Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Ricette
    • Arredamento
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Libri
    • Hobby
    • Come fare
    • Motori
  • Video
    • Tutto
    • Risorgimento Digitale
    • Divertenti
    • Sport
    • Top Video
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Codici Sconto
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 30 settembre 2020 - Aggiornato alle 12:12
Live
  • 00:03 | Roland Garros, con Berrettini 9 azzurri al secondo turno
  • 11:49 | Yakuza: Like a Dragon in arrivo il 10 novembre
  • 11:08 | Preziosi spinge per rinvio di Genoa-Torino: Impensabile giocare
  • 11:00 | Idee per dipingere le pareti in modo creativo
  • 10:59 | L'Onu vuole lo stop immediato della guerra Armenia-Azerbaijan
  • 10:56 | Nainggolan, manca poco per il suo ritorno al Cagliari
  • 10:37 | La Juventus su Chiesa, ma prima deve sfoltire
  • 10:30 | Le idee del governo per l'economia italiana
  • 10:15 | Confusione nel primo dibattito fra Trump e Biden
  • 10:11 | Milan, Tomiyasu in pole per la difesa
  • 09:00 | “Come te lo spiego?” è il nuovo singolo di Raffaele Ronga, l’intervista
  • 09:00 | Perché è famosa Tina Cipollari
  • 09:00 | Gabry Ponte: biografia e carriera
  • 09:00 | Cronotermostato: settimanale o giornaliero
  • 09:00 | I nomi scientifici delle piante che non conoscevi
  • 09:00 | Come superare una rottura di fidanzamento
  • 09:00 | Gli esami più difficili di Giurisprudenza
  • 09:00 | 5 film imperdibili sullo sport
  • 08:20 | Operazione Risorgimento Digitale: le competenze nel mercato del lavoro
  • 07:45 | TIM Super WiFi: fibra sicura e WiFi certificato
MotoGP 2020, Emilia Romagna: dopo i test Rossi vuole “il podio a Misano” Valentino Rossi - Credit: LM/Alessio Marini / IPA / FOTOGRAMMA
MOTOMONDIALE 2020 17 settembre 2020

MotoGP 2020, Emilia Romagna: dopo i test Rossi vuole “il podio a Misano”

di Federico Bandirali

Nel secondo GP sul circuito di casa il Dottore non si accontenterà. Mondiale nel mirino?

Dopo la sessione di test del 15 settembre nel mezzo dei due GP di Misano, con quello di San Marino vinto da Franco Morbidelli alle spalle e quello dell’Emilia Romagna ormai prossimo (dal 18 al 20 settembre), Valentino Rossi resta ottimista nonostante il 17° riscontro cronometrico nella giornata di prove.

L’obiettivo del Dottore, ovviamente, è il 200° podio in carriera nella classe regina, e a sentire le sue parole il secondo evento sul circuito “di casa” sembra essere l’occasione giusta per scrivere, a 41 anni suonati, un’altra pagina indelebile della storia della MotoGP.

 

“La scorsa settimana ero vicino al podio, la gara è durata solo un giro di troppo – ha detto il nove volte iridato nel consueto comunicato stampa prima del GP dell’Emilia Romagna -, ma abbiamo compiuto molti giri durante la giornata test e abbiamo trovato qualcosa di positivo che forse può aiutarci in questo fine settimana a essere più forti”.

 

L’obiettivo è chiaro, ovvero “lottare ancora per il podio, ma il livello è molto alto”, con evidente rimando al quarto posto ottenuto sempre a Misano nel GP di San Marino alle spalle anche di “Pecco” Bagnaia con la Ducati Pramac e, soprattutto, al bruciante e inatteso sorpasso nell’ultimo giro subito da Joan Mir con la Suzuki.

 

 n realtà, però, con la classifica è davvero corta, e in un mondiale che non trova un padrone il fuoriclasse di Tavullia - pur non ammettendolo pubblicamente -m sta pensando al 10° titolo iridato, l’ottavo tra MotoGP e 500. Che, visti i progressi della M1 e il ritrovato piacere nello stare in sella ad una moto con ritrovato feeling, appare quantomeno possibile.

 

Altro aspetto importante del secondo evento a Misano sarà la presenza del pubblico sugli spalti del Marco Simoncelli Misano World Circuit dopo i 10.000 del GP di San Marino.

 

Un elemento che, oltre a dare un senso di semi-normalità alle gare, inorgoglisce il presidente della Regione Stefano Bonaccini: "Mi pare che abbiamo vinto la scommessa della riapertura al pubblico. È stato il primo GP del Motomondiale con gli spettatori, e un grazie speciale va agli organizzatori - insieme al sistema sanitario regionale - perché abbiamo voluto organizzare il tutto dicendo al governo che per eventi ‘una tantum’ eravamo in grado di garantire il massimo di sicurezza possibile”.

 

Un impegno che non si limita al Motomondiale, con Bonaccini che ha rimesso al centro gli sforzi della Regione che ospiterà anche un GP di Formula 1 in un’annata nerissima per la Ferrari: “Questa è la vera e propria Motor Valley mondiale perché poi – ha chiosato - il 1 novembre avremo ritorno della F1 a Imola”.

 

- LEGGI ANCHE - La Formula 1 torna a Imola: sarà il terzo GP italiano

 

Un circuito storico che, purtroppo, non gioverà alla memoria dei meno giovani con ricordi a dir poco drammatici, con quel tragico weekend del 1994 apertosi con un terribile incidente per Rubens Barrichello al volante della Jordan ad inaugurare il venerdì (fortunatamente senza gravi conseguenze fisiche).

 

Un GP funesto proseguito con la morte dell'austriaco Roland Ratzenberger il 30 aprile nelle qualifiche a seguito dello “sganciamento” dell’alettone posteriore della sua Simtek e, come tutti gli appassionati ricorderanno, conclusosi il 1° maggio con l’incidente fatale per il brasiliano Ayrton Senna, eroe in Brasile e pilota amato da tutti i tifosi a prescindere dalla scuderia di appartenenza entrato nell’Olimpo della Formula 1.

Leggi tutto su Sport