Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Costume e Società
    • Arredamento
    • Ricette
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Libri
    • Hobby
    • Come fare
    • Motori
  • Video
    • Tutto
    • Arredamento
    • Come fare
    • Costume e società
    • Divertenti
    • Green
    • Hobby
    • Per Conoscere
    • Ricette
    • Sport
    • Top Video
    • Viaggi
    • Risorgimento Digitale
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 20 giugno 2021 - Aggiornato alle 08:00
Live
  • 08:30 | Sega annuncia la remaster in HD di Super Monkey Ball
  • 08:30 | Agrifoglio: tipi di pianta e consigli sulla potatura
  • 08:21 | Mancini verso il Galles: “Noi giochiamo solo per vincere”
  • 22:05 | Basket, ad Amburgo l’Italia stende anche la Repubblica Ceca 83-71
  • 21:05 | Ewan McGregor e il film sulla scalata dell’Everest
  • 20:38 | Matteo Berrettini è in finale sull’erba del Queen’s
  • 19:09 | Covid: quanti sono i morti, regione per regione
  • 19:03 | MotoGP 2021, Germania: Rossi 'vede nero' per la gara e il 2022
  • 19:02 | Chi vuole, potrà avere la seconda dose di AstraZeneca
  • 18:57 | Verstappen in pole in Francia davanti a Hamilton
  • 17:30 | In Italia 1.197 nuovi positivi su 250mila tamponi. 28 i morti
  • 17:24 | Covid, come ottenere il Green pass sull’app Immuni
  • 17:01 | Iran, il nuovo presidente è l'ultraconservatore Raisi
  • 15:59 | MotoGP 2021, Germania: Zarco centra la pole position al Sachsenring
  • 15:45 | La nuova fondazione di Kate Middleton
  • 15:27 | Il Museo Etnografico di Sassari diventa un atelier
  • 14:13 | Edoardo e Sophie di Wessex festeggiano 22 anni di matrimonio
  • 13:15 | Litosfera: com'è fatta la Terra
  • 12:15 | Filetto di salmone al forno con patate
  • 12:15 | Estate 2021: le soluzioni preferite dagli italiani
formula-1-baku-limiti-ferrari - Credit: Fotogramma/IPA
formula 1 7 giugno 2021

I limiti della Ferrari dopo Baku e un cauto ottimismo

di Pierfrancesco Catucci

Dopo la seconda pole consecutiva, la Rossa ha ceduto sul passo gara

A due settimane dal weekend di Montecarlo, anche a Baku, in Azerbaijan, va in scena un fine settimana dai mille volti per la Ferrari.

Dall’euforia per la pole position di Leclerc (la seconda di fila dopo quella monegasca) alla consapevolezza dei propri limiti per un quarto e un ottavo posto dopo il podio di Sainz nel principato e la mancata partenza di Leclerc per un problema tecnico.

 

A Baku vince Perez su Red Bull una gara pazza, caratterizzata dagli incidenti e dagli errori di chi non ti aspetti. Da Verstappen che va a muro quando era al comando, ad Hamilton che va lungo nel finale e azzera le possibilità di podio (chiuderà quindicesimo) e di controsorpasso in vetta alla classifica piloti. In mezzo gli exploit di Vettel su Aston Martin, secondo, e Gasly su Alpha Tauri, terzo.

 

Leclerc, però, è consapevole delle potenzialità della macchina e sa che non c’è da illudersi troppo: “Come ho detto alla prima gara non dobbiamo dimenticare che stiamo lottando con la McLaren, qui c’erano tanti punti in palio e siamo comunque davanti”.

 

Non tutto da buttare, insomma, per il pilota monegasco: “Mi piace guardare le cose nella loro globalità e in questo senso stiamo facendo dei passi avanti, non dobbiamo scoraggiarci quando abbiamo una gara più difficile delle altre. Se guardiamo al passo, non eravamo lontanissimi da Mercedes e Red Bull con la gomma dura verso metà gara, per cui ci sono tante cose positive. Detto questo non possiamo neanche essere contenti per il quarto posto, io sono qui per vincere così come tutto il team, ma diamo tutto e sono sicuro che tra poco le vittorie arriveranno”.

 

Il team principal della Rossa Mattia Binotto non nasconde la delusione, ma guarda comunque agli aspetti positivi: “Restano le due pole consecutive e da oggi il terzo posto nella classifica costruttori, anche se il vantaggio è minimo e, soprattutto, inferiore a quello che avrebbe potuto essere. È stata una gara difficile, inferiore alle aspettative alla luce del risultato delle qualifiche. Sappiamo bene che per raggiungere i nostri obiettivi dobbiamo non soltanto migliorare la nostra vettura ma anche essere perfetti in ogni area e oggi non lo siamo stati”.

I più visti

Leggi tutto su Sport