Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Costume e Società
    • Arredamento
    • Ricette
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Libri
    • Hobby
    • Come fare
    • Motori
  • Video
    • Tutto
    • Arredamento
    • Come fare
    • Costume e società
    • Divertenti
    • Green
    • Hobby
    • Per Conoscere
    • Ricette
    • Sport
    • Top Video
    • Viaggi
    • Risorgimento Digitale
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 20 giugno 2021 - Aggiornato alle 01:00
Live
  • 22:05 | Basket, ad Amburgo l’Italia stende anche la Repubblica Ceca 83-71
  • 21:05 | Ewan McGregor e il film sulla scalata dell’Everest
  • 20:38 | Matteo Berrettini è in finale sull’erba del Queen’s
  • 19:09 | Covid: quanti sono i morti, regione per regione
  • 19:03 | MotoGP 2021, Germania: Rossi 'vede nero' per la gara e il 2022
  • 19:02 | Chi vuole, potrà avere la seconda dose di AstraZeneca
  • 17:30 | In Italia 1.197 nuovi positivi su 250mila tamponi. 28 i morti
  • 17:24 | Covid, come ottenere il Green pass sull’app Immuni
  • 17:01 | Iran, il nuovo presidente è l'ultraconservatore Raisi
  • 15:59 | MotoGP 2021, Germania: Zarco centra la pole position al Sachsenring
  • 15:45 | La nuova fondazione di Kate Middleton
  • 15:27 | Il Museo Etnografico di Sassari diventa un atelier
  • 14:13 | Edoardo e Sophie di Wessex festeggiano 22 anni di matrimonio
  • 13:15 | Litosfera: com'è fatta la Terra
  • 12:15 | Filetto di salmone al forno con patate
  • 12:15 | Estate 2021: le soluzioni preferite dagli italiani
  • 12:07 | Ibrahimovic operato al ginocchio
  • 11:56 | Mancini pensa a un po’ di turnover per il Galles
  • 11:45 | Chi è Florin Vitan, tiktoker che sogna di fare l'attore
  • 11:45 | Tabella tempi di cottura sottovuoto bassa temperatura
binotto-lavoro-squadra-ferrari - Credit: Fotogramma/IPA
formula 1 10 maggio 2021

Binotto esalta il lavoro di squadra della Ferrari

di Pierfrancesco Catucci

Per il team principal, tutto il team sta facendo grandi passi avanti

Il quarto posto di Charles Leclerc al gran premio di Spagna fa sorridere Mattia Binotto che si gode i progressi della Ferrari e si toglie qualche sassolino dalla scarpa con i commentatori.

"Charles ha fatto una bellissima gara, con una buona partenza ed una buona gestione, però credo che bisogna riconoscere i progressi del team” dice il team principal della Rossa.

 

“Questo è un risultato di squadra, non solo dei piloti – prosegue –. La macchina è decisamente migliorata rispetto all'anno scorso, anche Carlos mi ha appena detto che ha avvertito di essere più veloce di chi gli stava davanti nelle curve, poi è chiaro che la corsa viene un po' sporcata quando sei in scia. Sapevamo sarebbe stata una corsa difficile dal punto di vista dell'usura, ma è stata gestita bene dalla squadra, dagli ingegneri e dei piloti. L'anno scorso qui siamo stati doppiati, i progressi sono evidenti. In questo contesto, è sempre un peccato sentire commenti che non danno merito alla squadra per i progressi sulla macchina, con meriti dati solo al pilota. Ripeto, questo è un risultato di squadra”.

 

Il riferimento è alla telecronaca di Sky Sport in cui il telecronista Vanzini aveva detto qualcosa come: “Grande Charles, peccato per la macchina”, intendendo che con una monoposto alla pari di Mercedes e Red Bull, Leclerc avrebbe la potenzialità per lottare per il titolo.

 

“Siamo convinti anche noi di questo – la risposta di Binotto – e non a caso abbiamo rinnovato con lui fino al 2024. Sappiamo di non avere una macchina al livello di Mercedes e Red Bull”.

 

Dopo il chiarimento tra i due, Binotto insiste nell’attribuire i meriti a tutti i componenti del team Ferrari: “Merito anche della comunicazione, del muretto, dei piloti e della gestione delle gomme, quindi la comprensione di come si comportano, di come vanno gestite, dei suoi numeri e dei suoi modelli”.

 

Poi un’analisi più dettagliata della gara: “Oggi eravamo proiettati alla singola sosta con Charles, quando Perez si è fermato, ci siamo fermati per sicurezza anche noi, ma impostare la corsa su una sola sosta significa aver interpretato bene dei dati della telemetria. Questa è tutta esperienza, nei primi 4 GP la squadra si è sempre comportata bene, altri hanno fatto errori. Sono state gare sempre difficili, come ad Imola sul bagnato in condizioni particolari. Magari non siamo i più veloci nei pit-stop, ma siamo stati i più consistenti, che è la cosa più importante”.

I più visti

Leggi tutto su Sport