TimGate
header.weather.state

Oggi 03 ottobre 2022 - Aggiornato alle 14:00

 /    /    /  MotoGP 2022, Bastianini sul trionfo ad Aragon: 'Era la mia occasione'
MotoGP 2022, Bastianini sul trionfo ad Aragon: 'Era la mia occasione'

Enea Bastianini- Credit: Cordon Press / ipa-agency.net / Fotogramma

MOTOMONDIALE 202219 settembre 2022

MotoGP 2022, Bastianini sul trionfo ad Aragon: 'Era la mia occasione'

di Samuele Ghidini

Bagnaia ammette di non aver voluto rischiare. Soddisfatto Espargaro dopo un weekend difficile

I tre piloti a podio nella MotoGP ad Aragon, per un motivo o per l'altro, si può dire siano contenti per i risultati ottenuti. Enea Bastianini, il vincitore (per la quarta volta nel 2022), dopo la gara ha chiarito come nel 2023, quando dalla GP21 del team Gresini passerà alla GP23 di quello ufficiale, non farà certo il secondo pilota.

 

Bagnaia, che dovrà fare i conti con la rivalità interna, con il secondo posto e la caduta di Quartararo nel corso del primo giro è tornato a -10 dal francese in classifica e, pur non avendo calato il pokerissimo di successi consecutivi, vede il sogno mondiale più vicino anche per il dominio di Borgo Panigale.

 

Aleix Espargaro, ancora non al top fisicamente, pur faticando oltremodo con tenacia e un'Aprilia comunque veloce come dimostrano anche i tempi di Vinales nelle retrovie, barcolla ma non molla e con un terzo posto in volata su Brad Binder resta nella partita per il titolo piloti, mentre quello costruttori a cinque gare dalla fine della stagione è già di Borgo Panigale.

 

Alla fine, dunque, Bastianini è euforico, consapevole di come la vittoria ottenuta - nonostante qualche faccia perplessa nel box Ducati ufficiale e messaggi trasversali sul pericolo inutile fatto correre a Bagnaia nel duello in volata - sia il quarto 'regalo' al team Gresini con la moto del 2021. Due messaggi in uno, con il 'Bestia' a chiarire: 'Mi sono toccato in partenza con Aleix (Espargaro, ndr), ho commesso alcuni errori ma ho ripreso Pecco e all'ultimo giro avevo delle chance e così le ho sfruttate perché volevo vincere'.

 

Bagnaia, che non ha osato per non gettare alle ortiche lo scivolone di Quartararo (fortunatamente illeso), professa clama e ribadisce come alla vigilia che è arrivato il momento di usare la testa e non farsi prendere dalle emozioni: 'È andata bene, ho fatto il massimo, mi sembrava che Bastianini avesse più trazione nel finale. Quartararo è stato sfortunato, se non fosse caduto sarebbe stato veloce in gara. Io ho fatto tutto il possibile, ma nel finale non volevo rischiare con Enea'.

 

E infine il catalano dell'Aprilia, a -17dal francese e, anche in virtù delle concessioni e quindi di possibili sviluppi in tutte le parti della moto per Noale fino a fine anno, dopo un fine settimana di rincorsa è ancora lì:'Per me è sempre una questione di tenacia. Era un week end difficile, è migliorato passo dopo passo, sono partito senza calcoli, pensando solo a divertirmi. Ho fatto una gara eccezionale, mi sono preso un terzo posto fantastico'. E fantastico sarà il finale del mondiale MotoGP 2022, a partire dal GP del Giappone.