Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Arredamento
    • Ricette
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Libri
    • Hobby
    • Come fare
    • Motori
  • Video
    • Tutto
    • Risorgimento Digitale
    • Divertenti
    • Sport
    • Top Video
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Codici Sconto
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 27 gennaio 2021 - Aggiornato alle 12:00
Live
  • 11:48 | Le modifiche di Pinterest per far risaltare le Storie
  • 11:45 | Asciugamani bagno con iniziali, eleganti e alla moda
  • 11:39 | Chi è Marley Aké, il nuovo acquisto della Juve
  • 11:27 | Il programma delle consultazioni al Quirinale
  • 10:39 | Covid, Crisanti: "Variante brasiliana in Italia? Lockdown subito"
  • 10:20 | Giornata della memoria, come sono nate le pietre d'inciampo
  • 10:00 | Perché il Giorno della Memoria è proprio il 27 gennaio
  • 09:51 | Resident Evil Village arriverà il 7 maggio
  • 09:30 | Ibra e Lukaku infiammano un derby da libri di storia
  • 07:02 | Google: ecco come cambierà il look delle ricerche da PC
  • 06:43 | Eurolega: l’Olimpia Milano soffre ma batte anche l’Olympiacos 90-79
  • 06:00 | I titoli dei giornali di mercoledì 27 gennaio
  • 23:06 | La pandemia ha reso i ricchi ancora più ricchi
  • 23:06 | EuroCup, Top 16: Virtus Bologna senza freni, Buducnost demolito 87-65
  • 22:53 | Coppa Italia, Lukaku ed Eriksen portano l'Inter in semifinale
  • 21:29 | EuroCup, Top 16: il Boulogne Levallois piega Trento 92-86 all’overtime
  • 19:03 | Twitter e il progetto Birdwatch: gli utenti segnaleranno le fake news
  • 18:47 | La riapertura dell’Antiquarium a Pompei
  • 18:41 | L’offerta faraonica del Psg a Sergio Ramos
  • 18:34 | Coppa Italia, Gasperini: 'Papu Gomez ha dato tanto all'Atalanta'
MotoGP 2020: 15 cadute per Zarco, ma quella dell’anno è di Marquez Johann Zarco e Franco Morbidelli dopo la terrificante caduta in Austria - Credit: Cordon Press / IPA / Fotogramma
MOTOMONDIALE 1 dicembre 2020

MotoGP 2020: 15 cadute per Zarco, ma quella dell’anno è di Marquez

di Federico Bandirali

Il francese della Ducati domina la classifica, ma quella di Marc Marquez ha cambiato i destini del Mondiale

Nel Motomondiale 2020, con un calendario anomalo e “compresso” a causa della pandemia e solo 14 GP disputati per la MotoGP (15 per Moto2 e Moto3), il totale delle cadute registrate è stato comunque alto (722 nelle tre classi) rispetto al 2019 (19 GP e 971 tonfi) e al 2018 (18 gare e 1.077 scivolate), con un incremento medio degli incidenti che nella classe regina è passato dagli 11,6 dello scorso anno a 12,8.

Anche nella stagione appena conclusa, fortunatamente, non si sono verificati incidenti mortali, ma quello innescato dal leader delle cadute Johann Zarco (15 in totale) in Austria, coinvolgendo Morbidelli e facendo temere il peggio per Valentino Rossi, ha del miracoloso per l’incolumità dei piloti coinvolti.

 

- LEGGI ANCHE - Incidente nel GP d'Austria: le accuse di Morbidelli e Rossi a Zarco

 

Al pari del “salto” dalla moto di Vinales, che si è trovato in staccata a 200 km/h nel GP di Stiria (seconda tappa in Austria) senza freni lasciando andare la sua Yamaha dritta per la sua strada onde evitare guai peggiori.

 

Ad ogni modo, visti gli esiti dei due incidenti in questione, senza discussione la “caduta dell’anno” è stata quella di Marc Marquez nel GP d’esordio a Jerez, ovvero la seconda nella stessa gara a chiudere il tentativo di rimonta disperato e, contemporaneamente, la stagione dell’otto volte iridato. Che nell’occasione si è fratturato l’omero dovendo poi ricorrere a due interventi chirurgici a causa dell’infelice tentativo di recupero record: il tutto potrebbe costargli anche parte del 2021.

 

- LEGGI ANCHE - La prima vittoria di Quartararo a Jerez e l’infortunio di Marquez

- E ANCHE - MotoGP: Marquez operato di nuovo al braccio, salterà il GP di Brno

 

Marquez in passato si è sempre distinto nella speciale graduatoria, finendo a terra 14 volte nel 2019 e ben 23 nel 2018, con un totale di 106 cadute in carriera nella classe regina che rappresentano un altro record detenuto dal fuoriclasse di Cervera.

 

Al secondo posto, dietro allo spericolato Zarco, Alex Marquez ha tenuto alto l’onore della famiglia con 14 scivoloni nella stagione d’esordio in MotoGP, certificando le difficoltà della Honda, mentre Aleix Espargaro con l’Aprilia è salito sul terzo gradino del podio con 12 cadute.

 

Il totale degli incidenti, invero, è stato in linea con le stagioni precedenti considerando il differente numero di gare, ovvero circa 1.000 all’anno.

 

Una soglia che non può essere abbattuta, considerando come il rischio di cadere sia insito nel motociclismo, con le conseguenze che negli anni si sono comunque attenuate rispetto al passato. In parte per le misure di sicurezza sempre più “stringenti” sui vari circuiti, in parte per l’evoluzione delle due ruote in tutte e tre le classi del Motomondiale.

I più visti

Leggi tutto su Sport