Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Costume e Società
    • Arredamento
    • Ricette
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Libri
    • Hobby
    • Come fare
    • Motori
  • Video
    • Tutto
    • Arredamento
    • Come fare
    • Costume e società
    • Divertenti
    • Green
    • Hobby
    • Per Conoscere
    • Ricette
    • Sport
    • Top Video
    • Viaggi
    • Risorgimento Digitale
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 20 giugno 2021 - Aggiornato alle 05:00
Live
  • 22:05 | Basket, ad Amburgo l’Italia stende anche la Repubblica Ceca 83-71
  • 21:05 | Ewan McGregor e il film sulla scalata dell’Everest
  • 20:38 | Matteo Berrettini è in finale sull’erba del Queen’s
  • 19:09 | Covid: quanti sono i morti, regione per regione
  • 19:03 | MotoGP 2021, Germania: Rossi 'vede nero' per la gara e il 2022
  • 19:02 | Chi vuole, potrà avere la seconda dose di AstraZeneca
  • 17:30 | In Italia 1.197 nuovi positivi su 250mila tamponi. 28 i morti
  • 17:24 | Covid, come ottenere il Green pass sull’app Immuni
  • 17:01 | Iran, il nuovo presidente è l'ultraconservatore Raisi
  • 15:59 | MotoGP 2021, Germania: Zarco centra la pole position al Sachsenring
  • 15:45 | La nuova fondazione di Kate Middleton
  • 15:27 | Il Museo Etnografico di Sassari diventa un atelier
  • 14:13 | Edoardo e Sophie di Wessex festeggiano 22 anni di matrimonio
  • 13:15 | Litosfera: com'è fatta la Terra
  • 12:15 | Filetto di salmone al forno con patate
  • 12:15 | Estate 2021: le soluzioni preferite dagli italiani
  • 12:07 | Ibrahimovic operato al ginocchio
  • 11:56 | Mancini pensa a un po’ di turnover per il Galles
  • 11:45 | Chi è Florin Vitan, tiktoker che sogna di fare l'attore
  • 11:45 | Tabella tempi di cottura sottovuoto bassa temperatura
MotoGP 2021, Oliveira ha vinto il GP di Catalunya su Zarco e Miller Miguel Oliveira - Credit: Hasan Bratic / SIPA / IPA / Fotogramma
motomondiale 2021 6 giugno 2021

MotoGP 2021, Oliveira ha vinto il GP di Catalunya su Zarco e Miller

di Simone Colombo

Il portoghese della KTM si conferma al Montmelò. Quartararo sesto con doppia penaità. Cadute per Rossi e Marquez

Il centauro portoghese della KTM, Miguel Oliveira, ha vinto il GP di Catalogna, settima tappa del mondiale MotoGP 2021.

Sul circuito del Montmelò, il pilota della casa austriaca ha infatti confermato i progressi della moto visti al Mugello (2°) e dovuti principalmente al un nuovo telaio, cogliendo il terzo successo in carriera nella classe regina d’autorità. Alle sue spalle, sui gradini più bassi del podio le due Ducati di Zarco (team Pramac) e Miller, con Fabio Quartararo che dopo aver dominato in qualifica si è accomodato in quarta posizione complici l’usura degli pneumatici e, nelle ultime tornate, un problema alla tuta che si è letteralmente aperta.

Terzo all’arrivo, il leader del mondiale è quindi stato penalizzato di tre secondi causa taglio della prima chicane, retrocedendo così al quarto posto, per poi essere ulteriormente penalizzato causa tuta al vento e conseguente pericolo per tutti, finendo addirittura sesto.

 

In un altro GP segnato da tante cadute, spazio anche per protagonisti che alla vigilia non avevano il passo dei migliori, con Joan Mir quarto seguito dalla M1 di Maverick Vinales e, dopo le penalizzazioni, dal compagno di squadra e dalla seconda Ducati ufficiale di Pecco Bagnaia, mai in lotta con i primi ma comunque capace di limitare i danni guardando alla classifica iridata dopo gli 0 punti raccolti al Mugello.

 

Classifica nella quale Quartararo resta in prima posizione (115 punti), con Zarco a recuperare terreno portandosi a -16 dal franco-italiano (101) e le due Ducati ufficiali di Jack Miller (90) e Bagnaia (88) rispettivamente in terza e quarta posizione davanti al campione in carica Joan Mir su Suzuki (78).

 

Gara di casa amara per entrambi i fratelli Espargaro, con la Honda di Pol a terra dopo pochi giri e l’Aprilia di Aleix ad imitarlo nelle fasi finali. Curioso che il centauro della Casa di Noale sia scivolato esattamente nello stesso punto (curva 10) nel quale sono finiti a terra due big in declino quali Marc Marquez – autore di una buona gara fino alla scivolata – e Valentino Rossi, in difficoltà al via e mai realmente competitivo nonostante i proclami della vigilia in una gara decisa anche dal logorio anomalo degli pneumatici.

 

Ottavo posto per la seconda KTM factory del sudafricano Brad Binder, sempre in bagarre e mai pulito nella guida come Oliveira, con la Yamaha Petronas “vintage” di Franco Morbidelli in nona posizione e la Ducati Avintia di un ottimo Enea Bastianini a chiudere la top ten.

I più visti

Leggi tutto su Sport