Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Ricette
    • Arredamento
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Libri
    • Hobby
    • Come fare
    • Motori
  • Video
    • Tutto
    • Risorgimento Digitale
    • Divertenti
    • Sport
    • Top Video
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Codici Sconto
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 25 settembre 2020 - Aggiornato alle 19:08
Live
  • 19:08 | Morata ai tifosi della Juve: “È l’occasione della mia vita”
  • 19:06 | La Danimarca lancia i concerti in stile drive-in
  • 18:04 | Filippo Ganna è campione del mondo di ciclismo a cronometro
  • 17:41 | Il bonus da 3000 euro a chi userà carte di credito anziché contanti
  • 17:26 | Massimo Giletti riparte da "Non è L'Arena" e da RTL 102.5
  • 17:19 | Ecco come cambia il Torino Film Festival
  • 17:12 | Fienga: 'Fonseca non è in discussione, Dzeko il nostro capitano'
  • 17:05 | Google: stop alle estensioni a pagamento nel Chrome Web Store
  • 17:05 | Conte e Marotta: 'Nessuna incomprensione, si lavora insieme'
  • 17:02 | Com'è "Bella storia", il nuovo singolo di Fedez (già su TIMMUSIC)
  • 16:56 | “Downton Abbey”, già pronta la sceneggiatura del sequel
  • 16:34 | JLo e Maluma duettano in "PA TI" e "Lonely": ascolta i brani su TIMMUSIC
  • 16:32 | MotoGP, Catalogna: Morbidelli vola nelle libere del venerdì al Montmelò
  • 16:07 | Zucchero compie 65 anni, ma il regalo lo fa lui ai suoi fan
  • 16:00 | Emma Stone e Dave McCary si sono sposati
  • 15:40 | Cosa succede se Trump non accetta la sconfitta alle elezioni
  • 14:53 | La playlist con le Nuove Uscite della settimana su TIMMUSIC
  • 14:42 | “Guida romantica a posti perduti”: il film italiano di Clive Owen
  • 14:30 | Carlo, Diana e la cognata Fergie
  • 14:27 | Michael Douglas e Catherine Zeta Jones compiono gli anni
formula-1-racing-point-penalizzata-freni La Racing Point di Stroll a Silverstone - Credit: FIA Pool / IPA / Fotogramma
FORMULA 1 7 agosto 2020

La Racing Point penalizzata per i freni copiati

di Pierfrancesco Catucci

La Fia ha tolto 15 punti alla scuderia e ha comminato 400mila euro di multa

Mentre a Silverstone si corre per le prove libere del gran premio che celebra il 70º anniversario della Formula 1, la Fia si è espressa sulle prese dei freni della Racing Point, copiati dalla Mercedes nonostante il regolamento lo vieti.

La federazione internazionale ha accolto il ricorso presentato dalla Renault e ha quindi penalizzato la scuderia con 15 punti sul campionato costruttori e una multa di 400mila dollari.

 

Troppo evidente la somiglianza tra la Racing Point e la Mercedes dello scorso anno (nel paddock la chiamavano la Mercedes rosa), confermata anche dalle ottime prestazioni (soprattutto nei primi GP di Stroll e Perez). La Fia, comunque, non è stata troppo pesante perché ha ritenuto che la scuderia abbia agito nella zona grigia del regolamento, cioè prima che fosse esplicitato che le prese dei freni rientrassero tra quei componenti che non possono essere ceduti alle scuderie clienti (la Racing Point è motorizzata Mercedes).

 

“Abbiamo bisogno di alcuni chiarimenti su questa decisione – commenta il team principal della scuderia inglese Otmar Szafnauer –. È una delusione, pensavamo di aver ragione e non abbiamo fatto nulla di sbagliato. Abbiamo invitato la Fia a marzo per mostrare loro tutto quello che stavamo facendo. Abbiamo giocato la carta dell’onestà. Dopo la loro visita ci hanno scritto per dirci che rispettavamo completamente le regole. Ora dobbiamo valutarla. La Fia ha riconosciuto che le regole sulle parti non elencate erano poco chiare e troppo ambigue e che potevano essere viste da due posizioni diverse. Ne ha tenuto conto quando ci ha sanzionati e ora dobbiamo determinare se fare appello o meno. La nostra posizione è che questa decisione è ingiusta”.

 

Sulla questione è intervenuto anche il team principal della Ferrari Mattia Binotto che nelle scorse settimane ha scritto una lettera di richiesta di chiarimenti alla Fia: “Ci sono 24 ore per presentare eventualmente un appello, da capire se la penalità è sufficiente o meno. Quello di oggi è un verdetto solo sui freni, che può aprire a una discussione su tutta la vettura. È presto per dichiarare la nostra posizione. La nostra lettera alla Fia non riguarda solo le prese d’aria, ma l’intero concetto della vettura. Quello di oggi riguarda solo i freni. Leggeremo le 14 pagine e decideremo come procedere”.

Leggi tutto su Sport