TimGate
header.weather.state

Oggi 06 luglio 2022 - Aggiornato alle 04:00

 /    /    /  MotoGP 2022, Enea Bastianini punta al podio nel GP d’Italia al Mugello
MotoGP 2022, Enea Bastianini punta al podio nel GP d’Italia al Mugello

Enea Bastianini- Credit: Cordon Press / ipa-agency.net / Fotogramma

MOTOMONDIALE 202224 maggio 2022

MotoGP 2022, Enea Bastianini punta al podio nel GP d’Italia al Mugello

di Samuele Ghidini

Per il riminese della Ducati del team Gresini, mai tra i primi 3 in Toscana, “può essere la volta buona”

Dopo il trionfo in Francia – terzo stagionale con la Ducati del 2021 affidata al team Gresini – Enea Bastianini guarda con fiducia al GP d’Italia in programma sullo spettacolare e impegnativo circuito toscano del Mugello dal 27 al 29 maggio, nel quale sulla lunga retta finale il motore delle moto di Borgo Panigale può fare davvero la differenza.

 

Il riminese, sorprendentemente terzo nella classifica iridata della MotoGP 2022 dopo sette gare, si trova a soli otto punti dal leader e campione in carica della Yamaha Fabio Quartararo, e a quattro dal parimenti sorprendente Aleix Espargaro con la strepitosa Aprilia RS-GP 2022.

 

Classifica “intrigante” e corta, con il solo franco-italiano ai vertici tra i big (o presunti tali) dati in lotta per il titolo prima del via della stagione, primo tra tutti il deluso di Le Mans Pecco Bagnaia (anca anche Marquez, ma stanti i problemi fisici è facile prevedere che l’otto volte iridato della Honda punti a limitare i danni per poi risalire nella seconda metà del campionato).

 

Guardando anche alla tappa successiva in Catalogna, il “Bestia” non nascondendo le proprie ambizioni ha dichiarato: “Sono due piste che mi piacciono moltissimo e sono entrambe molto emozionanti, ma nonostante mi trovi benissimo al  Mugello non sono mai riuscito a salire sul podio. Chissà che quest’anno non sia la volta buona. Vogliamo confermarci sempre competitivi dopo una prima parte di stagione pazzesca”.

 

Anche per l’altro pilota del team Gresini, l’esordiente nella classe regina Fabio Di Giannantonio, il Mugello sarà una tappa speciale come, d’altronde, per gli altri centauri italiani: “Quest’anno sarà incredibile correre (In Toscana, ndr) con il pubblico sulle tribune”. “Ovviamente al Mugello vorrei qualcosa in più rispetto a quanto di buono fattto a Le Mans perché lo adoro. Ci proveremo e poi faremo altrettanto al Montmelò: un tracciato che mi piace” ha chiosato Diggia.