Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • People
    • Tutto
    • Gossip e Celebrità
    • Social e Influencer
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Arredamento
    • Ricette
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Hobby
    • Come fare
  • Video
    • Tutto
    • Arredamento
    • Come fare
    • Costume e società
    • Divertenti
    • Green
    • Hobby
    • Moda
    • Ricette
    • Sport
    • Tecnologia
    • Top Video
    • Viaggi
    • Risorgimento Digitale
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 27 ottobre 2021 - Aggiornato alle 01:00
News
  • 06:23 | Eurolega: Milano lotta ma cade a Monaco con il Bayern 83-77
  • 23:18 | Perché Amnesty International chiuderà gli uffici di Hong Kong
  • 23:06 | EuroCup: Venezia crolla nel finale e perde 62-70 contro il Bursaspor
  • 22:56 | La concentrazione record di gas serra nell'atmosfera
  • 21:37 | Supercoppa Inter-Juventus a San Siro a gennaio
  • 19:00 | SBK, Lecuona e Verge correranno con Honda nel 2022
  • 18:50 | Perché la transizione ecologica è un'opportunità per l'economia
  • 17:00 | Covid, i dati del 26 ottobre: tasso di positività allo 0,6%
  • 16:15 | Verratti infortunato, salterà la sfida contro la Svizzera
  • 16:15 | Lega Dilettanti, si dimette il presidente Cosimo Sibilia
  • 15:14 | Vaccino, la terza dose per tutti da gennaio
  • 15:08 | Sarri: 'Troppi alti e bassi. Ritiro? Momento di riflessione'
  • 14:26 | L’Inter pensa a Bartosz Bereszynski della Sampdoria
  • 14:07 | Vaccino, perché è importante arrivare a una copertura del 90%
  • 14:05 | Allegri: 'Giocano Dybala e Chiesa. Anche Perin titolare'
  • 13:40 | In Giappone parte la vendita delle prime moto volanti
  • 13:13 | La Nazionale femminile contro la Lituania per il Mondiale
  • 12:42 | Dopo la Roma anche l'Udinese lancia la campagna abbonamenti
  • 12:30 | La Fondazione Maeght approda a Torino
  • 12:07 | Coni, collare d'oro al Lecce
italia-turchia-pallavolo-femminile-tokyo2020 - Credit: Fivb media
tokyo2020 27 luglio 2021

Ancora un successo per le azzurre del volley

di Franco Porto

L’Italia di Mazzanti batte 3-1 la Turchia

Le azzurre della pallavolo conquistano il secondo successo in questo torneo olimpico.

Le ragazze di Davide Mazzanti battono per 3-1 (25-22, 23-25, 25-20, 25-15) la Turchia che all’esordio aveva sorpreso le campionesse olimpiche cinesi.

 

L’Italia, che ha vinto con merito la gara, avrebbe forse potuto farlo con un risultato ancora più rotondo se non avesse avuto qualche breve passaggio a vuoto che sembrava poter concedere delle chance alle avversarie. Rimane il fatto che l’Italia ha dimostrato ancora una volta di avere tutte le carte in regola per dire la sua nel torneo gestendo un’avversaria che non ha mai mollato.

 

Prossimo impegno giovedì 29 luglio alle 2 della notte italiana contro l’Argentina.

 

Mazzanti ha proposto la stessa formazione della gara d’esordio con Malinov in palleggio, Egonu opposto, Bosetti e Pietrini le schiacciatrici, Fahr e Danesi centrali con De Gennaro libero. Guidetti ha scelto Ozbay in palleggio, Karakurt opposto, Erdem e Gunes centrali, Baladin e Ismailoglu schiacciatrici con Akoz libero.

 

Il primo set è stato caratterizzato da una partenza lanciata delle azzurre che hanno subito accumulato un +5 (10-5) gestito fino al 18-11. In quel momento però un break di 7-1 delle turche ha improvvisamente riaperto un parziale che sembrava già instradato. Nonostante il momento di difficoltà, però, le ragazze di Mazzanti sono state brave a riprendere in mano la situazione e a chiudere alla seconda palla set sul 25-22.     

 

Il secondo parziale è cominciato con la conferma di Sylla in campo al posto di Pietrini (cambio già effettuato dal CT nel finale di primo set); la situazione è apparsa da subito più equilibrata con le squadre ravvicinate nel punteggio (17-17). Sul 19-18 (poi 20-18) si è concretizzato il primo vantaggio turco della gara; vantaggio che, però, è durato poco con le azzurre in grado di riprendere le avversarie dando vita a un punto a punto (23-23) che ha portato però le turche a servire per il set e a chiudere in proprio favore la frazione sul 25-23 grazie soprattutto a una ricezione non proprio efficace delle azzurre. 

 

Terzo set che ha proposto la stessa situazione del precedente con le squadre costantemente a contatto lottando su ogni pallone. Solo nel finale Sylla e compagne hanno piazzato l’allungo decisivo grazie al quale hanno chiuso 25-20 portandosi così nuovamente in vantaggio sul 2-1. 

 

Nel quarto le azzurre sono subito partite forte portandosi sul 10-5 anche grazie a Danesi decisiva a muro nel parziale; vantaggio poi gestito (19-11) fino al 25-15 che ha decretato il meritato successo tricolore.

 

Contento, ma comunque attento a ciò che si può migliorare ancora, il ct Mazzanti a fine gara: “Siamo soddisfatti di aver ottenuto la seconda vittoria, nonostante ci sono stati dei momenti in cui abbiamo faticato a stare dentro la partita. Siamo partiti fortissimo, poi invece non siamo riusciti a continuare a divertirci e quando questo capita ne risentiamo. La nostra battuta non ha funzionato sempre al massimo e la Turchia con palla sulla testa è un grosso problema”.

 

“Dopo aver vinto il terzo set – prosegue il ct – nel quarto ci siamo liberati e abbiamo espresso il nostro meglio tutto insieme. Oggi abbiamo incontrato una delle squadre più in ritmo del momento e volevamo vedere come avremmo risposto, alla fine le cose sono andate bene. La nostra scelta è stata quella di presentarci in palla fisicamente all’Olimpiade, d’altro canto abbiamo poco ritmo e lo dobbiamo acquisire giorno per giorno, i test provanti per sa lire di livello non sono mancati e non mancheranno”.

 

“Siamo contentissime – gli fa eco la palleggiatrice Lia Malinov – è una vittoria fondamentale per noi, anche perché la Turchia è una delle squadre che in questo momento sta giocando un’ottima pallavolo. Noi siamo state brave a metterle sotto e ancora di più a venirne fuori quando lo hanno fatto loro. Quando ci esprimiamo al 100% penso si veda in campo, adesso dobbiamo concentrarci sul mantenere sempre questo livello. Penso un po’ ci manchi il ritmo partita, ma sono convinta che lo troveremo. Essere qui alle Olimpiadi è un sogno, me le voglio godere, dando sempre il massimo in ogni gara. Questo è un gruppo che quando si diverte è capace di mettere ancora una qualità migliore in campo: è la nostra forza e dobbiamo ricordarcene, senza incupirci”.

 

Grande soddisfazione anche da parte di Myriam Sylla: “Una bella vittoria, avevamo visto la partita che avevano disputato contro la Cina e sapevamo che sarebbe stata molto dura. La Turchia è un po’ come noi, quando entra in palla si infuoca. Noi siamo state brave a gettare acqua, difendendo qualche palla in più e toccando tanto a muro. Abbiamo avuto delle difficoltà, però tenendo duro siamo riuscite a portare a casa questo importantissimo risultato. Non sono entrata la prima gara, ma ho fatto il mio esordio oggi, anche se forse ero più emozionata contro la Russia. Quando è toccato a me non ho pensato di essere alle Olimpiadi e le mie compagne sono state fantastiche a darmi una mano”.

I più visti

Leggi tutto su Sport