TimGate
header.weather.state

Oggi 10 agosto 2022 - Aggiornato alle 15:19

 /    /    /  Eurolega: Milano cade anche a Berlino, vince l’Alba 81-76
Eurolega: Milano cade anche a Berlino, vince l’Alba 81-76

Nicolò Melli- Credit: LiveMedia / Fotogramma

BASKET EUROLEGA 2021-202203 dicembre 2021

Eurolega: Milano cade anche a Berlino, vince l’Alba 81-76

di Federico Bandirali

Quarto ko consecutivo per l’Olimpia, sprofondata sul -17 e incapace di completare una furiosa rimonta

Nel match valido per la tredicesima giornata dell’Eurolega 2021/2022, l’Olimpia Milano non inverte la tendenza e perde anche a Berlino contro l’Alba 81-76 incassando così la quarta sconfitta consecutiva in Europa. Partita complessa per l’Armani, partita forte grazie alla verve di Melli ma poi dominata dai tedeschi, avanti di 17 nel corso del terzo quarto prima della rimonta meneghina, mai completata complici le triple sputate dai ferri della Mercedes Benz Arena nel finale. Prestazione monumentale ma inutile per Kyle Hines, con Bentil ad avere un impatto positivo all’esordio in biancorosso e Datome lucido nei momenti di difficoltà, ma in una serata sostanzialmente storta per tutti gli altri uomini a disposizione di coach Ettore Messina (anche Delaney, nonostante i 12 punti messi a referto) , ora quarti in classifica con un record di otto vinte e cinque perse.

 

Fondamentali per i gialli berlinesi le triple di Eriksson e la solidità di Sikma, con Maodo Lo capace di far male alla tenera difesa ospite e i padroni di casa capaci di dettare il ritmo per 30’, amministrando bene il vantaggio nel tirato finale aggrappati alla difesa, non esattamente marchio di fabbrica dell’Alba.

Alba Berlino – Olimpia Milano 81-76

Melli e Delaney colpiscono subito dall’arco lanciando Milano sul +4, ma l’Alba non si scompone e con un contro-parziale di 9-2 prende il comando delle operazioni. L’Olimpia si sblocca, si spegne subito dopo e incassa un altro 9-0 con i tedeschi infallibili dalla lunga sprofondando sul -9. I biancorossi reagiscono, Messina trova risposte dalla panchina e una tripla di Rodriguez fissa il punteggio sul 19-15 alla prima sirena.

 

L’Olimpia insiste con la coppia Bentil-Hines a far faville nel pitturato e mette subito la freccia, l’equilibrio non si spezza per qualche minuto poi, grazie alle triple di Eriksson e alle giocate di Da Silva e Lo l’Alba piazza un 13-7 per il +9 (43-34) alla pausa lunga.

 

Al ritorno sul parquet, complici i problemi di falli di Melli, Messina mette nei 5 Bentil e Milano torna in scia con un 5-0, a cui replicano il solito Eriksson (5/5 da 3 in 23’, poi tre errori) e Lo con Sikma a dominare a rimbalzo inventando anche assist immaginifici per il 17-5 berlinese che vale il +17 (60-43) interno.

 

Messina vede la partita scappare e ferma per due volte il gioco in meno di 60”, Milano abbozza una reazione tornando a -10 grazie ad un paio di conigli estratti dal cilindro da Rodriguez, per poi entrare nei 10’ finali sul 67-56 Alba.

 

La difesa milanese sale di colpi, Milano attacca il ferro con convinzione e costruisce un parziale di 4-14 per tornare sul -1 con 5’ sul cronometro. Sikma dopo aver servito i compagni spara dalla lunga, Hines è onnipresente e tiene in scia l'Olimpia con Hall a chiudere la nuova forbice aperta dai tedeschi appoggiando di forza i due punti del 77-76.

 

La squadra di casa, però, trova due liberi convertiti dall’infallibile Eriksson, Shields fallisce la tripla del pareggio poi Lammers fa partire i titoli di coda: l’Alba Berlino che batte Milano 81-76 e infligge all’Olimpia la quarta sconfitta europea consecutiva.

Alba Berlino – AX Armani Exchange Milano 81-76: il tabellino

(19-15, 24-19, 24-22, 14-20)

Alba: Lo 12, Da Silva 4, Smith 0, Delow 0, Eriksson 21, Olinde 6, Oumadje 8, Thiemann 8, Sika 9, Blatt 3, Zoosman 6, Lammers 4. All.: Gonzalez.

 

Olimpia: Melli 8, Grant 0, Rodriguez 8, Ricci 6, Biligha, Hall 7, Delaney 12, Daniels ne, Shields 9, Hines 10, Bentil 8, Datome 8. All.: Messina.