TimGate
header.weather.state

Oggi 14 agosto 2022 - Aggiornato alle 04:00

 /    /    /  MotoGP 2022, Silverstone: Quartararo comanda nelle Libere del venerdì
MotoGP 2022, Silverstone: Quartararo comanda nelle Libere del venerdì

Fabio Quartararo- Credit: Cordon Press / IPA / Fotogramma

MOTOMONDIALE 202205 agosto 2022

MotoGP 2022, Silverstone: Quartararo comanda nelle Libere del venerdì

di Samuele Ghidini

Seconda piazza per Mir davanti a Vinales, Zarco e Aleix Espargaro. Bastianini 8°, Bezzecchi 10° seguito da Bagnaia

Fabio Quartararo, consapevole di come nei primi tre giri del GP del Regno Unito dovrà scontare una long lap penalty in seguito all'incidente prima della pausa estiva con Aleix Espargaro ad Assen, nonostante l'ammutolirsi improvviso nelle FP1 della sua Yamaha mette subito le cose in chiaro e stampa il miglior riscontro cronometrico, 1'58''946 nella combinata dei tempi delle Libere del venerdì sullo storico tracciato di Silverstone.

 

Male, invece, Pecco Bagnaia, che con la Ducati non va oltre l'undicesimo tempo alle spalle della GP21 del team VR46 di un ottimo Marco Bezzecchi, e dovrà ora forzare nelle FP3 per non dover passare dalla 'tagliola' della Q1 complici i 7 millesimi di ritardo accusati dal connazionale, decimo e al momento nelle Q2. 

 

Dietro a Quartararo, a riprova di come il circuito si adatti particolarmente ai motori 4 cilindri in linea, la Suzuki di Joan Mir (+0.155) a precedere un Maverick Vinales in grande spolvero e sempre più in palla con l'Aprilia. Quarto tempo per la Ducati Pramac di Johann Zarco, soli 188 millesimi più lento del leader del mondiale, mentre il secondo nella classifica iridata, ovvero Aleix Espargaro, completa l'ottimo venerdì della Casa di Noale piazzando la RS-GP in quinta posizione.

 

 

Sesto tempo per un ritrovato Miguel Oliveira alle ultime 9 uscite in sella alla KTM, con la seconda Suzuki di Rins in settima piazza a precedere, nell'ordine, la Ducati GP21 del team Gresini di Enea Bastianini e quella ufficiale in configurazione 2022 dell'australiano Jack Miller.

 

Male gli altri italiani con Marini subito dietro a Bagnaia in 12esima piazza, davanti alla GP22 del team Pramac di Jorge Martin. Solo 17° Fabio di Giannantonio, con Andrea Dovizioso mestamente 19° nella terzultima gara della sua lunga carriera in MotoGP prima dell'addio definitivo dopo il GP di Misano, con Franco Morbidelli ancora lento e alle sue spalle accusando un secondo e due decimi di ritardo dal compagno di squadra nel team Yamaha ufficiale.

 

Costretti a trovare il tempo nel terzo turno di domattina, invece, oltre a Bagnaia, anche Luca Marini, 12° davanti a Jorge Martin, con Fabio Di Giannantonio 17°, e Andrea Dovizioso 19° davanti a Franco Morbidelli, che paga 1”2 dal compagno di squadra con la stessa M1.