TimGate
header.weather.state

Oggi 21 maggio 2022 - Aggiornato alle 19:18

 /    /    /  MotoGP 2022: Marc Marquez è tornato in pista e punta “ai test di Sepang”
MotoGP 2022: Marc Marquez è tornato in pista e punta “ai test di Sepang”

Marc Marquez- Credit: Maxime Le Pihif/SIPA/ IPA/Fotogramma

MOTOMONDIALE 202217 gennaio 2022

MotoGP 2022: Marc Marquez è tornato in pista e punta “ai test di Sepang”

di Samuele Ghidini

Lo spagnolo è tornato in sella ad una Honda RC213V stradale dopo la diplopia, confermando i progressi dopo la diplopia

Marc Marquez, tornato finalmente in sella ad una moto stradale dopo l’assaggio con una da cross domenica 16 gennaio 2022 sul tracciato portoghese di Portimao, inanellando 65 giri sullo spettacolare tracciato nell’Algarve in sella ad una Honda RC213V-S, versione stradale del prototipo per la MotoGP del costruttore giapponese. Le sensazioni sono state a dir poco positive dopo i disturbi alla vista causati dalla diplopia che parevano poter mettere fine alla carriera del numero 93, che invece dopo i test ha affermato nuovamente di voler stringere i tempi e lavorare duro in allenamento, per poi partecipare ai primi test invernali in programma a Sepang (Malesia) il 5 e il 6 febbraio 2022 nelle migliori condizioni fisiche possibili.

 

“Sono molto felice - le parole dello spagnolo nel comunicato ufficiale di Honda -, innanzitutto per essere tornato di nuovo su una moto in pista, poi perché abbiamo confermato su una moto stradale le sensazioni che ho avuto su quella da cross. È stato un grande sollievo, perché in sella non ho avuto alcun fastidio alla vista: non guidavo da tanto tempo e mi manca qualcosa dal punto di vista fisico, ma è solo perché non sono riuscito ad allenarmi come di consueto nella preseason.

 

Più che ottimismo e spettro del ritiro che si allontana, dunque, pare giunto il momento di capire come tornerà in sella Marquez dopo due anni da dimenticare per i problemi a omero, spalla e infine vista. Ma la voglia del Cabroncito, rafforzata dai riscontri medici, permette di pensare positivo in vista di Sepang.

 

“Ci sono margini di miglioramento - spiega l’otto volte iridato -, ma per ora aver confermato le sensazioni sulla moto da cross è stata la cosa più importante. Adesso, con due settimane di tempo prima dei test di Sepang, intensificherà la mia preparazione fisica e tornerò ad allenarmi sulla moto”.

 

Senza correre rischi inutili bruciando le tappe, in modo da non ripetere l’errore del 2020 dopo la frattura all’omero e regredire nuovamente stanti gli evidenti progressi negli ultimi mesi.