti
  • 13:13 | La Nazionale femminile contro la Lituania per il Mondiale
  • 12:47 | La Fondazione Maeght approda a Torino
  • 12:42 | Dopo la Roma anche l'Udinese lancia la campagna abbonamenti
  • 12:07 | Coni, collare d'oro al Lecce
  • 11:45 | Milan, Diaz negativo al Covid torna a disposizione di Pioli
  • 11:15 | Anche Brahim Diaz è negativo al Covid-19
  • 10:55 | La Supercoppa italiana dovrebbe giocarsi in Italia
  • 10:34 | Mattarella: “Garantire ai giovani una prospettiva di vita”
  • 10:11 | Le violente alluvioni in Sicilia e Calabria
  • 10:04 | ATP Vienna, Berrettini vince all’esordio e vola alle ATP Finals
  • 09:54 | Il programma della decima giornata di campionato
Basket, Supercoppa: Milano soffre, batte Brindisi 67-72 ed è in finale Devon Hall - Credit: Simone Lucarelli / Fotogramma
BASKET SUPERCOPPA 2021 20 settembre 2021

Basket, Supercoppa: Milano soffre, batte Brindisi 67-72 ed è in finale

di Federico Bandirali

L’Olimpia vola a +16,  si fa rimontare dai pugliesi poi la spunta in volata e sfiderà la vincente di Virtus-Venezia

L’Olimpia Milano è la prima finalista della Supercoppa 2021 di basket dopo aver battuto, non senza penare, l’Happy Casa Brindisi 67-72 in semifinale, e martedì 21 settembre alle 21 (diretta su Discovery+, Eurosport 1 ed Eurosport Player) sfiderà la vincente di Virtus-Venezia.

Partita dai tre volti, con l’Armani ad imporre gioco e difesa nei primi 20’ per chiudere avanti di 14 all’intervallo dopo aver toccato il +16, Brindisi a reagire veementemente nel terzo quarto guidata da Josh e Nick Perkins, e la formazione di Messina a chiudere i conti nel finale punto a punto grazie a due liberi di Hall con 18” sul cronometro della Unipol Arena di Bologna, teatro delle Final Eight.

 

Per Milano buone indicazioni dal trio Mitoglou-Hines-Melli, dominante nel verniciato con 35 punti e 22 rimbalzi in tre, dalle folate di Delaney e soprattutto Shields, con Hall mattatore dell’incontro dalla lunetta in una serata non esattamente adatta alla sua specialità per gli uomini di coach Messina, visto il quasi imbarazzante 5/32 dai 6,75 “sistemato” solo dai due esterni citati prima di lui nel finale punto a punto in una serata non eccelsa (eufemismo) dei due veterani Rodriguez e Datome.

 

Brindisi esce dalla competizione nonostante la capacità di non mollare mai, rientrando quando i giochi sembravano chiusi poggiando sull'estro di Redivo e Josh Perkins e sulla solidità di un Nick Perkins bravo nell’aprire la difesa biancorossa trovando due triple preziose.

 

Vitucci, però, oltre ai problemi di falli del lungo statunitense e di un comunque positivo Visconti, ha trovato davvero troppo poco pescando dal pino in una serata così così sia di Adrian che di Gaspardo. Troppo, nonostante il grande orgoglio, per piegare la corazzata milanese (o presunta tale) dopo aver sofferto tremendamente nei primi 20’ di match passando dal -16 al +5 in chiusura di terzo quarto.

New Basket Brindisi-Olimpia Milano 67-72

Milano approccia bene la semifinale e spinta da una tripla dall’angolo di Nick Melli e da due punti di Shields scappa subito a +5. Visconti mette a referto i primi punti brindisini, ma la furia meneghina non si placa e con un altro 0-6 l’Olimpia, anche grazie alla difesa, vola sul 2-11 a 7’ dalla prima sirena.

 

Ancora Visconti e Adrian put tremando dalla chiudono il parziale, ma l’Armani insiste e piazza l’ennesimo 0-5 chiuso da una tripla di Delaney per la doppia cifra di vantaggio (5-16) con 4’ sul cronometro. Nick Perkins tampona l’emorragia, il play biancorosso replica subito dalla linea della carità, poi dopo essere sprofondata sul -12 (8-20) Redivo ne mette 6 e guida la riscossa di Brindisi che piazza un parziale di 7-1 mandando in archivio i primi 10’ sul 15-21.

 

L’esterno argentino insiste in apertura di secondo quarto, ma Mitoglou imperversa nello sguarnito verniciato dell’Happy Casa complici i due falli di Nick Perkins, Alviti mette i primi due della sua serata e Milano torna a +8. Il greco non si ferma e incide sui due lati del campo, ne regala due comodi a Rodriguez poi risponde alla tripla di Zanelli convertendo un gioco da 3 punti per il 20-32 meneghino. L’inerzia è tutta per l’Olimpia, Shields ne aggiunge 4 filati per il 20-36 biancorosso al passaggio di metà quarto, poi Brindisi riesce a contenere i danni senza però riavvicinarsi fino al 27-41 dell’intervallo lungo.

 

Al rientro sul parquet della Unipol Arena Visconti spara subito dalla lunga, Hines d’esperienza firma i primi due per Milano lucrando anche il terzo fallo di Nick Perkins per un blocco in movimento. L’Olimpia scappa sul +13, Visconti ingenuamente commette il quarto fallo ma il lungo statunitense colpisce dall’arco per il 35-45 a 6’30” dalla penultima sirena.

 

Le percentuali milanesi dall’arco crollano mentre Redivo sale in doppia cifra dai 6,75, Adrian trova e converte un gioco da 3 punti subendo anche antisportivo, poi Josh Perkins con due triple in rapida successione regala il +2 a Brindisi (51-49) costringendo Messina a fermare il gioco dopo un parziale di 14-0. Rottura prolungata per l’Armani con Gaspardo a colpire dalla lunga, Nick Perkins alimenta il break fino al 19-0, poi Mitoglou tampona a fil di sirena: Happy Casa avanti 56-51 a 10’ dalla fine e partita ribaltata.

 

Una tripla di Hall (3/22 di squadra) e Melli in contropiede aprono il quarto conclusivo dilatando il 7-0 biancorosso per la nuova parità a quota 56 in 2’: timeout Vitucci. L’Happy Casa non trova più la via del canestro, Hall attacca il ferro e converte i due liberi guadagnati per il controsorpasso Olimpia ma Josh Perkins da 9 metri mette la parola fine al parziale meneghino. Shields non trema dalla lunetta, l’equilibrio non si spezza e i 5’ conclusivi diventano una lunga volata.

 

Josh Perkins converte un gioco da 3 punti per il 62 pari a 4’ dal termine, Nick dalla media buca la retina per il +2 brindisino, Shields replica dai 6,75 per il nuovo controsorpasso biancorosso poi arma la mano di Delaney che lo imita firmando la tripla del 64-68 Milano a 2’30 dalla fine. Nick Perkins è caldo e dall’arco e tiene a contatto Brindisi, Hines inchioda il +3 Armani (67-70) a 100” dalla sirena finale nonostante il pessimo 5/30 da tre punti degli uomini di Messina.

 

Josh Perkins prima spara a salve da 10 metri poi pasticcia dopo il rimbalzo offensivo di Adrian, Delaney e Visconti lo imitano in rapida successione affrettando i tiri, e dopo una sequenza di errori non pagati cari di entrambe due liberi di Hall con 18” da giocare danno 5 punti di vantaggio all’Olimpia Milano che amministra e pur soffrendo batte 67-72 l’Happy Casa Brindisi guadagnando l’accesso alla finale di martedì 21 settembre quando affronterà la vincente di Virtus-Venezia.

Happy Casa Brindisi-A|X Armani Exchange Milano 72-67:il tabellino

(15-21, 27-41, 56-51)

 

Brindisi: Carter, Adrian 6, J. Perkins 16, Zanelli 3, Visconti 7, Gaspardo 5, Ulaneo ne, Redivo 11, Chappell, Udom 3, N.Perkins 16, Guido ne. All.: Vitucci.

 

Milano: Melli 11, Rodriguez 2, Ricci, Biligha, Moraschini ne, Hall 9, Delaney 7, Mitoglou 13, Shields 11, Alviti 2, Hines 11, Datome 3. All.: Messina.

I più visti

Leggi tutto su Sport