Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Ricette
    • Arredamento
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Libri
    • Hobby
    • Come fare
    • Motori
  • Video
    • Tutto
    • Risorgimento Digitale
    • Divertenti
    • Sport
    • Top Video
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Codici Sconto
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 23 ottobre 2020 - Aggiornato alle 11:00
Live
  • 10:17 | Come è andato il terzo e ultimo dibattito tra Biden e Trump
  • 10:15 | Barbara Pozzo, chi è la moglie di Luciano Ligabue
  • 10:14 | L’esordio delle italiane in Europa League
  • 09:05 | Regali ai testimoni, idee e consigli
  • 09:00 | “N. Hemisphere” è il nuovo EP di Garrett Kato, l’intervista
  • 09:00 | Sformato di zucchine al forno
  • 06:00 | I titoli dei giornali di venerdì 23 ottobre
  • 22:55 | Celtic-Milan 1-3, Krunic, Brahim e Hauge espugnano Glasgow
  • 20:56 | Napoli-Az Alkmaar 0-1, gli olandesi espugnano il San Paolo
  • 20:55 | Young Boys-Roma 1-2, Peres e Kumbulla ribaltano gli svizzeri
  • 20:08 | Amazon: stop alla vendita di prodotti in plastica monouso
  • 19:37 | Facebook Dating ora è disponibile anche in Italia
  • 19:29 | "Mentre nessuno guarda", il nuovo disco di Mecna è su TIMMUSIC
  • 19:09 | Giro d’Italia, Wilco Kelderman nuova maglia rosa
  • 18:57 | MotoGP, Teruel: Suzuki in cerca di conferme, Yamaha all’ultima chiamata
  • 18:32 | Fitness fai da te? Sì, ma con la playlist di TIMMUSIC
  • 18:00 | Miley Cyrus racconta di aver visto gli UFO
  • 17:54 | Paul McCartney, tutto sul nuovo album nato durante il lockdown
  • 17:30 | Harry e Meghan finalmente lanciano il sito Archewell
  • 16:30 | Covid-19, Italia: 15.199 nuovi contagi in 24 ore
formula-1-domenicali-nuovo-ceo Mattia Binotto e Stefano Domenicali - Credit: Fotogramma/IPA
formula 1 25 settembre 2020

La Formula 1 parlerà più italiano: Domenicali è il nuovo Ceo

di Pierfrancesco Catucci

L'ex team principal della Ferrari sarà in carica dal 2021 

 

L’italiano Stefano Domenicali, ex team principal della Ferrari e attuale amministratore delegato di Lamborghini (resterà in carica fino alla fine del 2020) sarà il numero uno della Formula 1 a partire dalla prossima stagione al posto di Chase Carey.
 

Domenicali (55 anni) era entrato in Ferrari nel 1991 e ci era rimasto fino al 2014, dopo aver ricoperto diversi ruoli, da team manager a direttore sportivo, fino a team principal.

E durante i 23 anni in rosso ha lavorato fianco a fianco anche con Ross Brawn, attuale direttore generale e responsabile sportivo della F.1, e Jean Todt, ora presidente della Fia, con cui hanno costruito la Ferrari vincente con Schumacher.

 

“Sono entusiasta di entrare a far parte dell’organizzazione della Formula 1 – ha detto Domenicali in una nota stampa – è uno sport che ha sempre fatto parte della mia vita. Sono nato a Imola e vivo a Monza. Sono rimasto in contatto con lo sport attraverso il mio lavoro con la Commissione monoposto della Fia e non vedo l’ora di entrare in contatto con i team, gli organizzatori, gli sponsor e molti partner in Formula 1 mentre continuiamo a portare avanti il business. Gli ultimi sei anni in Audi e poi alla guida di Lamborghini mi hanno dato una prospettiva ed esperienza più ampie che porterò in Formula 1”.

 

 

 

 

Tante le reazioni alla nomina di Domenicali, a cominciare dalla Ferrari che lo ha celebrato con un tweet: “Congratulazioni a Stefano e buona fortuna per questa favolosa e nuova sfida. Grazie a Chase (Carey, ndr) per il duro lavoro e il continuo impegno per rendere il nostro meraviglioso sport ancora migliore”.

 

Anche Todt ha speso belle parole per il nuovo Ceo della F1: “Chase Carey ha svolto un grande lavoro per la F.1 sia da quando l’ha presa in carico nel 2017. Ho fiducia che continuerà a farlo nel suo nuovo ruolo di presidente non esecutivo. Inoltre auguro a Stefano Domenicali tutto il meglio nella riuscita di questo importante incarico”.

 

Più articolata la nota con cui la McLaren ha dato il benvenuto a Domenicali: “McLaren Racing rende omaggio e applaude Chase Carey per la sua leadership nel portare il nostro sport all’apice di una nuova, eccitante e promettente era. Nei tre anni in cui è stato al timone, lo sport si è reinventato: ha abbracciato il digitale e i social media e si è aperto ai fan più che mai; ha nuovi regolamenti finanziari compreso l’importantissimo budget cap che inizierà il prossimo anno; nuovi regolamenti tecnici e sportivi e un nuovo Patto della Concordia. In secondo luogo, il team condivide la decisione di nominare Stefano Domenicali a Presidente e Ceo della F1 e crede che sia la persona giusta per guidare lo sport nella sua nuova era. Stefano ha una visione completa e un’ampia esperienza a livello di team, costruttore, conoscitore dei regolamenti e leadership per continuare a costruire sulle solide basi poste da Chase. Non vediamo l’ora di cominciare il lavoro insieme”.

 

Infine gli auguri di Bernie Ecclestone, predecessore di Carey: “Sono certo che per Chase non sia semplice essere rimpiazzato, ma Stefano aiuterà molto Liberty. È un agonista, conosce bene le esigenze dei team, avendone fatto parte. Gli auguro successo in questa nuova avventura”.

Leggi tutto su Sport