Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Ricette
    • Arredamento
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Libri
    • Hobby
    • Come fare
    • Motori
  • Video
    • Tutto
    • Risorgimento Digitale
    • Divertenti
    • Sport
    • Top Video
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Codici Sconto
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 07 agosto 2020 - Aggiornato alle 04:00
Live
  • 08:46 | Ora Twitter permette di scegliere chi può replicare ai propri tweet
  • 21:40 | La Roma dà primo dispiacere a Friedkin, fuori dall'Europa League
  • 19:50 | Stai pensando di acquistare un divano colorato?
  • 18:00 | Buon compleanno Marco Liorni
  • 17:51 | Barcellona-Inter, lo scambio di Lautaro dipende da Suarez
  • 17:16 | Sarri pensa oltre il Lione: 'Non credo sarà mia ultima partita'
  • 17:00 | TIM FLEXY: Internet veloce per le seconde case, solo quando serve
  • 17:00 | Scuola: quando si ricomincia, regione per regione
  • 16:52 | Milan, arriva Kalulu (classe 200) a parametro zero
  • 16:50 | Distanza su bus e treni: cosa è stato deciso finora
  • 16:45 | Inter, 3 motivi per cui Conte può essere soddisfatto
  • 16:24 | La Premier League torna alle tre sostituzioni
  • 16:23 | Barcellona-Napoli? 'Maradona tiferà per gli azzurri'
  • 16:20 | L’Udinese ha deciso: si va avanti con Gotti
  • 16:20 | Sondaggi Usa 2020: Biden in testa negli Stati chiave
  • 16:00 | L’omaggio di Kate a nonna Valerie
  • 15:30 | Coronavirus: il punto sulla pandemia
  • 14:59 | Instagram Reels disponibile in Italia, la sfida a TikTok è globale
  • 14:18 | Atalanta e Moioli tornano a scusarsi con tifoso Napoli insultato
  • 13:18 | Ferrari, il bis di Silverstone per migliorarsi ancora
Fabio Fognini sicuramente non ci sarà agli US Open Fabio Fognini durante la Coppa Davis a Cagliari - Credit: Felice Calabrò / Fotogramma
TENNIS 10 luglio 2020

Fabio Fognini sicuramente non ci sarà agli US Open

di Giovanni Teolis

Lo dice il suo coach Corrado Barazzutti che spiega che ci sono più motivi per rinunciare

Non è ancora sicuro che si giochino gli US Open, ma è certo che nel caso si disputi lo Slam americano in tabellone non ci sarà Fabio Fognini.

Il tennista italiano è ancora alle prese con la riabilitazione dopo il doppio intervento alle caviglie. A dare conferma del sicuro forfait il suo allenatore, Corrado Barazzutti, in un’intervista a Supertennis, dove ha manifestato anche tutti i suoi dubbi sull’effettiva possibilità che i tornei americani possano effettivamente svolgersi:

“Da lunedì (13 luglio, ndr) ricomincerò ad allenarlo con tutte le attenzioni. Ricominceremo con una serie di allenamenti graduali che saranno ovviamente concordati con il suo fisioterapista e con il medico che l'ha operato. In base a come reagirà potremmo intensificare più o meno questi allenamenti. L'obiettivo è metterlo in condizione di poter competere nei primi tornei sulla terra battuta”.

Terra battuta, quindi soltanto tornei in Europa e niente America:

“No, non ci sono i tempi. E poi, se vuoi la mia opinione, neanche si giocherà in America.  La situazione mi pare troppo grave e non credo che migliorerà in tempi brevi.  Dato che negli USA non fanno alcun tipo di lock down, e non lo vogliono neanche fare, presumo che il numero dei contagi sarà sempre molto alto e quindi, secondo me, finirà che rinunceranno al torneo. Mi risulta che comunque una decisione verrà presa tra il 13 e il 15 di questo mese”.

Barazzutti ha poi spiegato meglio il suo scetticismo sui tornei americani e sulla loro organizzazione: 

“Andare negli States in questo momento è molto complicato. In Europa ti muovi. Puoi anche andare in macchina se vuoi, senza alcun tipo di rischio. L’America ha anche la frontiera chiusa. Si parla di organizzare dei charter, è una complicazione assurda. La mia sensazione è che i giocatori non ci vogliano andare. È troppo pericoloso giocare in un Paese dove lasciano il coronavirus circoli tranquillamente“.

 

LEGGI ANCHE: Djokovic torna a parlare tra caccia alle streghe e US Open 

Leggi tutto su Sport