Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Ricette
    • Arredamento
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Libri
    • Hobby
    • Come fare
    • Motori
  • Video
    • Tutto
    • Risorgimento Digitale
    • Divertenti
    • Sport
    • Top Video
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Codici Sconto
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 13 agosto 2020 - Aggiornato alle 12:33
Live
  • 12:33 | Discoteche e ritorni dai viaggi: misure anti-contagio
  • 12:30 | Ed Sheeran diventa papà
  • 12:28 | Come creare una zona barbecue in giardino
  • 12:22 | Tartaday: in Italia è la giornata in difesa delle tartarughe
  • 10:35 | SAFE WEB PLUS per navigare sicuri in rete
  • 10:35 | I giornali di giovedì 13 agosto
  • 10:00 | Mozzarella alla caprese
  • 09:00 | Nathalie Guetta: chi è la sorella di David Guetta
  • 09:00 | Chi è Alessandra Celentano, carriera e vita privata
  • 09:00 | Libeskind: chi è l'architetto della torre a Milano
  • 09:00 | A 11 anni apre un ristorante vegano
  • 09:00 | 10 tecniche di seduzione
  • 09:00 | Nel 2019 record di rifiuti elettronici
  • 07:30 | NBA: vittorie per OKC e Clippers, Indiana piega Houston
  • 23:51 | Grazie Atalanta, hai fatto sognare l’Italia
  • 23:10 | Champions, Beffa Atalanta, in semifinale ci va il Psg
  • 21:18 | Pavimenti impermeabili in laminato, il nuovo trend
  • 21:11 | Perché la chiusura delle discoteche è "l'ultima spiaggia"
  • 20:40 | Coronavirus: il punto sulla pandemia
  • 20:18 | Hong Kong, Lai e Chow sono stati rilasciati
hamilton-silverstone-3-ruote - Credit: FIA Pool / IPA / Fotogramma
formula 1 2 agosto 2020

Incredibile Hamilton a Silverstone: vince su 3 ruote

di Pierfrancesco Catucci

L'inglese vince nonostante l'anteriore sinistra distrutta nell'ultimo giro. Terzo Leclerc

Sembrava ormai scritto il finale del gran premio di Silverstone (il primo dei due consecutivi), ma negli ultimi due giri è successo di tutto.

Alla fine ha vinto il solito Lewis Hamilton su Mercedes davanti alla Red Bull di Max Verstappen e alla Ferrari di Charles Leclerc (decima l’altra Ferrari di Sebastian Vettel), ma l’immagine che resterà negli annali è quella del campione inglese che taglia il traguardo su tre ruote.

 

 

 

 

Sono state le gomme a sparigliare le carte nel finale. Con Hamilton e Bottas involati verso la seconda doppietta stagionale, al giro numero 50 di 52, al finlandese scoppia l’anteriore sinistra. Fa tutto un giro di pista per rientrare ai box e, nel frattempo, Verstappen e Leclerc lo passano. L’olandese, poi, decide di non rischiare e cambiare le gomme, anche alla ricerca del punto addizionale per il giro veloce.

 

In quegli stessi attimi lo stesso problema si ripropone sulla McLaren di Carlos Sainz e, soprattutto, sull’altra Mercedes di Lewis Hamilton. L’inglese percorre tutta la pista su tre ruote mentre Verstappen e Leclerc spingono al massimo per strappargli la vittoria.

 

Alla fine l’immagine di Hamilton che taglia il traguardo con una ruota completamente distrutta, tra le scintille del cerchio che striscia sull’asfalto resterà epica come quella di Jim Clark nel gran premio degli Stati Uniti del 1967.

 

 

 

 

Per la Ferrari un gran premio agrodolce. Ottima la prova di Leclerc che ha portato a casa il meglio che poteva da una pista poco consona alle caratteristiche della Ferrari e a due settimane dal doppiaggio delle Mercedes in Ungheria. Premiata la scelta della scuderia di togliere carico aerodinamico per essere più performanti sui rettilinei, a costo di pagare qualcosa di più nel misto.

 

Male Sebastian Vettel, partito decimo e per lunghi tratti della gara fuori dalla zona punti, che ha avuto tanti problemi durante tutto il weekend e non è mai riuscito a trovare il giusto feeling con la monoposto. Positivo solo lo scatto d’orgoglio nelle ultime curve quando è riuscito a tenere dietro Bottas (rientrato con gomme nuove) e portare a casa il punto di consolazione.

 

Domenica 9 agosto si torna a gareggiare sullo stesso circuito.

Leggi tutto su Sport