TimGate
header.weather.state

Oggi 02 luglio 2022 - Aggiornato alle 17:13

 /    /    /  lube civitanova terzo scudetto consecutivo volley maschile
La Lube Civitanova vince il terzo scudetto di fila di volley maschile

- Credit: Legavolley

contro Perugia12 maggio 2022

La Lube Civitanova vince il terzo scudetto di fila di volley maschile

di Franco Porto

I marchigiani battono Perugia in gara 4 e portano a casa il tricolore

La Cucine Lube Civitanova s’impone all’Eurosuole in gara 4 delle finali scudetto SuperLega Credem Banca di pallavolo maschile come lo scorso anno, piega Perugia in tre set (25-23, 25-16, 25-21) e conquista il settimo scudetto, il terzo consecutivo, il quarto nelle ultime cinque edizioni dei playoff. Civitanova si è laureata per la prima volta campione d’Italia nel 2006 battendo la grande Sisley Treviso in Gara 5 della finale che si disputò a Pesaro davanti a 11 mila spettatori ed è poi salita sul tetto del campionato più bello e difficile del mondo anche nel 2012 (V-Day al Forum di Assago battendo Trento al tie break), nel 2014 (3-1 nella serie contro Perugia), nel 2017 (3-0 nella serie contro Trento), nel 2019 (3-2 nella serie contro Perugia, con Gara 5 vinta in Umbria al tie break rimontando dallo 0-2) e nel 2021 (3-1 nella serie con due successi al PalaBarton e titolo festeggiato all’Eurosuole Forum).

 

I marchigiani hanno raggiunto gli scontri diretti forti del secondo posto finale in regular season, ottenuto senza mai avere l’organico al completo. Nei playoff il bilancio finale parla di 8 vittorie (4 in casa e 4 in trasferta) e 3 sconfitte. Dopo aver superato Vero Volley Monza nei quarti con un netto 2-0 nella serie, la Lube ha perso i primi due match della semifinale con l’Itas Trentino per poi riscattarsi con una rimonta monstre che l’ha vista vincere le tre successive partite, imponendosi al tie break in gara 5 di fronte al pubblico amico. Poi l’apoteosi: lo scudetto vinto in quattro match nella serie di finale contro la Perugia, con exploit esterno in gara1 e vittorie interne in gara2 e gara4.

 

E nell’ultima sfida è arrivata una performance magistrale dei cucinieri a muro (12-8), un fondamentale che in alcune fasi della stagione non li aveva premiati. Ottima la gestione dai nove metri (5 ace a 2) e buone risposte in ricezione. Superiorità evidente anche in attacco (44% contro il 38%). Top scorer del match Ivan Zaytsev con 13 punti, premio Credem Banca MVP delle Finali a Robertlandy Simon, capitano in campo.

 

“Non abbiamo mai smesso di crederci – è il commento proprio di Simon, trascinatore della Lube ai playoff – molti hanno cercato di metterci in difficoltà, noi in un primo momento siamo calati, ma alla fine abbiamo vinto. Con Trento eravamo sotto per 2-0 e alla fine siamo riusciti a portarla a casa pur soffrendo. Siamo andati nello spogliatoio, abbiamo parlato tra di noi, e ci siamo detti che l’unica cosa era giocare a pallavolo come sappiamo fare, abbiamo lavorato duro e siamo riusciti a battere una squadra fortissima come Perugia, ma anche come Trento, che è in finale di Champions e a cui auguro di spuntarla. I tifosi hanno sofferto con noi durante le difficoltà, infortuni compresi, ma alla fine ce l’abbiamo fatta. Non ci resta che goderci questa splendida vittoria. Il Credem Banca MVP è un bel riconoscimento, ciò che contava era vincere ed eccoci qua”.