TimGate
header.weather.state

Oggi 08 agosto 2022 - Aggiornato alle 10:05

 /    /    /  MotoGP 2022: l'incidente in auto di Pecco Bagnaia, a Ibiza
MotoGP 2022: l'incidente in auto di Pecco Bagnaia, a Ibiza

Francesco 'Pecco' Bagnaia- Credit: Cordon Press / IPA / Fotogramma

MOTOMONDIALE 202206 luglio 2022

MotoGP 2022: l'incidente in auto di Pecco Bagnaia, a Ibiza

di Samuele Ghidini

Il ducatista dopo una serata in discoteca è risultato positivo all'alcol test. Pronte le scuse: 'Ho imparato la lezione'

Nonostante risultati al di sotto delle aspettative nella prima metà di stagione della MotoGP, godendosi la pausa estiva il pilota della Ducati, Francesco Pecco Bagnaia, è incappato in una disavventura non senza averne colpa. Infatti, il piemontese è stato protagonista di un incidente stradale a Ibiza, senza conseguenze per il pilota mentre nella serata del 5 luglio guidava sulla strada di Ses Salines sull'isola spagnola.

 

Il sinistro, però, ha generato comunque conseguenze 'indirette', visto che dopo l'arrivo della Polizia locale per i rilievi del caso Pecco è stato sottoposto a test alcolemico, che come risultato ha dato 0.87 mg/l, ovvero tre volte superiore a quello consentito in Spagna (0,25 mg/l) e quasi due del limite legale italiano (0,5 mg/l). Per Bagnaia, in virtù delle leggi spagnole e similmente a quelle italiane, si tratta di un reato penale, ed immediato è scattato il ritiro della patente di guida come da prassi.

 

Nel dettaglio, l'incidente è avvenuto alle 3 del mattino all'uscita da una nota discoteca (DC-10, tra le più famose dell'isola per i mega party da oltre mille persone ogni lunedì sera) con Bagnaia che - secondo la ricostruzione dei fatti ad opera degli agenti della Guardia Civil e della Polizia Locale di Sant Josep intervenuti sul luogo della disavventura – avrebbe lasciato l'auto (una Citroen) incidentata parcheggiata ai bordi della carreggiata.

 

Una disavventura perché, in realtà, Pecco è astemio e quando - come nell'ultimo GP ad Assen concluso con una vittoria – sale sul podio, al contrario dei colleghi sorseggia a stento un goccio del prosecco DOC con cui si celebrano i tre piloti saliti sul podio.

 

Pecco ha quindi chiarito, con un post su Instagram, di essere in errore scusandosi per l'accaduto: 'Ero ad Ibiza con i miei amici per una festa in questo periodo di pausa dalla MotoGP. Abbiamo festeggiato insieme brindando alla mia vittoria di Assen. All'uscita della discoteca, verso le 3 di mattina, nell'affrontare una rotonda sono finito con le ruote anteriori in un fosso senza coinvolgere altri veicoli o persone. il controllo effettuato dalla polizia ha rilevato che avevo bevuto più di quanto consentito dalla legge spagnola'. E anche di quella italiana, ad onor del vero, per la quale dopo un tasso alcolemico superiore a 0,8 mg/l si tratta sempre di reato penale e non di 'semplice' multa.

 

Per poi aggiungere: 'Mi dispiace molto per quello che è avvenuto: sono praticamente astemio ed è stata una grave leggerezza, che non doveva succedere. Mi scuso con tutti e vi posso assicurare che ho imparato la lezione. Mai mettersi al volante dopo aver bevuto degli alcolici'. Parole 'giuste' e ripetute anche il giorno seguente, a riprova che per il 25enne piemontese – attualmente quarto nella classifica iridata a 66 punti dal leader Fabio Quartararo – si è trattato di un 'peccato di gioventù. Anche se bere alcolici e poi guidare è una pessima abitudine, a prescindere dall'età.

 

Un vero peccato perché, come detto, pur non rifiutando un sorso di vino o una birra, nessuno tra addetti ai lavori, giornalisti e colleghi ha mai visto Bagnaia 'alzare il gomito'. Una leggerezza dunque, figlia del momento e della situazione particolare a Ibiza, con la certezza che un ragazzo serio, posato e intelligente come il ducatista, imparerà davvero dall'errore. Perché, parafrasando un antico detto in latino, 'errare è umano, perseverare…'. Senza aggiungere altro, visto che Pecco ha espresso profondo rammarico per l'accaduto e non 'inciamperà' più in errori simili.