Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • People
    • Tutto
    • Gossip e Celebrità
    • Social e Influencer
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Arredamento
    • Ricette
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Hobby
    • Come fare
  • Video
    • Tutto
    • Arredamento
    • Come fare
    • Costume e società
    • Divertenti
    • Green
    • Hobby
    • Moda
    • Ricette
    • Sport
    • Tecnologia
    • Top Video
    • Viaggi
    • Risorgimento Digitale
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 24 ottobre 2021 - Aggiornato alle 11:15
News
  • 21:55 | Come vedere in tv tutte le partite della Serie A TIM, della Champions e molto altro
  • 11:09 | Le ultime in vista di Inter-Juventus
  • 10:59 | Il Milan batte 4-2 il Bologna in nove, Pioli: 'Mentalità decisiva'
  • 10:48 | L’Austria valuta restrizioni solo per i non vaccinati
  • 10:31 | La sofferta vittoria del Milan, in 11 contro 9
  • 09:53 | Chi è Otoniel, il re del narcotraffico mondiale, ora in prigione
  • 23:48 | Quanti sono gli italiani che non sono vaccinati
  • 20:23 | Il Sassuolo batte 3-1 il Venezia e lo stacca in classifica
  • 20:23 | Mourinho: 'Io scontento del club? Bugia'
  • 20:17 | Jannik Sinner va in finale ad Anversa (e rivede Torino)
  • 19:43 | Come e perché ridurre le diseguaglianze sociali
  • 17:01 | Salernitana-Empoli 2-4, inizio choc per Colantuono
  • 17:00 | Covid, i dati del 23 ottobre: tasso di positività allo 0,8%
  • 16:15 | Spalletti: 'La Roma non sarà mai mia nemica'
  • 15:51 | MotoGP 2021, Misano2: Bagnaia centra la pole passando dalla Q1
  • 13:33 | "In Italia la pandemia è sotto controllo": le parole di Brusaferro
  • 13:22 | Draghi è contro i muri anti-migranti in Ue
  • 10:50 | I lavoratori senza Green pass sono circa 1 milione
  • 10:41 | Perché aumenta la fame nel mondo
  • 10:40 | Il Milan a Bologna cerca vittoria e primato
ferrari-power-unit-turchia - Credit: Fotogramma/IPA
formula 1 21 settembre 2021

Ferrari e la nuova power unit (forse) in ritardo

di Franco Porto

Sainz spiega che lo sviluppo è sbilanciato sul prossimo anno

Domenica 26 settembre torna la Formula 1 che correrà in Russia.

Due settimane più tardi, in Turchia, è attesa la nuova power unit della Ferrari, aggiornata dopo alcuni sviluppi. A spegnere gli entusiasmi, però, è il pilota della Rossa Carlos Sainz che non si dice sicuro della disponibilità del nuovo motore già per il 10 ottobre.

 

“Non sono certo che il motore arriverà in Turchia – spiega Sainz –. Avrete delle notizie nelle prossime settimane, lo comunicheremo a tempo debito”.

 

La ragione dell’eventuale ritardo è nelle priorità dettate a Maranello: “Stiamo lavorando da gennaio alla macchina 2022, il simulatore è al 90% dedicato alla macchina del prossimo anno e per il 10% alla preparazione dei Gran Premi di quest’anno. In fabbrica si parla della prossima macchina”.

 

“Dobbiamo accertarci di non lasciare nulla di intentato e assicurarci l'opportunità di essere in lotta per vincere. Il 2022 sarà un reset, un cambiamento così grande che rappresenterà un inizio da zero per tutti. Quel che voglio è essere preparato al meglio”, prosegue Sainz.

 

A metà stagione, però, è anche tempo di bilanci per lo spagnolo: “Sono veloce e mi trovo a mio agio, ci sono ancora dei piccoli errori dovuti alla mancanza d’esperienza. Servono anni per conoscere una macchina al 100% e, non essendoci i test, gli errori e gli azzardi si pagano cari. Però fa parte dell'apprendimento”.

 

E sul futuro: “Credo che il meglio debba ancora arrivare e stiamo lavorando perché ci sia una grande gioia quest’anno. Mi piacerebbe ci fossero delle sorprese, poter lottare per merito per un podio, come a Monaco o Silverstone. Vedremo, dei circuiti in arrivo nessuno rappresenta una chiara opportunità; sono stato sempre veloce a Austin e in Messico”.

I più visti

Leggi tutto su Sport