TimGate
header.weather.state

Oggi 22 maggio 2022 - Aggiornato alle 20:08

 /    /    /  MotoGP 2022: Marc Marquez parteciperà ai test di Sepang
MotoGP 2022: Marc Marquez parteciperà ai test di Sepang

Marc Marquez- Credit: Cordon Press / IPA / Fotogramma

MOTOMONDIALE 202226 gennaio 2022

MotoGP 2022: Marc Marquez parteciperà ai test di Sepang

di Samuele Ghidini

Honda ha ufficializzato la presenza dello spagnolo in Malesia, dopo essersi lasciato alle spalle la diplopia

Trascorso l’inverno tra consultazioni e visite mediche per valutare e monitorare la diplopia, disturbo della vista emerso dopo una caduta in allenamento a due GP dalla fine della stagione 2021, di recente i progressi di Marc Marquez sono diventati via via più evidenti. Il fuoriclasse della Honda, dopo il ritorno in sella ad una moto da cross, ha infatti testato le proprie condizioni scendendo in pista a Portimao con una Honda RC213V-S, e in ultimo ad una CBR-600RR ad Aragon.

 

L’ultimo controllo medico, datato 24 gennaio, ha confermato come l’otto volte iridato sia di fatto guarito senza necessità di operazioni chirurgiche, certificando il buon esito delle terapie a cui si è sottoposto.

 

Di conseguenza, ottenuto l’ok medico, lo spagnolo come comunicato dalla Casa di Tokyo sarà tra i protagonisti della prima parte della stagione 2022 della MotoGP, ovvero i test invernali in programma a Sepang (Malesia) il 5 e 6 febbraio prossimi, e di quelli in Indonesia sul tracciato di Mandalika la settimana seguente.

 

Di fatto, il maggiore dei fratelli Marquez tornerà dunque in sella ad una MotoGP per la prima volta a quattro mesi di distanza dall’ultima apparizione, vincente, a Misano, dove ha conquistato il GP dell’Emilia Romagna 2021 precedendo il compagno di squadra Pol Espargaro complice la caduta di Bagnaia quando il piemontese sembrava sul punto di cogliere un altro successo.

 

Il Team Repsol Honda HRC, di conseguenza, nei primi test in vista della lunga stagione 2022 potrà schierare i due piloti ufficiali già a Sepang, con una moto rinnovata e pochi cambiamenti negli staff tecnici che li seguiranno.