Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Arredamento
    • Ricette
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Libri
    • Hobby
    • Come fare
    • Motori
  • Video
    • Tutto
    • Risorgimento Digitale
    • Divertenti
    • Sport
    • Top Video
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Codici Sconto
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 30 novembre 2020 - Aggiornato alle 08:00
Live
  • 06:08 | Il Napoli vince nel nome di Maradona: 4-0 alla Roma
  • 23:54 | Ecco la task force che gestirà il Recovery Fund in italia
  • 23:31 | La classifica delle città in cui si vive meglio nel 2020
  • 21:45 | David Lynch lavora a una nuova serie tv (per Netflix)
  • 21:20 | L'omaggio del San Paolo prima di Napoli-Roma
  • 21:13 | Chi è Arianna Gianfelici e perchè è stata sospesa da Amici
  • 20:00 | Cagliari-Spezia 2-2, Nzola riaggiuanta i sardi al 96'
  • 19:48 | F1 in Bahrein: Grosjean è salvo, ma che paura!
  • 19:31 | Il commosso omaggio di Lionel Messi a Maradona
  • 19:24 | Cesare Cremonini e la schizofrenia: "Così mi sono salvato"
  • 19:10 | Operazione Risorgimento Digitale: "Verso l’eccellenza digitale"
  • 18:49 | Ancora un rapper ucciso negli Usa, chi era Lil Yase
  • 18:30 | Dove trascorrerà il Natale la regina Elisabetta?
  • 18:14 | Com'è "Love Not War", il nuovo singolo di Jason Derulo
  • 17:35 | Federica Laviosa: chi è e che lavoro fa l'ex di Piero Chiambretti
  • 17:30 | Covid-19, calo dei decessi in Italia: 541 in 24 ore
  • 17:25 | Come si fa il riso soffiato in casa: la ricetta
  • 17:07 | Sotto inchiesta il medico personale di Maradona
  • 17:05 | “Star Wars”, è morto l’attore che impersonava Darth Vader
  • 17:03 | Il Milan batte la Fiorentina e allunga in testa
Basket, Serie A: la Dinamo Sassari piega in volata la Fortitudo Bologna Gianmarco Pozzecco - Credit: Simone Lucarelli / Fotogramma
BASKET LBA UNIPOLSAI SERIE A 2020-2021 18 ottobre 2020

Basket, Serie A: la Dinamo Sassari piega in volata la Fortitudo Bologna

di Federico Bandirali

Il Banco vince in rimonta nonostante i 23 di Banks. Decisivo Spissu, glaciale dalla lunetta

Nell’anticipo di mezzogiorno della quarta giornata del campionato di basket della UnipolSai LBA - Serie A 2020/2021, la Dinamo Sassari rialza la testa al PalaSerradimigni e piega di misura la Fortitudo Bologna di misura grazie alla precisione ai liberi di Marco Spissu.

Terza sconfitta in quattro partite di campionato per gli uomini di coach Sacchetti, nonostante i 23 di un redivivo Adrian Banks e i 20 di Aradori. I felsinei, infatti, dopo essersi portati avanti di otto lunghezze in apertura di quarto conclusivo, si sono fatt rimontare nel finale con Bilan a spadroneggiare nel verniciato e Spissu glaciale ai liberi nei minuti conclusivi e autore dell'unico caanestro dal campo nel tiratissimo finale.


 

Pessima la gestione del vantaggio della Effe, con scelte insensate tra le quali spicca la potenziale tripla per mandare il match al supplementare lasciata nelle mani (poco affidabili) di Stefano Mancinelli, con la rimonta della Dinamo coronata grazie, soprattutto, alla precisione dalla lunetta (30/33 per i sardi a cronometro fermo) nelle fasi cruciali.

 

Dinamo Sassari – Fortitudo Bologna 89-86

I padroni di casa partono con il piede ben premuto sull’acceleratore e provano ad andare subito in fugaa salendo sul +8 dopo soli 3’ di gioco. Gli ospiti non riescono a difendere ma si ritrovano in attacco, piazzando un parziale utile a effettuare il sorpasso (20-23) a 3’ dalla prima sirena. Le difese sono impalpabili, le palle perse non si contano sui due lati del campo, e gli uomini di Pozzecco ne approfittano per piazzare un 5-0 e chiudere avanti (25-23) il primo quarto.

 

Fantinelli, dopo la prestazione superlativa della terza giornata, si riscopre cecchino dalla lunga e, con 5 punti filati, riporta la Effe avanti (29-30) a 5’ dalla pausa lunga. La Fortitudo insiste registrando la difesa, e allunga fino al 38-43 dell’intervallo che sembra il presupposto alla fuga per la vittoria

 

Al rientro sul parquet, però, Sassari griffa un altro parziale di 8-0 e costringe la Fortitudo a fare come Penelope obbligandola a ricominciare a tessere la tela da capo. Aradori e Banks rispondono presente e si mettono all'opera, con l’ex brindisino che punisce dall’arco (4 triple in 10’) e Whiters ad autografare il +8 alla penultima sirena (60-68).

 

La truppa di Pozzecco, però, non ne vuole sapere di mollare, e dopo aver visto gli ospiti sprecare la tripla del possibile +11 risale la china. Spissu è ispirato, Bilan doma un opaco Happ nel pitturato costringendolo a commettere il quinto fallo con 3’ da giocare. Il centro della Effe, non pago, si vede becca anche un tecnico.

 

La partita diventa una ressa e Bendzius è il più scaltro ad approfittarne realizzando per l’81-80 Sassari, con la Fortitudo in evidente stato confusionale dopo aver quasi messo in ghiacciaia il match. Whiters è costretto dare fofait causa infortunio, Totè esce di scena per raggiunto limite di falli e le fasi finali sono segnate da un duello a distanza dalla lunetta.

 

A Spissu, autore dell'unico canestro su azine nel finale, non tremano le mani, Ipossesso del potenziale pareggio fortitudino, affidato ancora a Mancinelli, non trova il fondo della retina. La Dinamo vince, non senza faticare, 89-86 una partita persa più volte.

 

Segnali, incoraggianti per Pozzecco e molto meno per Meo Sacchetti, che dopo aver recuperato Banks non riesce a far decollare i suoi come, invece, ci si aspettava a inizio stagione.

 

Il tabellino

Sassari: Burnell 15, Devecchi, Spissu 22, Pusica 4, Bilan 18, Kruslin 6, Bendzius 12, Tillman 12, Treier, S. Gentile ne, Re ne, Gandini ne. All.: Pozzecco.

 

Fortitudo: Totè 7, Aradori 20, Mancinelli 1, Palumbo, Happ 9, Withers 10, Banks 23, Fletcher 7, Fantinelli 9, Sabatini, Dellosto ne. All. Sacchetti.

I più visti

Leggi tutto su Sport