Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • People
    • Tutto
    • Gossip e Celebrità
    • Social e Influencer
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Arredamento
    • Ricette
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Hobby
    • Come fare
  • Video
    • Tutto
    • Arredamento
    • Come fare
    • Costume e società
    • Divertenti
    • Green
    • Hobby
    • Moda
    • Ricette
    • Sport
    • Tecnologia
    • Top Video
    • Viaggi
    • Risorgimento Digitale
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 26 ottobre 2021 - Aggiornato alle 10:11
News
  • 10:55 | La Supercoppa italiana dovrebbe giocarsi in Italia
  • 10:34 | Mattarella: “Garantire ai giovani una prospettiva di vita”
  • 10:11 | Le violente alluvioni in Sicilia e Calabria
  • 10:04 | ATP Vienna, Berrettini vince all’esordio e vola alle ATP Finals
  • 09:54 | Il programma della decima giornata di campionato
  • 06:05 | Le terze dosi, le pensioni e le altre notizie sulle prime pagine
  • 21:55 | Come vedere in tv tutte le partite della Serie A TIM, della Champions e molto altro
  • 21:30 | Città dei 15 minuti: perché deve contrastare le disuguaglianze
  • 20:31 | Il Milan contro il Torino da capolista con Theo e Kessie
  • 19:59 | Un restauro integrale per l’“Estasi di Santa Teresa” del Bernini
  • 19:35 | Verso il tutto esaurito per Italia-Svizzera
  • 19:12 | La nona giornata sorride al Milan
  • 18:36 | Il giudice squalifica Spalletti, Mourinho, Gasperini e Inzaghi
  • 17:19 | L'Inter ritrova Correa: 'Mercoledì gioco'
  • 17:00 | Covid, i dati del 25 ottobre: tasso di positività all'1,1%
  • 16:54 | MotoGP 2021, le pagelle del GP dell’Emilia Romagna a Misano
  • 16:42 | Covid, adesso il Regno Unito valuta un Piano B
  • 16:25 | L'efficacia del vaccino Pfizer nei bambini supera il 90%
  • 15:58 | Perché la terza dose di vaccino è importante, secondo Crisanti
  • 15:15 | Antonio Conte per la panchina del Manchester United
ferrari-piu-forte-power-unit - Credit: Fotogramma/IPA
formula 1 11 ottobre 2021

Con la nuova power unit la Ferrari è più forte

di Franco Porto

Le impressioni positive dopo il gran premio di Turchia

Il risveglio della Ferrari il giorno dopo il gran premio di Turchia è denso di fiducia.

Certo, non è arrivato il podio, ma la Rossa ha dimostrato ampi segnali di miglioramento e Leclerc ha mostrato che, con il nuovo motore, può avere il passo di chi lotta per il titolo. Anche la strategia, per quanto non abbia pagato, lascia fiduciosi perché si è comunque tentato qualcosa di diverso rispetto agli altri per portare a casa un risultato che sarebbe stato magnifico se le cose fossero andate come si sperava.

 

Ecco perché il team principal Mattia Binotto può dirsi soddisfatto: “Ci abbiamo creduto, ci abbiamo voluto provare, il sentimento a caldo è un po’ di amarezza. Da parte nostra è stato coraggioso provarci (a non fermarsi al pit stop, ndr), eravamo terzi con il rischio di perdere una posizione, come poi è avvenuto, ma l’occasione era ghiotta, per cui penso sia stato giusto averci provato. È andata così. Quando Charles è tornato in pista ha sofferto come tutti di graining nei primi giri e l’abbiamo pagata perdendo il podio con Perez”.

 

“Sono contento anche della gara di Carlos e della sua rimonta, a dimostrazione che oggi il passo c'era. Peccato davvero per il suo pit-stop, senza quello avrebbe potuto chiudere ancora più avanti in classifica. Ha fatto una bellissima gara sin dal primo giro ed una grande rimonta. Bene la nuova power unit, in questo momento ci sta dando un vantaggio utile non solo in qualifica ma anche in gara, con tanti sorpassi. Il contributo da parte del motore c'è stato, adesso entrambi i piloti possono contare sulla nuova power unit senza dover più scontare penalità”.

 

Binotto spiega quindi le condizioni che non hanno aiutato Leclerc: “Abbiamo avuto graining sul posteriore, la pista era più asciutta e dipendeva molto da quanto uno spingeva una volta uscito dai box. Charles uscendo con Perez alle spalle non ha avuto modo di poter gestire le temperature alle posteriori, da qui il graining che poi ha dovuto ripulire. Penso sia successo lo stesso ad Hamilton”.

 

E quando gli chiedono se il bicchiere è mezzo vuoto o mezzo pieno: “Dobbiamo essere realisti, ci siamo avvicinati ai migliori anche se loro restano davanti e restano inattaccabili. La nuova power unit, però, ci consente di metterci subito alle loro spalle, e questo è importante perché vuol dire essere davanti a tutti gli altri e provare a prendere il podio ad ogni gara. Sono punti importanti, anche oggi ne abbiamo guadagnati 10 sulla McLaren, se da qui alla fine consolideremo questi risultati andrà molto bene”.

 

“Questa macchina – conclude Binotto – ci consente di fare belle gare, belle rimonte ed oggi anche dei sorpassi. Manca ancora un quarto di bicchiere per riempirlo, ma assicuro che ci stiamo lavorando. Un passo alla volta, serve pazienza perché non esiste una bacchetta magica in Formula 1. Conta ogni dettaglio, purtroppo lo abbiamo visto oggi con il pit-stop, non ci si deve accontentare e secondo me non dobbiamo uscire soddisfatti da questa gara”.

I più visti

Leggi tutto su Sport