Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • People
    • Tutto
    • Gossip e Celebrità
    • Social e Influencer
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Arredamento
    • Ricette
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Hobby
    • Come fare
  • Video
    • Tutto
    • Arredamento
    • Come fare
    • Costume e società
    • Divertenti
    • Green
    • Hobby
    • Moda
    • Ricette
    • Sport
    • Tecnologia
    • Top Video
    • Viaggi
    • Risorgimento Digitale
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 26 ottobre 2021 - Aggiornato alle 16:15
News
  • 18:50 | Perché la transizione ecologica è un'opportunità per l'economia
  • 16:15 | Verratti infortunato, salterà la sfida contro la Svizzera
  • 16:15 | Lega Dilettanti, si dimette il presidente Cosimo Sibilia
  • 15:14 | Vaccino, la terza dose per tutti da gennaio
  • 15:08 | Sarri: 'Troppi alti e bassi. Ritiro? Momento di riflessione'
  • 14:26 | L’Inter pensa a Bartosz Bereszynski della Sampdoria
  • 14:07 | Vaccino, perché è importante arrivare a una copertura del 90%
  • 14:05 | Allegri: 'Giocano Dybala e Chiesa. Anche Perin titolare'
  • 13:40 | In Giappone parte la vendita delle prime moto volanti
  • 13:13 | La Nazionale femminile contro la Lituania per il Mondiale
  • 12:42 | Dopo la Roma anche l'Udinese lancia la campagna abbonamenti
  • 12:30 | La Fondazione Maeght approda a Torino
  • 12:07 | Coni, collare d'oro al Lecce
  • 11:45 | Milan, Diaz negativo al Covid torna a disposizione di Pioli
  • 11:15 | Anche Brahim Diaz è negativo al Covid-19
  • 10:55 | La Supercoppa italiana dovrebbe giocarsi in Italia
  • 10:34 | Mattarella: “Garantire ai giovani una prospettiva di vita”
  • 10:11 | Le violente alluvioni in Sicilia e Calabria
  • 10:04 | ATP Vienna, Berrettini vince all’esordio e vola alle ATP Finals
  • 09:54 | Il programma della decima giornata di campionato
Basket, Supercoppa: Virtus in finale con Milano, Venezia piegata 71-72 Kevin Juwan Hervey, MVP del match - Credit: Simone Lucarelli / Fotogramma
BASKET SUPERCOPPA 2021 21 settembre 2021

Basket, Supercoppa: Virtus in finale con Milano, Venezia piegata 71-72

di Federico Bandirali

Bologna soffre ma piega un'indomita Reyer trascinata da Hervey e Teodosic raggingendo l'Olimpia come nel 2020

Nella seconda semifinale della Supercoppa 2021 di basket alla Unipol Arena di Bologna la Virtus suda le cosiddette sette camicie contro una Reyer Venezia mai doma ma vince 71-72 e raggiunge l’Olimpia Milano in finale (martedì 21 settembre alle 21, diretta su Discovery+, Eurosport 2 ed Eurosport Player) al termine di una partita vibrante, ruvida e risolta dalle giocate di Teodosic (14 e 8 assist con 4 triple) e Hervey (17 e 9 rimbalzi con tanto di tripla fondamentale nel finale), ben supportato da Jaiteh nel verniciato (9+5) in una serata opaca per Marco Belinelli e Kyle Weems.

Il tutto "parando" la batosta del brutto infortunio patito da Udoh nei quarti di finale che rischia di compromettere la stagione dell'ex NBA, e sempre in contumacia Nico Mannion dopo il brutto virus intestinale che ha fatto perdere diversi chilogrammi al play azzurro, atteso ora da un lungo recupero.

 

Alla Reyer, sotto alla prima sirena ma capace di rientrare e giocarsela fino alla fine, resta l’amaro in bocca per qualche errore banale di troppo e un approccio soft al match, oltre alle prestazioni solide di Sanders, Tonut e Watt unite alla resilienza di De Nicolao e al talento, seppur a sprazzi, di Austin Daye.

 

Esperienza utile in attesa del rientro di capitan Bramos, visto che gli orogranata si troveranno la Virtus di Scariolo anche nel girone di EuroCup dando vita ad almeno altre 4 sfide tra campionato e coppa contro i felsinei, campioni d’Italia in carica e ora attesi dalla voglia di rivalsa di una Milano ancora scottata per il “cappotto” subito dalle Vu Nere nella scorsa finale Scudetto di LBA.

Reyer Venezia-Virtus Bologna 71-72

Hervey è subito reattivo alla palla a due, Watt replica ma Pajola, Jaiteh e il lungo virtussino piazzano un 8-0 per il 2-10 Virtus dopo 2’30”. Passano altri 2’ scarsi e Jeff Brooks rompe il digiuno orogranata, Belinelli trova il fondo della retina dall’arco poi Phillip e Alexander si scambiano cortesie per il 6-15 Bologna.

Daye accorcia sparando dall’arco, Teodosic si iscrive a referto allo stesso modo e dopo due di Tonut l’asso serbo di Scariolo imbecca Tessitori per l’11-20 Vu Nere alla prima sirena.

 

La truppa di De Raffaele approccia meglio il secondo quarto, difende forte e piazza un 6-0 aperto da Echodas e chiuso da Daye tornando a contatto. Ruzzier tampona l’emorragia, Abass ne mette 4 per il 19-26 Virtus ma Sanders replica con quattro punti filati autografando il 23-26.

 

Hervey dà ossigeno ai bianconeri, l’equilibrio non si spezza finché Tonut brucia la retina due volte in rapida successione dalla lunga per il sorpasso Reyer (31-30) a 2’30” dall’intervallo. Bologna alza un muro in difesa, Belinelli lucra e realizza tre liberi poi Weems trema dalla linea della carità e Brooks cancella Pajola per il 31-34 bolognese alla pausa lunga.

 

Al rientro sul parquet i canestri restano stregati per 80” abbondanti, Teodosic decide che non è il caso e prima spara una tripla frontale, poi si ripete autografando un parziale alimentato da Jaiteh e chiuso da Pajola per il +13 Bologna. Watt tampona l’emorragia con due liberi, al passaggio di metà quarto le Vu Nere conducono ancora 33-45.

 

Vitali e due volte Sanders non ci stanno e con tre triple inframezzate da un libero del lungo bianconero riaprono la partita a 3’19 dalla penultima sirena (42-47). Tessitori è costretto a sparare dalla lunga dopo il timeout di Scariolo e un libero di Sanders e trova il bersaglio grosso, Echodas e De Nicolao firmano un mini 4-0 e Venezia entra ei 10’ finali sempre con 3 lunghezze da recuperare (47-50).

 

Il play orogranata serve Daye per due comodi in apertura di quarto conclusivo, Bologna si sblocca grazie ad Alibegovic dopo oltre 3’ di gioco ma Sanders rimette subito in scia i suoi attaccando il ferro di prepotenza. Bologna fatica ma spadroneggia a rimbalzo offensivo, Watt regala il +1 alla Reyer poi Jaiteh e Tonut si scambiano cortesie mentre Michele Vitali è costretto ad abbandonare la contesa causa problemi fisici: timeout De Raffaele a meno di 5’ dalla fine con i veneti avanti 57-56.

 

Tonut si inventa una tripla in step-back dal palleggio a giochi rotti sparando in faccia a Pajola, Hervey replica nel verniciato poi Pajola recupera palla e lancia Weems in contropiede per il 60 pari a 2’40 dalla fine. Venezia non segna letteralmente più, Teodosic lucra due liberi e riporta avanti le Vu Nere ma Watt chiude il parziale di 6-0 con un movimento sontuoso nel verniciato.

 

Hervey punisce dai 6,75, Watt argina la mareggiata dopo un errore banale del lungo virtussino, imitato però da Teodosic nel realizzare dalla per il +4 bianconero (64-68) a 1’05” dalla fine. Jaiteh manda inopinatamente Daye in lunetta e l’ala statunitense firma il -2 orogranata con 60” da giocare, viene mandato in lunetta da Tonut sul possesso successivo e sbaglia dando alla Reyer il possesso per impattare o superare a 40” dal termine.

 

Watt converte solo un libero dopo fallo di Teodosic, Hervey non trema dalla lunetta per il 67-70 Vu Nere poi, nonostante Venezia non demorda e torni a -1 con De Nicolao a 3” dalla fine, la Virtus Bologna archivia la pratica imponendosi 71-72 in volata e sfiderà in finale Milano nella riedizione della scorsa finale scudetto e di quella della Supercoppa 2020.

Umana Reyer Venezia-Segafredo Virtus Bologna 71-72:il tabellino

(11-20, 31-34, 47-50)

 

Venezia: Stone, Tonut 16, Daye 9, De Nicolao 5, Sanders 15, Phillip 2, Echodas 6, Mazzola, Brooks 2, Cerella ne, Vitali 3, Watt 13. All.: De Raffaele.

 

Bologna: Tessitori 5, Belinelli 6, Pajola 4, Alibegovic 2, Hervey 17, Ruzzier 2, Jaiteh 9, Alexander 2, Barbieri ne, Weems 7, Teodosic 14, Abass 4. All.: Scariolo.

I più visti

Leggi tutto su Sport