• News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Tecnologia
    • Gossip e Celebrità
    • Spazio Solidale
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • People
    • Tutto
    • Gossip e Celebrità
    • Social e Influencer
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Arredamento
    • Ricette
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Hobby
    • Come fare
  • Video
    • Tutto
    • Arredamento
    • Come fare
    • Costume e società
    • Divertenti
    • Green
    • Hobby
    • Moda
    • Ricette
    • Sport
    • Tecnologia
    • Top Video
    • Viaggi
    • Risorgimento Digitale
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 28 gennaio 2022 - Aggiornato alle 18:00
News
  • 18:56 | La scoperta della misteriosa stella pulsante
  • 16:23 | Barella squalificato in Champions, salterà ottavi con Liverpool
  • 16:13 | Quirinale, ancora una fumata nera. Casellati si ferma a 382 voti
  • 15:15 | On-line l’archivio dell’opera di Marcel Duchamp
  • 13:51 | Quando arriverà in Italia la pillola anti-Covid di Pfizer
  • 13:37 | Con i tamponi rapidi sono sbagliati due risultati su tre
  • 12:38 | 7 cose da fare e da vedere a L’Aquila
  • 12:36 | A scuola oltre l'80% dei ragazzi è in presenza
  • 12:00 | La “Maddalena” di Correggio in asta da Sotheby’s
  • 11:37 | La Nato, la Russia e il rischio di una nuova guerra in Europa
  • 11:37 | Newcastle e Liverpool hanno messo nel mirino Victor Osimhen
  • 11:33 | AIE: mercato del libro cresce del 16%, ma serve legge di sistema
  • 10:31 | Calcio, Vlahovic al J Medical: visite mediche e firma
  • 10:13 | Australian Open, Berrettini sbatte contro un grande Nadal
  • 08:45 | Argentina e Uruguay vincono nelle qualificazioni mondiali
  • 07:30 | La Fiorentina ha chiuso per Arthur Cabral
  • 07:11 | Per Vlahovic alla Juve manca solo la firma
  • 07:00 | Lo stallo nelle trattative per il Quirinale e le altre notizie in prima pagina
  • 07:00 | Il test di un vaccino a mRna contro l’Hiv
  • 06:37 | La prima donna presidente dell’Honduras
morto-frank-williams-formula-1 - Credit: Fotogramma/IPA
formula 1 28 novembre 2021

La Formula 1 piange la scomparsa di sir Frank Williams

di Franco Porto

Il fondatore dell’omonima scuderia aveva 79 anni

Tutto il mondo della Formula 1 è in lutto per la morte di Frank Williams, all’età di 79 anni.

Ad annunciare la scomparsa di una delle figure più iconiche del motorsport, la stessa scuderia da lui fondata e che porta il suo nome: “Con grande tristezza, a nome della famiglia Williams, la squadra conferma la morte di sir Frank Williams, fondatore ed ex team principal della Williams Racing”.

 

Il tweet del profilo Twitter ufficiale della Formula 1 ha aggiunto che “la sua è stata una vita all'insegna della passione per gli sport motoristici. La sua eredità è incommensurabile e farà sempre parte della F1. Conoscerlo è stato un'ispirazione e un privilegio”.

 

Nato a South Shields il 16 aprile 1942, figlio di un ufficiale della Raf e di una maestra, dopo una breve carriera di pilota e meccanico, Williams fondò nel 1966 una propria scuderia, la Frank Williams Racing Cars. Per diversi anni il team automobilistico gareggiò in Formula 2 e Formula 3, con piloti come Piers Courage, Richard Burton, Tetsu Ikuzawa e Tony Trimmer. Nel 1969 Williams passò alla Formula 1: acquistò il telaio di un vecchio modello di Formula 1 della Brabham e mise alla guida della vettura Courage, ottenendo due volte il secondo posto nelle prime gare disputate.

 

Williams ottenne nel 1979 la prima vittoria con Clay Regazzoni, il primo titolo del campionato mondiale piloti di Formula 1 nel 1980 con Alan Jones e il secondo nel 1982 con Keke Rosberg, oltre ai due titoli consecutivi del Campionato mondiale costruttori di Formula 1 nel 1980 e nel 1981. Dopo questa prima stagione di successi Frank Williams portò la sua scuderia alla consacrazione come top team.

 

La Williams Honda fu la vettura da battere dalla fine del 1985 al 1987, dopo una parentesi con i motori Judd la squadra inglese fu quindi equipaggiata dai V10 Renault con i quali fu instaurato un dominio tecnico che sarebbe durato dal 1991 al 1997. Proprio nel 1997, con gli ultimi due titoli mondiali a oggi vinti dal Team, Frank Williams poté fregiarsi del record di essere stato il primo costruttore della storia ad aver toccato il traguardo dei 9 mondiali costruttori conquistati.

 

Nel marzo del 1986, a causa di un incidente automobilistico in Francia, Williams subì la rottura della spina dorsale, che da allora gli paralizza le gambe, costringendolo su una sedia a rotelle. Ciò accadde perché, mentre si stava recando dal circuito Paul Ricard all'aeroporto di Nizza, Williams perse il controllo dell'automobile che si ribaltò atterrando sul tetto.

 

Nel 1987 la regina Elisabetta II del Regno Unito conferì a Williams il titolo di Commendatore dell'Ordine dell'Impero Britannico (e successivamente di cavaliere nel 1999). Williams ha ricevuto, inoltre, il titolo di Cavaliere della Legion d'Onore francese, come riconoscimento per la fornitura dei motori Renault nella sua scuderia, che ha consentito la conquista di ben 5 titoli costruttori.

 

Sir Frank fino al 2012 ha fatto parte del consiglio di amministrazione della scuderia da lui fondata nel 1977. Negli ultimi anni, le deleghe alla figlia Claire, che pian piano ha preso il comando del team, fino a settembre 2020, momento del cambio di proprietà della Williams venduta al fondo d'investimenti statunitense Dorilton Cap.

I più visti

Leggi tutto su Sport