Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Arredamento
    • Ricette
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Libri
    • Hobby
    • Come fare
    • Motori
  • Video
    • Tutto
    • Risorgimento Digitale
    • Divertenti
    • Sport
    • Top Video
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Codici Sconto
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 24 novembre 2020 - Aggiornato alle 15:30
Live
  • 15:30 | Vent'anni di Amici nella speciale playlist di TIMMUSIC
  • 15:04 | Covid, ecco come i medici scelgono chi ricoverare
  • 14:46 | La correlazione tra sigarette e Covid, secondo uno studio francese
  • 14:46 | Addio a David Dinkins, primo sindaco afroamericano di New York
  • 14:44 | Alimentazione ecosostenibile
  • 14:37 | Differenza tra eolico domestico e minieolico
  • 14:30 | “Notturno” è il film che rappresenterà l’Italia agli Oscar
  • 14:22 | L’Inter attende il Real Madrid. Per Conte è una finale
  • 14:22 | Le 10 canzoni più amate dello Zecchino d'oro
  • 14:19 | Malesia, boom di contagi nella fabbrica di guanti in lattice
  • 14:04 | Vettel spiega i miglioramenti della Ferrari
  • 14:00 | George, Charlotte e Louis: già pronta la letterina per Babbo Natale
  • 14:00 | Film di fantascienza anni '80 da vedere
  • 13:49 | Quali sono i pesci più venduti in Italia
  • 13:17 | Fauci: "Dal 12 dicembre si parte con il vaccino in Usa e Italia"
  • 13:14 | Francesca Fioretti, cosa fa oggi la compagna di Davide Astori
  • 13:13 | Napoli, nessuna lite tra Gattuso e i giocatori
  • 13:09 | Ricetta futomaki fritto
  • 13:07 | Roma, nuovo infortunio per Smalling
  • 12:58 | F1 2020, disponibile la prima feature trial
MotoGP, Portogallo: Zarco svetta nelle Libere del venerdì al Portimao Johann Zarco - Credit: Cordon Press / IPA / Fotogramma
MOTOMONDIALE 2020 20 novembre 2020

MotoGP, Portogallo: Zarco svetta nelle Libere del venerdì al Portimao

di Redazione

Il francese precede Vinales e Quartararo. Bene Ducati e Aprilia, male Rossi (21°)

 

In vista del GP del Portogallo, ultimo atto del Motomondiale 2020 sullo splendido circuito del Portimao, il più veloce al termine delle prove libere del venerdì è stato Johann Zarco con la Ducati versione 2019 del team Avintia.

Nei continui saliscendi di una pista sconosciuta ai piloti della MotoGP, il francese è stato il pilota che ha osato di più lasciandosi dietro la Yamaha di Maverick Vinales e l’Aprilia di Aleix Espargaro.

 

Quarto tempo di giornata, poi, per un delusissimo Fabio Quartararo, pronto a passare alla Yamaha ufficiale dopo l’ultima gara con quella affidata al team Petronas in quello che, a fine stagione, sarà uno “scambio” di selle con Valentino Rossi. Quinto tempo per il sudafricano della KTM Brad Binder, a precedere la Suzuki del neo-campione del mondo Joan Mir e un redivivo Andrea Dovizioso, settimo con la Ducati ufficiale nel primo atto del weekend che segnerà il divorzio effettivo con Borgo Panigale in vista di un 2021 di “pausa”.

 

A chiudere la top ten, nell’ordine, la seconda KTM ufficiale di Pol Espargaro, la Ducati del team Pramac affidata a Jack Miller e la M1 in configurazione 2019 di Franco Morbidelli, reduce dall’entusiasmante vittoria a Valencia.

 

Fuori dai 10 e temporaneamente costretti a passare dalle Q1 tutti gli altri, con Pecco Bagnaia solo 15° davanti all’Aprilia di Lorenzo Savadori e Valentino Rossi addirittura 21°. Il campione di Tavullia, al commiato con il team ufficiale Yamaha, non ha certo usato parole tenere per la Casa di Iwata nonostante il passaggio nel team Petronas con una M1 identica a quelle di Vinales e Quartararo per il 2021.

 

Il Dottore, infatti, senza troppi giri di parole ha prima ringraziato il costruttore nipponico con il quale, esclusa la parentesi in Ducati e dopo i primi vincenti anni nella classe regina, ha corso per gran parte della carriera togliendosi parecchi sfizi, per poi affondare il colpo affermando che le Yamaha, dal 2017 in poi, non sono più state all’altezza della situazione, definendo le M1 da quella versione in poi come “lente” rispetto alla concorrenza.

 

Parole proferite prima dei turni di prove libere del venerdì, nelle quali il nove volte iridato ha pagato una caduta senza conseguenze nelle FP2 che non gli ha permesso di migliorare significativamente il tempo staccato al mattino. Anche se, e pare evidente, su una pista sconosciuta per tutti la sessione di Libere decisiva per stabilire la top ten e, di conseguenza, l’elenco degli ammessi direttamente alle Q2 sarà quella del sabato mattina.

I più visti

Leggi tutto su Sport