Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • People
    • Tutto
    • Gossip e Celebrità
    • Social e Influencer
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Arredamento
    • Ricette
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Hobby
    • Come fare
  • Video
    • Tutto
    • Arredamento
    • Come fare
    • Costume e società
    • Divertenti
    • Green
    • Hobby
    • Ricette
    • Sport
    • Tecnologia
    • Top Video
    • Viaggi
    • Risorgimento Digitale
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 24 settembre 2021 - Aggiornato alle 05:00
News
  • 20:55 | SBK, Chaz Davies si ritirerà a fine 2021: “Pronto a voltare pagina”
  • 18:30 | Le foto di Robert Doisneau esposte a Rovigo
  • 16:38 | Rincaro bollette, le mosse del governo per ridurre l’impatto
  • 15:00 | Draghi: il governo non aumenterà le tasse, momento per dare non prendere
  • 14:30 | Vaccini, perché le prime dosi sono aumentate nell’ultima settimana
  • 14:29 | A Tokyo una libreria dedicata allo scrittore Haruki Murakami
  • 14:26 | Come sarà il clima nelle città italiane alla fine di questo secolo
  • 12:45 | Ad Art Basel 2021 artisti e opere di alto livello
  • 11:48 | Gli Usa hanno autorizzato la terza dose per gli over 65
  • 11:45 | Il Milan vince e riaggancia l’Inter
  • 11:40 | La prima vittoria in campionato per la Juventus
  • 10:12 | 7 cose da fare e da vedere a Ivrea
  • 09:40 | Nuova power unit per Leclerc, partirà ultimo in Russia
  • 06:30 | Elezioni federali in Germania: le cose da sapere
  • 06:05 | Il green pass in parlamento e le altre notizie sulle prime pagine
  • 06:01 | Basket, Scola a Varese non sarà solo il nuovo amministratore delegato
  • 03:23 | Green pass obbligatorio sul luogo di lavoro: le cose da sapere
  • 19:50 | MotoGP 2021, Zarco operato al braccio destro: ci sarà ad Austin
  • 19:25 | SBK 2021, programma e orari del GP di Spagna a Jerez
  • 19:00 | Covid, 3.970 nuovi casi con l'1,4% di positività
italvolley-maschile-vittoria-giappone - Credit: Fivb media
tokyo 2020 28 luglio 2021

L’Italvolley maschile ritrova il successo: Giappone ko

di Franco Porto

Gli azzurri ritrovano Giannelli e conquistano il secondo successo nel girone

Importante vittoria per 3-1 (25-20, 25-17, 23-25, 25-21) contro il Giappone per la nazionale italiana di pallavolo maschile che, nella terza sfida dell’Olimpiade di Tokyo, si è resa protagonista di una bella prova corale.

Zaytsev e compagni, dopo essersi portati in vantaggio sul 2-0, hanno avuto un parziale momento di appannamento nel terzo. Superate le difficoltà gli azzurri sono stati bravi a riprendere in mano le redini del gioco e a chiudere in proprio favore la gara che così li porta a quota due vittorie e 5 punti.

 

Il Giappone come da tradizione ha venduto cara la pelle resistendo strenuamente, ma alla fine si è dovuto arrendere a una certa superiorità del gruppo tricolore.

 

Blengini che ha ritrovato in sestetto Simone Giannelli lasciato precauzionalmente a riposo contro la Polonia, ha schierato poi Zaytsev opposto, Michieletto e Juantorena schiacciatori, Anzani e Galassi centrali, Colaci libero.

 

Primo set ben giocato dagli azzurri che nel complesso hanno espresso una buona pallavolo. Il Giappone comunque non ha mai mollato ribattendo colpo su colpo non permettendo agli uomini di Blengini di accumulare un vantaggio rassicurante se non nel finale quando sul 24-19, fallita la prima palla set, Giannelli e compagni hanno chiuso sul 25-20.

 

Secondo set ancora con gli azzurri bravi a gestire il gioco sin dalle prima battute e qualche sussulto dei nipponici. Nella fase centrale del parziale il +6 (19-13) si è rivelato un vantaggio sufficiente ad arrivare in fondo a una frazione chiusa sul 25-17 dopo aver fallito un primo set ball.

 

Terzo parziale con partenza lanciata dei nipponici (4-1) poi riacciuffati sul 6-6 (8-8, 9-9) fino al primo sorpasso azzurro sul 10-9. Da quel momento in poi i ragazzi di Blengini hanno cominciato a gestire un minimo vantaggio che sembrava poter essere sufficiente. In realtà i padroni di casa sono stati bravi a non mollare e sul 17-17 hanno raggiunto gli azzurri. Da quel momento è cominciato un testa a testa (22-22, 23-23) che alla fine ha premiato i nipponici davvero bravi a crederci sempre fino al 25-23 che è valso il 2-1.

 

Nel quarto, partenza lanciata dell’Italia portatasi subito sull’ 8-1, col passare dei minuti però il vantaggio si è ridotto fino al +3 (10-7, 12-9). Il recupero dei nipponici ha sancito un nuovo, momentaneo, black out degli uomini di Blengini che nonostante le difficoltà si sono riportati sul +6 (18-13). La situazione è stata poi sotto controllo (20-16, 21-18) fino a quando Galassi, alla terza palla match, con un attacco ha decreto la fine del parziale e quindi della gara sul 25-21  

 

“Si è vista un’Italia che ha giocato meglio tecnicamente – sottolinea il ct Blengini – e che è riuscita ad avere maggior continuità in ricezione e questo ci ha permesso di dare continuità al cambio palla. Anche in battuta siamo stati bravi. Abbiamo avuto un attimo di smarrimento nel finale di terzo set, ma siamo stati comunque bravi a ricomporci e rimettere la partita sui giusti binari”.

 

“Quando giochi per l’Italia – aggiunge il rientrato Giannelli – cerchi sempre di stringere i denti e dare tutto anche con qualche problema. Siamo alle Olimpiadi e tutti noi dobbiamo cercare di fare il massimo per questa maglia. Ho ancora male, ma ho tanta fiducia nel nostro staff e insieme monitoriamo la situazione. Dovevamo fare meglio in battuta e ci siamo riusciti, anche se possiamo ancora fare meglio. Vincere è sempre bello”.

 

“Volevamo giocare meglio rispetto all’ultima partita – conclude Juantorena – e alla fine ci siamo riusciti. Siamo stati bravi anche dopo quel terzo set andato in quel modo. Oggi soprattutto la battuta ci ha aiutato. Siamo stati bravi a tenere il ritmo alto, questo torneo è davvero molto difficile. Ora la testa è all’Iran per un’altra gara molto importante”.

I più visti

Leggi tutto su Sport