Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Arredamento
    • Ricette
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Libri
    • Hobby
    • Come fare
    • Motori
  • Video
    • Tutto
    • Risorgimento Digitale
    • Divertenti
    • Sport
    • Top Video
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Codici Sconto
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 03 dicembre 2020 - Aggiornato alle 23:00
Live
  • 09:45 | Operazione Risorgimento Digitale: "Smart Retail"
  • 22:57 | Europa League, Az Alkmaar-Napoli 1-1
  • 21:38 | Il Milan qualificato ai sedicesimi di Europa League
  • 21:15 | EuroCup: Venezia ci prova ma perde ancora contro il Bourg en Bresse
  • 20:55 | Europa League, Milan-Celtic 4-2, rossoneri ai sedicesimi
  • 20:51 | Nations League, Mancini: 'Che sfida con Spagna, ma vinciamo noi'
  • 19:39 | Google Street View apre alla collaborazione di tutti gli utenti
  • 19:06 | Elodie, tutte le canzoni del suo disco natalizio
  • 18:55 | Covid: le regole da seguire dal 21 dicembre al 6 gennaio
  • 18:37 | Cos'è la legge "salva BTS" appena approvata in Corea del Sud
  • 18:36 | Una serie tv sul calcio con l’ex stella Thierry Henry 
  • 18:21 | PagoPa e gli aggiornamenti all’app Io per il cashback di Stato
  • 18:20 | Assemblea elettiva Figc il 22 febbraio a Roma
  • 18:20 | Mihajlovic: 'Con la mia malattia ho unito anche chi mi insultava'
  • 18:19 | Arbitri, a Orsato il derby di Torino, Samp-Milan a Calvarese
  • 18:18 | Arriva la Panini Instant con Insigne e l'omaggio a Maradona
  • 18:16 | Pelé: 'Amico Diego hai insegnato a dire ti amo'
  • 17:59 | “Babylon”, Margot Robbie prende il posto di Emma Stone
  • 17:30 | Covid-19, record di morti in Italia: 993 in 24 ore
  • 17:30 | Fesa di tacchino con funghi e panna
MotoGP, Teruel: Nakagami primo nelle libere del venerdì ad Aragon Takaaki Nakagami - Credit: Luca Marenda / PACIFIC PRES / SIPA / IPA / Fotogramma
MOTOMONDIALE 2020 23 ottobre 2020

MotoGP, Teruel: Nakagami primo nelle libere del venerdì ad Aragon

di Federico Bandirali

Ducati in crisi nera e lontanissime dai primi. Quartararo e Vinales salvano Yamaha, bene le Suzuki

Nelle prove libere del venerdì del GP del Teruel, seconda gara sul circuito del MotorLand di Aragon per la MotoGP, la Honda si conferma con il giapponese Nakagami del team LCR a far segnare il miglior riscontro cronometrico (1’47”782) nella combinata dei tempi tra FP1 e FP2.

Alle sue spalle, con quasi due decimi di ritardo, la Yamaha ufficiale di Maverick Vinales, con l’altra moto del team di Lucio Cecchinello affidata a Cal Crutchlow in terza posizione (+0”329). Lo spagnolo, in sella ad un M1 apparsa in difficoltà, è riuscito a risalire nel turno pomeridiano dopo una mattinata complessa, e lo stesso ha fatto Fabio Quartararo con quella del team satellite Petronas salendo in quarta posizione.

 

Il leader del mondiale Joan Mir, invece, si è difeso bene con la Suzuki chiudendo con il quinto tempo di giornata a 4 decimi di secondo esatti da Nakagami, mentre Alex Marquez con la Honda ufficiale dopo aver dettato legge nelle FP1 non è riuscito a migliorarsi nella sessione pomeridiana cogliendo comunque il sesto tempo nella combinata.

 

A chiudere i 10, nell’ordine, il vincitore del GP di Aragon Alex Rins, settimo davanti alla KTM del team Tech 3 di Lecuona, all'Aprilia di Aleix Espargaro e alla KTM ufficiale di Pol Espargaro.

 

Venerdì da dimenticare, invece, per Ducati, con nessuna delle 5 moto in pista nella top ten. Il migliore dei piloti di Borgo Panigale, infatti, è Danilo Petrucci con un modesto 17° tempo, a precedere Miller, Dovizioso e Bagnaia.

 

Fuori dai 10, e quindi al momento costretto a passare dalle Q2, anche Franco Morbidelli, 15° nella combinata e obbligato a risalire la china nelle FP3 per evitare sgradite sorprese, ma la giornata evidentemente è stata estremamente negativa per le Desmosedici 2020, con quella in versione 2019 del team Avintia affidata a Johann Zarco al 13° posto e capace di rifilare dai sette decimi di secondo in su agli altri ducatisti.

 

Sconsolato a fine sessioni Andrea Dovizioso, ancora in lotta per il mondiale ma evidentemente per poco se le Rosse non dovessero trovare una soluzione ai troppi problemi: “Non siamo andati indietro noi, sono gli altri a essere migliorati”, il commento a caldo. Per il Dovi, poi, ci sono stati altri fattori che hanno inciso sulle prestazioni delle Ducati: “Le cose sono andate in direzione opposta, il vento non ci ha aiutato mentre ad esempio le Honda sono più a posto, con un passo migliore di tutti”.

 

E, in ottica gara, il forlivese non è certo soddisfatto dopo l’opaca prestazione del weekend precedente: “Va peggio della scorsa settimana. Vediamo se cambierà qualcosa per sabato perché sappiamo che possiamo fare meglio, ma il gap a livello di passo è molto grande. Il feeling con la moto non va, non ti fa frenare in modo aggressivo, né sfruttare la gomma, né sentirti a posto”.

I più visti

Leggi tutto su Sport