Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Ricette
    • Arredamento
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Libri
    • Hobby
    • Come fare
    • Motori
  • Video
    • Tutto
    • Divertenti
    • Sport
    • Top Video
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
  • Codici Sconto
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 12 luglio 2020 - Aggiornato alle 20:06
Live
  • 20:06 | Genoa-spal 2.0, i rossoblù tornano a sperare nella salvezza
  • 19:39 | Yoko Ono, musa di John Lennon, è malata
  • 19:25 | Disastro Ferrari in Austria, Leclerc colpisce Vettel
  • 18:44 | La playlist di TIMMUSIC per il tuo aperitivo in spiaggia
  • 18:36 | Conte: 'Paghiamo solo errori individuali'
  • 18:15 | Trovato il diario segreto di Michael Jackson
  • 18:00 | Paura per Ghali, il rapper è stato aggredito da una 22enne
  • 17:29 | Katy Perry contro Kanye West per la sua candidatura alle presidenziali Usa
  • 16:50 | Roger Federer palleggia sui tetti di Finale Ligure
  • 16:39 | Claudio Baglioni ha cantato a Roma per le vittime del coronavirus
  • 16:23 | Secondo Locatelli “non ne siamo ancora fuori”
  • 16:13 | Il Borussia Dortmund non venderà Sancho per meno di 130 milioni
  • 16:00 | Il nuovo record di Leo Messi
  • 15:42 | Ronaldo nel 2020 segna come nessuno
  • 15:32 | Gelato allo yogurt senza zucchero
  • 15:30 | Lady Diana e Grace Kelly: unite da un tragico destino
  • 15:29 | Covid-19, perché il governo vuole prolungare lo stato di emergenza
  • 15:26 | Torta albicocche e yogurt
  • 15:12 | Ma che cos’è la Troika?
  • 14:56 | Inter, per il centrocampo il nome nuovo è quello di Kanté
MotoGP, suggestione Ducati: Lorenzo al posto di Dovizioso nel 2021 Jorge Lorenzo in Ducati (2018) - Credit: Giuseppe Piazzolla / IPA / Fotogramma
MOTOGP 23 giugno 2020

MotoGP, suggestione Ducati: Lorenzo al posto di Dovizioso nel 2021

di Federico Bandirali

Petrucci andrà in KTM e il rinnovo del “Dovi” è incerto: ecco perché non è solo un’ipotesi

Le trattative per il rinnovo contrattuale tra Ducati e Andrea Dovizioso sono sostanzialmente in stallo con l’ingaggio al centro della contesa: 6 i milioni a stagione per due anni chiesti dal forlivese; 3 quelli offerti da Borgo Panigale, ovvero la metà.

Così, mentre Danilo Petrucci ha scelto di restare in MotoGP a fine campionato accordandosi in KTM con contratto biennale, in casa Ducati si pensa a un clamoroso ritorno di Jorge Lorenzo - ritiratosi a fine 2019 dopo una stagione drammatica in Honda e diventato collaudatore di lusso tornando in Yamaha  - che, nel caso, farebbe coppia con Jack Miller nel team ufficiale.

 

- LEGGI ANCHE - Jorge Lorenzo conferma il ritiro: “Definitivo al 98%”

- E ANCHE - Miller sul 2021: “In Ducati per battere Marquez”

 

Yamaha: con Rossi in Petronas nessuno spazio per Lorenzo

Da un lato le parole del team principal della casa di Iwata, che ha recentemente dichiarato come secondo lui il passaggio del maiorchino nel test team europeo e la wild card per il GP di Catalunya (poi revocata per via della pandemia) erano un modo per mettersi alla prova e vedere se era tornato competitivo.

 

Jarvis ha poi chiarito che, stanti i problemi economici causati dalla pandemia, qualora Lorenzo volesse (come sua opinione) tornare in sella “per davvero” nel 2021 l’ipotesi Yamaha è da escludere per il passaggio di Valentino Rossi al team Petronas che esaurirebbe il budget, suggerendogli di “bussare” alle porte di Aprilia e Ducati per finalizzare il non troppo clamoroso ritorno alle gare.

 

- LEGGI ANCHE - MotoGP, Lorenzo al miele: “Rossi è il Michael Jordan delle moto”

- E ANCHE - Il calendario ufficiale MotoGP 2020: si parte da Jerez, due GP a Misano

 

Il rapporto tra lo spagnolo e Borgo Panigale

Dall’altro, invece, i continui colloqui tra Borgo Panigale e Lorenzo anche dopo la sua dipartita a fine 2018, e il legame fortissimo tra di lui e il General Manager Gigi Dall’Igna, iniziato quando l’ingegnere era in Aprilia e Jorge trionfava in 250.

 

Con queste premesse, pare evidente che il primo nome nella lista della Ducati per il 2021 sia proprio quello del maiorchino, che secondo Sky avrebbe addirittura detto ai top manager della Rossa: “Sto bene, datemi una moto, possiamo ancora vincere assieme”.

 

Ricongiungimento Ducati-Lorenzo possibile: ecco perché

Con il contratto da collaudatore per il costruttore nipponico in scadenza a fine anno, a prescindere da eventuali offerte economiche già sul tavolo di cui non si ha notizia, le parole di Lorenzo puntano in una sola direzione.

 

Quindi, se il rinnovo con Dovizioso non dovesse concretizzarsi non è difficile ipotizzare che, riprendendo il filo di un discorso interrotto sul più bello – ovvero quando Lorenzo aveva preso “le misure” alla Desmo ritornando al vertice per poi passare in Honda -, il maiorchino e Borgo Panigale possano ricongiungersi.

 

Anche perché, e su questo ci sono diversi testimoni nel paddock, nell’estate 2019 il 5 volte iridato spagnolo si era “offerto” alla Ducati, dando disponibilità anche a passare un anno nel team satellite Pramac pur di riabbracciare la Rossa.

 

- LEGGI ANCHE - In Austria spunta una clamorosa ipotesi, Jorge Lorenzo torna in Ducati?

 

Vero che l’obiettivo primario di Lorenzo era tornare con l’amata Yamaha e non con la comunque scorbutica Ducati, ma il “ripiego” tale non sarebbe, né per Ducati in caso di addio a Dovizioso né per il maiorchino, che d’altro canto è sempre stato famoso per la sua capacità di indirizzare ingegneri vero il “giusto” sviluppo delle moto che ha guidato.

 

Petrucci in KTM: quale futuro per Dovizioso?

Dovizioso, apparentemente in rapporti non idilliaci con Borgo Panigale, al momento sembra lontano dal rinnovo e non solo per i soldi, visto che l’essersi piazzato per tre volte di fila alle spalle dell’imbattibile Marquez certifica il suo valore in pista. Ducati, però, non pare soddisfattissima delle indicazioni del forlivese per lo sviluppo della moto nell’unica annata da prima guida senza Lorenzo al suo fianco.

 

Premesse per un ricongiungimento che, come detto, non sarebbe nemmeno troppo sorprendente, anche se poi con il passaggio quasi ufficiale di Danilo Petrucci in KTM le selle libere in MotoGP per il 2021 sarebbero davvero poche per “Desmodovi”: Aprilia ha rinnovato con Aleix Espargaro e di certo non è una moto competitiva (per ora), KTM non pare intenzionata a prendersi la coppia di ducatisti anche per ragioni economiche, e le altre moto di livello sono già “occupate”.

 

A quel punto, forse, avrebbe senso un anno sabbatico per poi raccogliere il testimone da Rossi in Petronas, ma si tratta di pure speculazioni con il “Dovi” a decidere se vuole continuare davvero o meno. Perché, evidentemente, il taglio dell’ingaggio proposto da Ducati è l’ultimo dei problemi.

Leggi tutto su Sport